Descrizione immagine


15/12/2018

                     

                     Volley


Il Forum chiama, Milano risponde: è record, 9600 biglietti venduti in 24 ore
Numeri incredibili di vendite per la società del presidente Fusaro: si punta al sold out contro Modena con 12000 spettatori.


La Revivre Axopower Milano punta al sold out contro Modena per la sfida di domenica 13 gennaio 2019 al Mediolanum Forum. A soli 24 ore dall’apertura delle vendite, avvenuto giovedì 13 alle ore 15, sono infatti già stati venduti 9600 biglietti, che rappresentano un vero e proprio record per una partita di volley in Italia in così poco tempo. 

Confermate tutte le previsioni dei giorni scorsi in cui la società era stata sommersa da richieste per un match ricco di stelle: da Zaytsev a Nimir, da Piano ad Anzani senza dimenticare due allenatori del calibro di Andrea Giani e Julio Velasco. Grande successo, dunque, per il match di gennaio che anticipa l’arrivo a Milano della Powervolley in attesa dell’Allianz Cloud. Un successo frutto certamente della parata di stelle che si affronteranno sul palcoscenico del Mediolanum Forum, ma che trova le sue radici nel lavoro di relazione promosso dalla società in questi anni. Società sportive, gruppi organizzati, scuole, singoli spettatori hanno letteralmente intasato la biglietteria della Revivre Axopower, abilmente gestita da Martina Di Tomaso, responsabile eventi e biglietteria del club, insieme alla sua collaboratrice Alice Rizzetto in cooperazione con “Mida Ticket”, ticketing partner della società. 

 

Milano, dunque, punta al sold out, ma soprattutto ha ampiamente superato il record di presenze per una partita di Superlega di regular season, che tra l’altro appartiene alla stessa Revivre. Nel 2014-2015, primo anno di Superlega, la società meneghina ospitò la Parmareggio Modena di fronte a 5777 spettatori proprio ad Assago (superata anche la partita di regular season in Serie A1 del 1990, match tra Mediolanum Milano e Sisley Treviso con il dato del pubblico fermo a 8975). Ma la Powervolley Milano non vuole fermarsi: se il record assoluto di pubblico è irraggiungibile (15133 spettatori al PalaLottomatica di Roma per Gara 3 Finale scudetto tra Piaggio Roma e Casa Modena Unibon, prima della ristrutturazione dei palazzetti), l’obiettivo sold out dei 12343 del Mediolanum Forum è ora a portata di mano. Sicuramente la società del presidente Fusaro ha scritto un nuovo record perché, che siano tifosi o spettatori poco cambia in questo momento, sono sempre i numeri a fare la differenza. Milano ha fame di pallavolo, in attesa del PalaLido.


 


Descrizione immagine


14/12/2018

                     

                     Ciclismo


TIRRENO-ADRIATICO 2019: TRA NOVITÀ E TRADIZIONE

Due cronometro ormai tradizionali (a squadre nella prima tappa a Lido di Camaiore e individuale nell’ultima a San Benedetto del Tronto), due tappe per velocisti e tre tappe mosse con muri e salite brevi caratterizzeranno questa 54^ edizione. Dislivello totale della corsa 9.000 m. La Matelica-Jesi sarà la tappa del vino con omaggio al Verdicchio, prodotto in questa zona delle Marche.


