Descrizione immagine


16/11/2018

                     

                     Motori


SI APRONO LE ISCRIZIONI PER LA RONDE CITTÀ DEI MILLE

 

Giovedì 15 novembre scatta l’apertura delle iscrizioni per la corsa bergamasca divenuta ormai un classico appuntamento di fine stagione. Si corre domenica 16 dicembre.

 

Ranica (BG) – Salita, curve in appoggio, tornanti panoramici e pubblico, tanto pubblico! Questi sono da sempre gli ingredienti della Ronde Città dei Mille che anche quest’anno, il prossimo sedici dicembre, sarà protagonista sugli asfalti della Valseriana con la sua quattordicesima edizione. Da giovedì 15 novembre sarà possibile inviare le adesioni di partecipazione e tale operazione sarà consentita fino a venerdì 7 dicembre, dead line tempistica per potersi garantire un posto nella lista degli iscritti.

Se la “strada” dedicata alla prova speciale sarà quella ormai conosciuta ai più – il tratto che da Nembro conduce sino a Selvino, la location del quartier generale sarà differente e vedrà in Alzano il cuore nevralgico delle operazioni. Con sede operativa di partenza e arrivo ma anche direzione gara, centro classifiche e sala stampa.

Shake down – il divertimento per il pubblico inizierà già nella giornata di sabato 15 dicembre quando i concorrenti potranno partecipare (facoltativo) allo shake down che si svolgerà sullo stesso tratto già utilizzato in occasione del Rally Prealpi Orobiche 2018: ad Albino si potranno testare le vetture senza alcuna velleità di classifica a partire dalle ore 11.00 e fino alle 14.30.

Storia e tradizione – Da sempre il rally “dei Mille” richiama sempre molti concorrenti di spessore; ad eccezione di un anno, che si disputò in forma di rally normale, la corsa si è sempre svolta sotto forma di Ronde: Zanchi-Florean furono i primi a vedere sventolata la bandiera a scacchi nella prima edizione targata 2004: su Toyota Corolla Wrc si imposero su Devid Oldrati che si rifece l’anno successivo insieme a Matteo Romano su Peugeot 206 Wrc bissando poi nel 2008. Mattatore assoluto della corsa orobica è il locale Alessandro Perico in grado di primeggiare con differenti vetture e navigatori: nel 2006 e nel 2010 vinse con Carrara (su Peugeot 206 Wrc e Citroen Xsara Wrc), nel 2013 con Reboldi su Citroen C4 Wrc, nel 2014 e 2016 con Turati su Peugeot 208 R5 e Ford Fiesta Wrc. Anche il lecchese Marco Paccagnella figura nell’albo d’oro della gara grazie alle vittorie conseguite nel 2015 e lo scorso anno sempre su Ford Focus Wrc. Un successo a testa lo vantano Gamba (2011), Gasparotto (2009) e Gregis che nel 2007 vinse l’unica edizione “non ronde” basata su un chilometraggio totale superiore ai cento per via della validità alla serie IRC.


Descrizione immagine


14/11/2018

                     

                     Volley



Milano apre le porte del Forum: la sfida contro Zaytsev e Velasco si giocherà ad Assago

Dopo il successo del mondiale di volley, il Forum sarà il palcoscenico del match tra la Revivre Axopower e Modena.


MILANO – Segnatevi questa data: 13 gennaio 2019. Non sarà una data come tutte le altre, perché la Revivre Axopower Milano ha scelto di riaprire le porte del Forum di Assago per offrire un altro grande spettacolo di volley. Dopo il grande successo, infatti, della tappa milanese dei mondiali 2018 di pallavolo, l’impianto polifunzionale sarà allestito per diventare il palcoscenico della sfida tra Revivre Axopower Milano – Azimut Leo Shoes Modena, valida per la quarta giornata di ritorno del 74° campionato italiano di Superlega.

