Descrizione immagine


17/01/2019

                     

                     Volley


Milano infila la quinta: vittoria sudata 3-2 contro Castellana Grotte.
Vittoria in 5 set per Piano e compagni che trovano il successo per la quinta gioia consecutiva.

CASTELLANA GROTTE – Partita dura e complicata per la Revivre Axopower Milano che, nel PalaFlorio di Bari, trova la quinta vittoria consecutiva nel girone di ritorno e conquista altri due punti in classifica. 3-2 il risultato finale (25-27, 25-21, 22-25, 26-24, 13-15), con i ragazzi di Andrea Giani che hanno trovato nella metà campo avversario una squadra ostica e compatta. In terra pugliese però a gioire alla fine è Milano che, trascinati da Clevenot e Maar, piazza l’acuto finale per il successo.

Doveva essere la prova del nove per la Powervolley e la vittoria sudata nell’impianto pugliese comunque lo rappresenta. Non la migliore prestazione tecnica della squadra di Giani, forse ancora sull’onda dell’entusiasmo della grande prova del Mediolanum Forum, ma comunque la compagine lombarda ha saputo trovare la forza per rimanere sempre attaccata al match, subendo in alcuni frangenti il ritorno e la voglia dei padroni di casa, che hanno trovato nell’opposto Zanatti Buatti il loro miglior scorer 28 punti totali che non sono bastati a trovare la prima vittoria stagionale. La Revivre Axopower si è affidata a Clevenot, ancora una volta MVP del match (59% in attacco) e Maar, rispettivamente 25 e 23 punti, per conquistare la quinta gioia consecutiva nel girone di ritorno. È stata partita vera al PalaFlorio, dove Castellana Grotte non ha regalato nulla e Milano, tirando fuori gli artigli, ha legittimato alla fine il successo.

«Non è stata la nostra miglior prestazione – commenta il francese Clevenot - , ma sapevamo che questo era un campo difficile. In casa giocano molto bene, ma siamo contenti di uscire da qui con due punti per come si era messa la partita. Adesso abbiamo otto giorni per preparare l’appuntamento del 24 gennaio nei quarti di Coppa Italia

 


Descrizione immagine


17/01/2019

                     

                     Motori



MAURO MIELE AL RALLY DI MONTE-CARLO


Il driver olgiatese si getta nuovamente nella mischia mondiale presentandosi al via del prestigioso appuntamento monegasco che aprirà il WRC 2019. Insieme a lui Luca Beltrame; in gara su Citroen DS3, i due della DreamOne Racing saranno gli unici italiani a prendere parte con una World Rally Car.


Olgiate Olona (VA) –Il fascino del Rally di Monte-Carlo ha sedotto anche Mauro Miele, plurititolato campione delle due e quattro ruote che tra pochi giorni si presenterà al via della 87° edizione della prestigiosa corsa.

Il vincitore della Coppa Italia Rally di Zona 1 2018, è pronto a rimettersi in discussione proprio nei giorni nei quali spegnerà 63 candeline sulla torta di compleanno. Con il numero #20, Mauro Miele parteciperà insieme al navigatore alessandrino Luca Beltrame, fresco di titolo mondiale WRC3 insieme ad Enrico Brazzoli.

La Citroen DS3 Wrc della DreamOne Racing, sarà seguita in gara direttamente da PH Sport, struttura di riferimento per il marchio della doppia spiga.

“Ho preso parte a svariati rally nella mia carriera ma quando un anno fa ho gareggiato al Tour de Corse mi sono reso conto del fascino che esercita il Campionato del Mondo – spiega Mauro Miele. Non sarà facile gareggiare al “Monte” per via delle sue ormai classiche caratteristiche di asfalto ghiacciato, neve e viscido ma non è la classifica finale che ci interessa. Siamo vogliosi di divertirci e di metterci in gioco ancora una volta con i maggiori interpreti della specialità”.

Mauro Miele, che nel corso della passata stagione ha colto due assoluti al Rally della Lanterna e al la Ronde del Monte Caio, sottolinea poi l’importanza di tutti i fattori in campo: “il bello del Monte-Carlo è che non si tratta di una gara come le altre: serve una preparazione fisica adeguata, una vettura impeccabile ed il ruolo dei ricognitori è fondamentale:; noi avremo una vettura che con Fabrizio Gallio e Nicolò Gonella, ci precederà di qualche ora dandoci indicazioni fondamentali riguardo al tracciato che, a causa del meteo, può cambiare velocemente. Sarà la prima esperienza su neve e ghiaccio e pagheremo lo scotto di utilizzare pneumatici che non conosciamo. Questa sfida però ci affascina: non vediamo l’ora di cominciare!”