Nell’Aula Magna del Comune di Recanati – città natale del poeta Giacomo Leopardi e che domenica 17 marzo ospiterà una delle tappe più spettacolari della Corsa dei Due Mari 2019 – è stata presentata la 54^ edizione della Tirreno-Adriatico NamedSport in programma dal 13 al 19 marzo 2019 e organizzata da RCS Sport/La Gazzetta dello Sport.
Un percorso leggermente diverso da quelli degli ultimi anni che torna verso le Tirreno-Adriatico costellate di muri. I muri sono presenti lungo tutto il percorso con pendenze a volte anche oltre il 18%. Ci sono strappi impegnativi per arrivare a Fossombrone, con nel finale il Muro dei Cappuccini da ripetere due volte, Muri a Recanati (anche qui quello duro è a ridosso dell’arrivo), salite più lunghe a Pomarance già nella seconda tappa. La novità sarà la frazione dedicata al vino: la Matelica-Jesi sarà la Wine Stage con l’omaggio al Verdicchio, prodotto in territorio Marchigiano e famoso nel mondo. Rimarranno invariate rispetto agli ultimi anni le due cronometro, di apertura a squadre e di chiusura individuale, a Lido di Camaiore e San Benedetto del Tronto. Le tappe adatte ai velocisti saranno invece quelle che termineranno a Foligno e JesiDICHIARAZIONI
Moreno Pieroni, Assessore al Turismo-Cultura della Regione Marche
, ha detto: “Ormai è diventata una tradizione che si rinnova quella che vede il sistema turistico della regione collaborare con l’organizzazione della Tirreno-Adriatico NamedSport per promuovere il nostro territorio. Una collaborazione collaudata che trova nella trasversalità il valore aggiunto di questa iniziativa: da una parte lo sport, il ciclismo, come rappresentazione dell’impegno e della tenacia per raggiungere traguardi, dall’altra la promozione a livello internazionale della bellezza delle Marche come terra della pluralità di emozioni. E quest’anno con un’emozione in più, quella relativa al gusto: si brinderà alle vittorie  con il Verdicchio, il vino più premiato al mondo, come simbolo quindi anche di un distretto enologico che ha fatto dell’eccellenza e della qualità la sua cifra. Un viaggio particolare per le strade delle Marche che attraversano i tanti borghi storici o i lungomari, ….tappe anche quest’anno, diventano quasi il disegno di un ideale itinerario turistico, dalla montagna al mare da percorrere non solo in bici. Da tempo ci stiamo impegnando su una politica turistica sostenibile della quale il settore del bike ne è l’emblema. A questo “viaggiare lenti” come fonte di benessere fisico e dello spirito si aggiungono la nostra tradizione sportiva, il valore dei nostri talenti non solo sportivi ma anche, per esempio, dei rinomati chef stellati. La capacità creativa che ci distingue in moltissimi settori è quasi lo specchio della molteplicità dei paesaggi che si incontrano viaggiando nelle Marche. Infine l’augurio agli atleti della Tirreno-Adriatico NamedSport che è, invece, quello di non viaggiare “lenti” e di portare nel cuore questa terra come un bel ricordo duraturo”.


Image description


15/12/2018

                     

                     Motori


SARÀ UNA RONDE CITTÀ DEI MILLE PER PALATI FINI

 

Dopo le 165 richieste pervenute, il comitato organizzatore è riuscito a selezionare i 130 equipaggi che domani, sabato 15 dicembre, prenderanno il via da Alzano per la 14° edizione della Ronde Città dei Mille. In gara anche l’asso del mondiale rally Craig Breen.

 

Alzano (BG) – La Ronde Città dei Mille non è ancora partita ma già si parla di successo.

Numeri alla mano la quattordicesima edizione della gara orobica è entrata di diritto in quelle memorabili per via dell’incredibile quantitativo di richieste pervenute al comitato organizzatore e della qualità degli stessi partecipanti.

Numeri da record - Nei giorni scorsi, come precedentemente comunicato, gli staff dell’Ares Communication e della Giesse Promotion hanno dovuto setacciare tutte le domande di iscrizione pervenute per scremarle al fine di riuscire a raggiungere la quota massima prevista di 130 senza dover poi procedere con gli spiacevoli sorteggi. Solo terminate queste operazioni sono riusciti a stilare l’elenco iscritti definitivo. “Purtroppo abbiamo dovuto scontentare molte persone – spiega Nicola Colombo di Ares Communtication – “ma eravamo obbligati a tagliare; seguendo le norme abbiamo iniziato ad eliminare le richieste non conformi: inevitabilmente qualcuno è rimasto deluso ma non avevamo alternative”.