Giani e Velasco, Nimir Abdel Aziz e Zaytsev, ma anche Piano ed Anzani: una kermesse di altissimo livello che il pubblico milanese, lombardo ed italiano potrà ammirare all’interno delle mura del Mediolanum Forum. A due mesi esatti dalla sfida di ritorno, infatti, la società del presidente Lucio Fusaro comunica ufficialmente che la sede del confronto sarà lo stesso impianto che ha accolto più di 12.000 persone in occasione dei mondiali di volley. «Abbiamo deciso di giocare qui il ritorno con Modena per offrire a questo pubblico la presenza non solo dei nostri giocatori, come Nimir e Piano, ma anche di grandi atleti come Zaytsev ed i suoi compagni di Modena»: così il numero uno biancorosso si era 

espresso ai microfoni del TGR Lombardia lo scorso settembre in occasione proprio della tappa milanese della rassegna iridata. La macchina societaria è dunque già al lavoro per organizzare l’evento, in attesa del rientro della squadra, previsto per gennaio, in città all’Allianz Cloud (ex PalaLido), prossima casa pallavolistica della Revivre Axopower. Nelle prossime settimane, sui canali social della società e sul sito ufficiale www.powervolleymilano.it, saranno comunicati tutti i dettagli per poter partecipare all’attesissimo match tra Milano e Modena al Forum di Assago. 


Image description


16/11/2018

                     

                     Motori


ERREFFE RALLY TEAM-BARDAHL TRA MONZA E LE VALLI DELL’OSSOLA


Doppio impegno per il team piemontese che vedrà al via una Ford Fiesta R5 con Zanazio a Monza ed una Renault Clio S1600 con Vescovi a Piedimulera.



Castelnuovo Scrivia (Al)- Non si arrestano gli impegni dell’Erreffe Rally Team che anche per il prossimo fine settimana ha pianificato una doppia trasferta sul territorio nazionale.

All’interno del circuito di Monza si correrà infatti lo Special Rally Circuit di Vedovati dove gli ossolani Guido Zanazio e Gianluca Ricci saranno in gara su una Ford Fiesta R5, la stessa che il pilota dell’Erreffe ha già utilizzato nell’arco della stagione.

Sugli asfalti del Rally dell’Ossola invece, gli emiliani Roberto Vescovi e Giancarla Guzzi cercheranno di portare a casa un risultato importante con la Renault Clio S1600: lo scafato equipaggio dell’Erreffe è reduce da un brillante successo di classe alla Ronde del Monte Caio e il pensiero di un podio assoluto solletica la coppia parmense.

Entrambe le gare si disputeranno domenica 18 novembre.

Sia Zanazio che Vescovi utilizzeranno pneumatici di marca Pirelli.


Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine

 

16/11/2018

                      Motori


MARCO GIANESINI ALL’APPUNTAMENTO DEL “MONZINO”


Impegno pistaiolo per il driver della scuderia Top Rally che dopo la vittoria di classe N3 alla Ronde del Gomitolo, ritrova la Skoda Fabia R5 in occasione dello Special Rally Circuit.


Monza – Appuntamento precedente al Monza Rally Show, lo Special Rally Circuit di Vedovati è ormai diventato un vero e proprio evento preparatorio per la più celebre kermesse che andrà in scena tra poco meno di un mese. Marco Gianesini è tra coloro che non vogliono perdere questa occasione e nel fine settimana alle porte sarà in gara nell’autodromo brianzolo con una Skoda Fabia R5 del team comasco HK Racing; insieme a lui ci sarà il toscano Fabio Menchini che condividerà l’abitacolo con il driver valtellinese per la seconda volta dopo il rally Casciana Terme di un mese fa. La corsa si svilupperà in 81 km cronometrati suddivisi in quattro prove speciali: la Vedovati di 23,400 km e la Special Vedovati di 17,300 km sono le prove che dovranno essere percorse due volte nella giornata di domenica 18 novembre. Start previsto alle ore 8:01 e stop programmato per le ore 16:00.


13/11/2018

                      

                     Ciclismo



Venerdì a Milano il corso formativo per i neoprofessionisti

 

In vista della stagione 2019 l’Associazione Corridori Ciclisti Professionisti Italiani (ACCPI) venerdì prossimo accoglierà nella propria sede i giovani nuovi associati che l'anno prossimo affronteranno il salto nella massima categoria.
Per prepararli al meglio a ciò che li aspetta, come ormai accade dal 2011, la Lega del Ciclismo Professionistico, la Federazione Ciclistica Italiana e ACCPI hanno organizzato un corso obbligatorio per i neoprofessionisti in cui verranno illustrati loro i diritti e doveri della professione che tra pochi mesi andranno ad intraprendere.  
L'appuntamento è per il 16 novembre 2018 presso il Palazzo del CONI di Via Piranesi 46 a Milano, dalle 9.30 alle 18.30, per una giornata di formazione a 360°. Interverranno la vicepresidente della FCI Daniela Isetti, il presidente ACCPI Cristian Salvato e relatori qualificati del Settore Studi della FCI e della LCP.
I 13 promettenti azzurri che si approcciano al professionismo avranno l'opportunità di ascoltare le parole del Commissario Tecnico
Davide Cassani, oltre che dell'ex pro' e commentatore tv Riccardo Magrini. Impareranno come compilare correttamente l'ADAMS per rispettare la reperibilità imposta dal protocollo Antidoping UCI grazie al prezioso contributo di Vanda Wallace-Jones, coordinatrice dei controlli fuori competizione della CAFD; conosceranno le strutture e istituzioni del professionismo e verranno introdotti a tutto ciò che ha a che fare con buste paga, contratti, premi, assicurazioni e mondo della comunicazione.