Miele e Beltrame sono gli unici italiani iscritti alla gara con una World Rally Car.  


Image description


17/01/2019

                     

                     Ciclismo


La Cycling Sport Promotion riparte con gli appuntamenti del progetto “Pedala, Pedala in Sicurezza”.

Si inizia con le scuole di Laveno Mombello, poi si prosegue con Gemonio, Cittiglio e Taino

 

Con le prime gare del calendario ciclistico internazionale tornano a riaccendersi i riflettori sul ciclismo femminile che in Italia vanta appuntamenti di spicco. Tra questi, quelli di Cittiglio costituiscono gli eventi clou della prima parte della stagione 2019. Il 24 marzo sarà grande spettacolo sulle strade della provincia di Varese: “Quel fine settimana – ribadisce Mario Minervino, presidente della Cycling Sport Promotion, le migliori squadre e le migliori atlete al mondo saranno di scena nel nostro territorio. Sia il Trofeo Binda - Comune di Cittiglio - 3^ PROVA UCI Women’s World Tour Femminile riservata alla categoria Donne Elite – che il Trofeo Da Moreno - Piccolo Trofeo Binda - 1^ prova UCI Nations’ Cup Junior Femminile riservata alla categoria Donne Junior – sono gare molto ambite. Siamo già quasi al dettaglio delle partecipazioni che, come sempre, saranno di primissimo livello mondiale. Il 2019 è la stagione che precede le Olimpiadi e dunque tutti i Paesi stanno preparando gli atleti migliori. Sarà un grande spettacolo, come sempre”.

Cresce, intanto, anche il lavoro sul territorio per la promozione del ciclismo del futuro, quello dei bambini che partecipano sempre con grande entusiasmo al progetto “Pedala, pedala… in Sicurezza”. Da anni la Cycling Sport Promotion organizza questo progetto scolastico in concorso con gli istituti scolastici del territorio, la Polstrada di Varese e la Polizia Locale: “Anche in questo caso l’entusiasmo è alle stelle – aggiunge Minervino – Oltre alle scuole di Gemonio, Cittiglio e Taino quest’anno siamo stati invitati anche a Laveno Mombello dove saremo già il 5 e 6 febbraio. Il ciclismo in provincia di Varese è sempre molto popolare. Anzi, direi sempre più popolare. E noi siamo molto contenti perché il ciclismo è sport, salute, benessere e rappresenta sempre più un volano di sviluppo economico. Valori che vanno promossi fin dalla più giovane età”.


Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine

 

14/01/2019

                      Motori


L’ERREFFE RALLY TEAM-BARDAHL INIZIA LA STAGIONE CON IL PRESTIGIOSO RALLYE DI MONTE-CARLO

Claudio Marenco e Luca Pieri saranno al via della prima sfida del mondiale rally 2019 su una Ford Fiesta Evo2 R5 dell’Erreffe Rally Team.



Castelnuovo Scrivia (Al)- Inizio col botto per l’Erreffe Rally Team-Bardahl che come primo appuntamento della nuova stagione si ritrova nientemeno che il blasonato Rallye di Monte-Carlo.

La corsa monegasca, che si disputerà per oltre trecento chilometri tra il 22 ed il 27 di gennaio, vedrà al via numerosi equipaggi italiani tra i quali figura anche quello piemontese formato da Claudio Marenco e Luca Pieri.

Marenco, pilota torinese di Rosta classe 1966, affronterà il “Monte” per la terza volta dopo le positive esperienze del 2009 e del 2017.

Insieme a lui Luca Pieri, scafato navigatore 48enne di Cossato: i due divisero per la prima volta un abitacolo da corsa nel 1995.

Sono orgoglioso di poter essere al via di quella che a mio parere è una delle gare più prestigiose del mondo – spiega Marenco. Di tappe mondiali ne ho disputate anche altre ma il fascino che esercita il Monte-Carlo è unico ed è il motivo per il quale ritorno: non ci sono velleità bellicose perché qui si vince se si arriva in fondo: ogni curva nasconde parecchie insidie. Il ricordo più bello? Nel 2009 sul Turini da 35 chilometri stampai un 10° tempo assoluto di notte con una Clio S1600 che mi aiutò a finire la gara in 14° posizione generale; fu una cosa sensazionale. Da circa dieci anni gareggio con le vetture dell’Erreffe che a mio giudizio è un team davvero prestigioso e professionale: la maniacale cura con la quale seguono le vetture è una garanzia di qualità”.