Iscritti di rilievo – I nomi dell’elenco sono da fare strabuzzare gli occhi. Su tutti spicca l’asso irlandese Craig Breen, protagonista del Campionato Mondiale Rally in seno a Citroen Racing e qui in gara con la fidanzata Tamara Molinaro sulla nuova C3 R5 appena giunta da Parigi. Non mancano anche i talenti locali: i plurivincitori Marco Paccagnella ed Alessandro Perico sfideranno gli avversari rispettivamente con una For Focus Wrc 2000cc ed una Skoda Fabia R5: due tipologie differenti ma in grado, nelle loro mani, di puntare alla vetta della classifica. Nel gruppo di pretendenti al trono non possono rimanere esclusi Ilario Nodari (Fiesta Wrc), Mauro Miele e Stefano Capelli (questi ultimi su Citroen DS3 Wrc). Non è la prima volta che il fascino della “Nembro-Selvino” chiama piloti del mondiale rally; in molti ricordano ancora le edizioni 2009 e 2013 nelle quali prese il via il polacco Robert Kubica.

Cinque Wrc e sedici R5 sono dati che fanno impallidire molte gare ben più blasonate! Ma la qualità prosegue anche nelle altre classi: Spataro in S2000, Pasquali in K11, Vescovi e Roggiani in S1600, Gessa e Cugini in R3C, Cominalli, Oldrati, Gualdi e la giovane promessa Aurora Coria in R2, Bondioni in Racing Start, Marini in N3 fino ad arrivare alla battagliata N2 con Trinca Colonel, Fortunato, Branchi e Pennino.

Passerella ore 18.30 di sabato – Gli equipaggi potranno sfilare facoltativamente sulla passerella iniziale nella serata di sabato 15 dicembre a partire dalle ore 18.30, appena terminate le ricognizioni del percorso (previste dalle 14.30 alle 18.30). Un modo particolare per salutare il pubblico che sicuramente, dal mattino seguente, affollerà i lati della strada per tifare i propri beniamini.

Nella mattinata di sabato sono previste le verifiche tecniche e sportive così come lo Shake Down sul tratto di Altino come in occasione dello scorso Rally Prealpi Orobiche: sarà possibile testare le vetture dalle ore 11.00 alle 14.30.



Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine

 

15/12/2018

                      Motori


ERREFFE RALLY TEAM-BARDAHL: DOPO LE FATICHE DI MONZA ARRIVANO SPERLONGA E IL CITTÀ DEI MILLE

Continuano senza sosta gli impegni della squadra corse piemontese che dopo gli ottimi riscontri del Monza Rally Show nello scorso fine settimana, si appresta a vivere il prossimo sotto i riflettori: si corre a Sperlonga e in provincia di Bergamo.

Castelnuovo Scrivia (Al)- Il Monza Rally Show ha lasciato parecchi sorrisi in casa Erreffe Rally Team-Bardahl perché alle ottime prestazioni dei propri piloti, la squadra ha aggiunto la piena affidabilità dei propri mezzi che, ad eccezion fatta per un incidente, hanno tutti visto il traguardo.

In ordine di classifica troviamo Cressoni-Zortea che su Citroen DS3 Wrc hanno concluso sesti tra le World Rally Car; per ciò che concerne le R5, Tagliani-Musti si sono rivelati i migliori portacolori del team Erreffe: su Skoda Fabia, dopo un primo approccio difficoltoso, si sono riusciti a ritagliare un buono spazio nella generale finendo 26° I lombardi Sabbadini-Colombo hanno portato la prima Fiesta del team al traguardo in 39° piazza di classe davanti al varesino Potente che, insieme a Pannunzio, debuttava con questa vettura. Stefan-Agostinetto hanno completato in 51° posizione di categoria mentre una posizione più dietro è finito il duo Belumé-Filippini, entrambi su Ford Fiesta.

Unico a non vedere il traguardo è stato l’ossolano Zanazio-Ricci che a seguito di una toccata hanno dovuto fermarsi insieme alla loro Ford Fiesta Wrc.

Sabato e domenica si corrono due gare molto sentite: in provincia di Bergamo si disputerà la 14° Ronde Città dei Mille con l’Erreffe pronta a schierare la vettura numero 1: sarà il locale Scanzi, affiancato dal figlio Alberto (Giesse Promotion) ad aprire le danze. In R5 correrà il bergamasco Filippo Ambrosini affiancato da Fabrizio Carrara, navigatore che figura già alcune volte nell’albo d’oro della corsa. In S1600 torna l’equipaggio composto da Roberto Vescovi e Giancarla Guzzi, a bordo della Renault Clio numero 35 (Gr Motorsport); proveranno a contendergli lo scettro di classe gli albinesi Luca Roggiani ed Andrea Dentella, su identica vettura (Rally Club Grigis Selvino).