 

13/11/2018

                      

                     Motori



GRANDE PROVA DELL’ERREFFE RALLY TEAM-BARDAHL AL RALLY HAUT PAYS NICOIS


Ottima quarta piazza per Ciamin, leader delle due ruote motrici. Ricci è 29°.

Castelnuovo Scrivia (Al)- Un’altra trasferta proficua è alle spalle e l’Erreffe Rally Team–Bardahl guarda con soddisfazione ai risultati conseguiti.

Nel Rally du Haut Pays Nicois Renault Clio S1600 Nicolas Ciamin e Thibault De La Haye hanno stupito il pubblico con passaggi oltre il limite arrivando a solleticare il podio assoluto e chiudendo in quarta piazza togliendosi il lusso di ottenere un tezro posto e di mettersi alle spalle vetture ben più performanti. Vincitori della S1600, i due sono risultati anche primi tra le 2 Ruote Motrici.

 

Nella graduatoria generale Christophe Ricci e Gregory Tansini sono finiti invece 29° assoluti, sempre su Clio S1600: i due non se la sono sentita di forzare e il risultato li appaga anche per via delle condizioni meteo non favorevoli.

Entrambe le Renault dell’Erreffe Rally Team-Bardahl erano gommate da “Pirelli”.







Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine

        

Firenze Rocks 2019: le date e i primi ospiti


Dopo il successo della seconda edizione, la manifestazione più rock della città annuncia il ritorno anche il prossimo anno, sempre alla Visarno Arena, e i primi concerti in programma


Firenze Rocks, dopo aver portato in città star internazionali e oltre 350mila spettatori anche dall’estero, tornerà sempre alla Visarno Arena, per il terzo anno consecutivo. A poco più di due mesi e mezzo dalla fine dell’ultima edizione, sono già state annunciate le date di Firenze Rocks 2019 e i primi 

The Cure a Firenze Rocks 2019

I primi headliner annunciati dell’edizione 2019 sono The Cure: la band inglese, che ha in serbo un nuovo album proprio l'anno prossimo, salirà sul palco dell'ippodromo del Visarno per un concerto in programma durante l'ultima giornata del festival domenica 16 giugno 2019.
I biglietti sono disponibili in anteprima esclusiva tramite l’APP ufficiale di Firenze Rocks a partire dalle ore 11.00 di martedì 2 ottobre 2018. Per tutti gli altri la prevendita dei biglietti per il concerto dei Cure partirà dalle ore 12.00 di mercoledì 3 ottobre su Ticket Master, TicketOne e in tutti i punti vendita autorizzati.

Nel corso della loro carriera, The Cure hanno cambiato 13 membri. La formazione attuale vede sul palco Robert Smith (voce e chitarra), Simon Gallup (basso), Jason Cooper (batteria), Roger O’Donnell (tastiere) e Reeves Gabrels (chitarre).

Ed Sheeran

Ed Sheeran è l'headliner invece della seconda giornata di Firenze Rocks, venerdì 14 giugno. I tagliando sono disponibili dalle 11:00 di lunedì 1 ottobre, in anteprima tramite l'App ufficiale di Firenze Rocks e poi, per tutti, tramite i tradizionali canali di vendita, dalle 12.00 di martedì 2 ottobre .


Il festival si svolgerà su quattro giornate, da giovedì 13 a domenica 16 giugno 2019 all’ippodromo del Visarno. La line-up e il programma vengono svelati settimana dopo settimana, ma la manifestazione promette


Eros Ramazzotti ha annunciato i concerti del Vita ce n’è World Tour 2019

 

 

L’annuncio che tutti aspettavano è arrivato: in diretta sui suoi social Eros Ramazzotti ha comunicato le date del tour che lo porterà di nuovo in giro per il mondo nel 2019 e seguirà la pubblicazione del nuovo album Vita ce n’è, che esce il 23 novembre.