 

La Ford Fiesta Evo 2 R5 dell’Erreffe Rally Team-Bardahl sarà equipaggiata con pneumatici di marca Pirelli.

 


13/01/2019

                      Motori


IL RALLY INTERNAZIONALE DEI LAGHI SI CONFERMA APPUNTAMENTO DI INIZIO STAGIONE

 

A seguito della riunione nazionale per i calendari dello scorso 1 dicembre, la gara varesina mantiene la sua data come ormai d’abitudine: si gareggerà infatti nel fine settimana tra il 16 ed il 17 marzo 2019. Ancora ammesse le World Rally Car per via della validità a Coppa Rally di Zona. Si ritorna sulla mitica prova del San Michele per lo shake down che sarà un prologo spettacolare.

 

Varese – Il Rally  Internazionale dei Laghi è pronto per far riaccendere i motori agli appassionati varesini e non solo. La corsa lombarda promossa dall’Asd Rally dei Laghi ha infatti ricevuto il nulla osta per quanto concerne la data di svolgimento che sarà come di consueto nel fine settimana tra sabato 16  e domenica 17 marzo, due giorni di intenso sport motorstico.

Il format è in fase di ultimazione ma ciò che conta, allo stato attuale, è la conferma della data che è ormai diventata un caposaldo della gara insubrica. Sede dell’evento sarà ancora Varese, la Città Giardino che ormai da un lustro, fa da splendida cornice alla manifestazione motoristica: in particolar modo spicca la collaborazione con la Camera di Commercio che sarà il cuore pulsante delle operazioni: lì saranno collocate la direzione gara, il centro classifiche e la sala stampa

Come ogni anno la squadra capitanata da Andrea Sabella si prepara a stupire tutti con novità legate ad eventi collaterali e percorso ed anche per il 2019 il lavoro è impostato per dare qualcosa in più a partecipanti e pubblico nonostante alcune difficoltà.

Per chi come noi organizza rally nei primi periodi dell’anno è tutto molto più complicato perché bisogna attendere dicembre per avere delle conferme su  date e validità: noi ci siamo già rimboccati le maniche per accelerare alcune operazioni utili a chiudere il “pacchetto gara” che abbiamo strutturato. I regolamenti hanno abbassato ad un limite di 80 km questa tipologia di gara (prima era 100) e nell’ottica del contenimento costi abbiamo pensato ad un rally snello che permettesse una logistica non complessa. Si tornerà sul San Michele nella giornata di sabato: non sarà un semplice shakedown ma un vero e proprio show per piloti e pubblico.”

A conferma della bontà del progetto portato avanti da Sabella&Co. ci sono il patrocinio di Regione Lombardia, il contributo di Camera di Commercio Varese/Sport Commission e di Magugliani Group che anche per il 2019 sarà il Main sponsor.

 

 

17/01/2019

                      

                     Ciclismo



Granfondo Campagnolo Roma 2019: 
Le Iscrizioni Sono Aperte
Domenica 13 ottobre 2019, con partenza dai Fori Imperiali con il Colosseo alle spalle, l’ottava edizione della Granfondo Campagnolo Roma propone quattro percorsi tra cui poter scegliere, tutti su strade chiuse al traffico. Iscrizioni aperte sul sito www.granfondoroma.com

Sono aperte le iscrizioni all'ottava Granfondo Campagnolo Roma – una delle granfondo più iconiche e scenografiche al mondo. Da oggi è possibile iscriversi per poter pedalare lungo uno dei quattro percorsi che si snodano dal centro di Roma ai Castelli Romani e ritorno, tutti su strade chiuse interamente al traffico.

L’edizione 2019 vedrà Roma invasa dai tanti cicloamatori, amanti delle due ruote e famiglie provenienti da tutto il pianeta che tra l'11 e il 13 ottobre parteciperanno alla grande festa del ciclismo, tra il Colosseo, i Fori Imperiali e i paesaggi unici dei Castelli Romani. Quattro i percorsi tra cui poter scegliere: Granfondo Campagnolo Roma (120 km e oltre 2000 metri di dislivello) In Bici ai Castelli (60 km), L’Imperiale (30 km) e Ride Roma (25 km). La Granfondo Campagnolo Roma offrirà un’occasione unica anche per i piú piccoli con il mini-village “area bambini”, nell’atmosfera unica delle Terme di Caracalla. 

La Scheda
Data: Domenica 13 ottobre 2019
Partenza: Via dei Fori Imperiali, Roma 
Arrivo: Arco di Druso, Roma

I Percorsi
Granfondo Campagnolo Roma (120 km e oltre 2000 metri di dislivello);
In Bici ai Castelli (60 km);
L’Imperiale (30 km - riservata alle biciclette ante 1987 e ai ciclisti con abbigliamento d’epoca);
Ride Roma (25 km).

Gianluca Santilli, Presidente Osservatorio Bikeconomy e Fondatore Granfondo Campagnolo Roma: ”Ideare e realizzare un evento come Granfondo Campagnolo Roma, portandolo ad un successo internazionale in soli 7 anni, dimostra che Roma e i Castelli romani garantiscono un potenziale unico che va sfruttato e sviluppato. Le enormi complessità, risolte grazie ad una grande collaborazione con le Amministrazioni di Roma Capitale e dei Castelli Romani, fanno ipotizzare un grande futuro per questo evento che è nato e si è consolidato per sensibilizzare i territori che attraversa sulle grandi opportunità offerte dalla bikeconomy, una economia totalmente sostenibile che migliora la qualità della vita di ognuno di noi”.
Iscriviti Adesso
Tutti gli appassionati di ciclismo che vogliono partecipare alla Granfondo Campagnolo Roma  2019 possono registrarsi online sul sito www.granfondoroma.com. I primi ad iscriversi avranno la possibilità di partire dalle prime griglie il prossimo 13 ottobre. Per tutti gli iscritti, il ricco pacco gara con la Granfondo Campagnolo Roma Jersey Edition 2019.​

 


Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine

        

Firenze Rocks 2019: le date e i primi ospiti


Dopo il successo della seconda edizione, la manifestazione più rock della città annuncia il ritorno anche il prossimo anno, sempre alla Visarno Arena, e i primi concerti in programma


Firenze Rocks, dopo aver portato in città star internazionali e oltre 350mila spettatori anche dall’estero, tornerà sempre alla Visarno Arena, per il terzo anno consecutivo. A poco più di due mesi e mezzo dalla fine dell’ultima edizione, sono già state annunciate le date di Firenze Rocks 2019 e i primi 

The Cure a Firenze Rocks 2019

I primi headliner annunciati dell’edizione 2019 sono The Cure: la band inglese, che ha in serbo un nuovo album proprio l'anno prossimo, salirà sul palco dell'ippodromo del Visarno per un concerto in programma durante l'ultima giornata del festival domenica 16 giugno 2019.
I biglietti sono disponibili in anteprima esclusiva tramite l’APP ufficiale di Firenze Rocks a partire dalle ore 11.00 di martedì 2 ottobre 2018. Per tutti gli altri la prevendita dei biglietti per il concerto dei Cure partirà dalle ore 12.00 di mercoledì 3 ottobre su Ticket Master, TicketOne e in tutti i punti vendita autorizzati.

Nel corso della loro carriera, The Cure hanno cambiato 13 membri. La formazione attuale vede sul palco Robert Smith (voce e chitarra), Simon Gallup (basso), Jason Cooper (batteria), Roger O’Donnell (tastiere) e Reeves Gabrels (chitarre).

Ed Sheeran

Ed Sheeran è l'headliner invece della seconda giornata di Firenze Rocks, venerdì 14 giugno. I tagliando sono disponibili dalle 11:00 di lunedì 1 ottobre, in anteprima tramite l'App ufficiale di Firenze Rocks e poi, per tutti, tramite i tradizionali canali di vendita, dalle 12.00 di martedì 2 ottobre .


Il festival si svolgerà su quattro giornate, da giovedì 13 a domenica 16 giugno 2019 all’ippodromo del Visarno. La line-up e il programma vengono svelati settimana dopo settimana, ma la manifestazione promette


Eros Ramazzotti ha annunciato i concerti del Vita ce n’è World Tour 2019

 

 

L’annuncio che tutti aspettavano è arrivato: in diretta sui suoi social Eros Ramazzotti ha comunicato le date del tour che lo porterà di nuovo in giro per il mondo nel 2019 e seguirà la pubblicazione del nuovo album Vita ce n’è, che esce il 23 novembre.