“Sto lavorando a questo disco da un anno e mezzo insieme ai miei collaboratori, che ormai sono diventati amici, se non fratelli. Il disco è importante per me, perchè è alla soglia dei 55 anni, per cui ha un valore aggiunto molto forte” ha spiegato. E aggiunto che il titolo riassume “un messaggio positivo” in questo preciso “momento storico. Ogni volta che faccio un album impiego tanto tempo perché lavoro molto sui particolari. Spero che piaccia”.

Il Vita ce n’è World Tour 2019 parte il 17 febbraio da Monaco di Baviera e la scelta di questa città non è stata casuale: “È una città a me molto cara, nel 1984 ho iniziato qui il mio tour” ha detto. Resta tra Germania e Lussemburgo in febbraio, poi si sposta in Italia e nel resto d’Europa tra marzo e aprile, prima di trasferirsi in Nord e Sud America a maggio e giugno per poi tornare nel Vecchio Continente dopo l’estate.

Nel nostro Paese, toccherà solo Torino, Milano e Roma, ma c’è da scommettere che il cantautore romano non mancherà di fare tappa anche nelle altre città della Penisola.

Eros Ramazzotti, le date del tour 2019

2 marzo: Torino, Pala Alpitour
5 marzo: Milano, Mediolanum Forum
6 marzo: Milano, Mediolanum Forum
8 marzo: Milano, Mediolanum Forum
9 marzo: Milano, Mediolanum Forum
12 marzo: Roma, Palalottomatica
13 marzo: Roma, Palalottomatica
15 marzo: Roma, Palalottomatica
16 marzo: Roma, Palalottomatica

I biglietti sono disponibili in vendita generale sul sito di TicketOne e tramite Call Center dalle ore 10.00 di giovedì 13 settembre. In presale esclusiva Spotify, dalle ore 20.00 di lunedì 10 settembre fino alle ore 23.59 di mercoledì 12 settembre.

              

              

 

Slash è ancora una sentenza: il Rock è vivo e lotta insieme a noi


Sono passati quattro anni da World On Fire. Nel mezzo la reunion dei Guns N’ Roses. Tour in ogni parte del mondo insieme ad Axl e Duff, nei palazzetti e all’aperto. Anche due date italiane a Imola e Firenze, seguite in complesso da 150.000 fan. Roba da fiaccare la resistenza fisica e psichica di chiunque. Non Slash, uno che ha sempre messo al primo posto il proprio viscerale amore per la chitarra, per il rock, per il blues e in generale per la Musica.

L’annuncio del ritorno con Myles Kennedy e i Conspirators aveva spiazzato i fan. Sembrava troppo presto rispetto alla conclusione (temporanea?) degli impegni coi GnR. E invece no. Living The Dream prosegue da dove World On Fire si era fermato. Il disco è più asciutto ed essenziale, ha meno tracce, è denso di blues e su un impatto più grezzo e frontale.

Le prime quattro tracce sono una manata in faccia esagerata, Slash e soci piazzano tutto il meglio possibile nel quarto d’ora iniziale: ritmi elevati, riff e virtuosismi vocali di Myles, chorus pazzeschi. Sembra che Slash voglia rassicurarci: ragazzi non credete alle stronzate che leggete in giro, il Rock è vivo e lotta insieme a noi. Potrà sembrare superfluo ma ogni tanto anche noi, vecchi disillusi e nostalgici, abbiamo bisogno di conferme. Questo disco ce le fornisce tutte subito, con pochi fronzoli e senza girarci intorno.

I brani successivi sono pezzi di facile fruizione, mid-tempo groovy e ballatone comprese, come la struggente The One You Loved Is Gone e The Great Pretender, che vanta anche un assolo favoloso. La chiusura con la trascinante Boulevard of Broken Hearts (uno dei pezzi preferiti di Myles, leggete qui l’intervista) ci permette di affrontare a testa alta un periodo in cui certa musica viene considerata troppo vecchia e inadeguata per i tempi che corrono.

Slash riesce nuovamente a confermare il proprio ruolo centrale nell’universo rock degli ultimi decenni, grazie a un disco tutto cuore, summa del pensiero di un appassionato di certe sonorità e impreziosito dall’ugola d’oro di Myles Kennedy. I Conspirators sono oramai una band fatta e finita, Living The Dream ne è l’ennesima conferma.