“Sto lavorando a questo disco da un anno e mezzo insieme ai miei collaboratori, che ormai sono diventati amici, se non fratelli. Il disco è importante per me, perchè è alla soglia dei 55 anni, per cui ha un valore aggiunto molto forte” ha spiegato. E aggiunto che il titolo riassume “un messaggio positivo” in questo preciso “momento storico. Ogni volta che faccio un album impiego tanto tempo perché lavoro molto sui particolari. Spero che piaccia”.

Il Vita ce n’è World Tour 2019 parte il 17 febbraio da Monaco di Baviera e la scelta di questa città non è stata casuale: “È una città a me molto cara, nel 1984 ho iniziato qui il mio tour” ha detto. Resta tra Germania e Lussemburgo in febbraio, poi si sposta in Italia e nel resto d’Europa tra marzo e aprile, prima di trasferirsi in Nord e Sud America a maggio e giugno per poi tornare nel Vecchio Continente dopo l’estate.

Nel nostro Paese, toccherà solo Torino, Milano e Roma, ma c’è da scommettere che il cantautore romano non mancherà di fare tappa anche nelle altre città della Penisola.

Eros Ramazzotti, le date del tour 2019

2 marzo: Torino, Pala Alpitour
5 marzo: Milano, Mediolanum Forum
6 marzo: Milano, Mediolanum Forum
8 marzo: Milano, Mediolanum Forum
9 marzo: Milano, Mediolanum Forum
12 marzo: Roma, Palalottomatica
13 marzo: Roma, Palalottomatica
15 marzo: Roma, Palalottomatica
16 marzo: Roma, Palalottomatica

I biglietti sono disponibili in vendita generale sul sito di TicketOne e tramite Call Center dalle ore 10.00 di giovedì 13 settembre. In presale esclusiva Spotify, dalle ore 20.00 di lunedì 10 settembre fino alle ore 23.59 di mercoledì 12 settembre.

              

              

 

Slash è ancora una sentenza: il Rock è vivo e lotta insieme a noi


Sono passati quattro anni da World On Fire. Nel mezzo la reunion dei Guns N’ Roses. Tour in ogni parte del mondo insieme ad Axl e Duff, nei palazzetti e all’aperto. Anche due date italiane a Imola e Firenze, seguite in complesso da 150.000 fan. Roba da fiaccare la resistenza fisica e psichica di chiunque. Non Slash, uno che ha sempre messo al primo posto il proprio viscerale amore per la chitarra, per il rock, per il blues e in generale per la Musica.

L’annuncio del ritorno con Myles Kennedy e i Conspirators aveva spiazzato i fan. Sembrava troppo presto rispetto alla conclusione (temporanea?) degli impegni coi GnR. E invece no. Living The Dream prosegue da dove World On Fire si era fermato. Il disco è più asciutto ed essenziale, ha meno tracce, è denso di blues e su un impatto più grezzo e frontale.

Le prime quattro tracce sono una manata in faccia esagerata, Slash e soci piazzano tutto il meglio possibile nel quarto d’ora iniziale: ritmi elevati, riff e virtuosismi vocali di Myles, chorus pazzeschi. Sembra che Slash voglia rassicurarci: ragazzi non credete alle stronzate che leggete in giro, il Rock è vivo e lotta insieme a noi. Potrà sembrare superfluo ma ogni tanto anche noi, vecchi disillusi e nostalgici, abbiamo bisogno di conferme. Questo disco ce le fornisce tutte subito, con pochi fronzoli e senza girarci intorno.

I brani successivi sono pezzi di facile fruizione, mid-tempo groovy e ballatone comprese, come la struggente The One You Loved Is Gone e The Great Pretender, che vanta anche un assolo favoloso. La chiusura con la trascinante Boulevard of Broken Hearts (uno dei pezzi preferiti di Myles, leggete qui l’intervista) ci permette di affrontare a testa alta un periodo in cui certa musica viene considerata troppo vecchia e inadeguata per i tempi che corrono.

Slash riesce nuovamente a confermare il proprio ruolo centrale nell’universo rock degli ultimi decenni, grazie a un disco tutto cuore, summa del pensiero di un appassionato di certe sonorità e impreziosito dall’ugola d’oro di Myles Kennedy. I Conspirators sono oramai una band fatta e finita, Living The Dream ne è l’ennesima conferma.