Sulle strade laziali invece ci sarà la Ronde di Sperlonga, altro appuntamento molto sentito e frequentato: al via con una Ford Fiesta R5 ci sarà il duo locale composto da Giovanni Gravante e Battista Giammasi: l’equipaggio concorrerà con i colori della scuderia Giesse Promotion.

Tutte le vetture dell’Erreffe Rally Team-Bardahl utilizzeranno pneumatici di marca Pirelli.


13/12/2018

                      Motori


MARCO GIANESINI SODDISFATTO DEL SUO MONZA RALLY SHOW

 

Buona prestazione del pilota valtellinese che su Skoda Fabia è tra i 15 migliori interpreti della categoria R5 della kermesse lombarda.

 

Sondrio – Il motore della Skoda Fabia è ancora caldo quando Marco Gianesini e Marco Bergonzi rientrano ai box della HK Racing dopo l’atto finale del Monza Rally Show; il loro volto è stanco ma soddisfatto per una gara al solito generosa; la saga brianzola è stata quanto mai battagliata in molte classi e anche la R5 ha mantenuto fede alle aspettative visto che tra gli oltre sessanta concorrenti al via, molti aspiravano a posti in cima alla graduatoria.

Gianesini e Bergonzi, reduci insieme da un podio monzese targato 2015 (in S2000), si sono presentati al via della gara sulla millesei turbo quattro ruote motrici della Freccia Alata.

Al termine delle nove prove cronometrate del Monza Rally Show, i due hanno completato in 15° piazza d gruppo nonché in 29° assoluta.

Il Monza ha sempre un fascino tutto suo e sono sincero nell’affermare che ci siamo divertiti parecchio. Sapevamo che la competizione agonistica contrapponeva tantissimi driver di qualità e nonostante questo ci siamo messi in discussione senza problemi: la posizione finale è positiva e ne siamo davvero soddisfatti” ha commentato il portacolori della scuderia Top Rally che con Monza ha così terminato le sue fatiche agonistiche di stagione.

13/12/2018

                      

                     Ciclismo



La festa di Natale della Cycling Sport Promotion occasione per guardare già al 2019

 

In un clima caldo e frizzante si è tenuta nella serata di giovedì 6 dicembre all’Hotel Cristallo di Cittiglio la classica festa degli auguri per tutti i volontari e le associazioni che hanno collaborato all’organizzazione di tutte le gare allestite dalla Cycling Sport Promotion, quasi un tributo all’opera che Mario Minervino ed i suoi collaboratori hanno ritenuto essere stata come sempre di grande importanza. Ha tenuto gli onori di casa, in rappresentanza del sindaco di Cittiglio Fabrizio Anzani, l’assessore Maria Grazia Antonini che, oltre a portare il saluto del primo cittadino, ha voluto ringraziare i volontari stessi per il loro impegno. Presente alla serata il sindaco di Taino Stefano Ghiringhelli che ha confermato quanto il ciclismo sia stato per Taino, sede del tricolore Under 23 2018, un importante traino per la crescita del turismo nel piccolo centro da lui amministrato. Giuseppe Galliani, vice presidente della Comunità Montana Valli del Verbano ed ex sindaco di Cittiglio, peraltro in carica in occasione della prima edizione titolata del Trofeo Binda (2008, prova di Coppa del Mondo UCI) ha voluto confermare un sostegno sempre più convinto dell’ente alle manifestazioni della Cycling Sport Promotion, riconoscendole di altissimo livello non solo sportivo ma anche promozionale per il territorio. In sala anche il presidente del Comitato Provinciale di Varese della Fci Massimo Rossetti che ha confermato quanto il Trofeo Binda - Comune di Cittiglio ed il resto delle organizzazioni dello staff diretto da Mario Minervino siano un fiore all’occhiello del ciclismo varesino. Non poteva mancare Claudio Aldegheri ,titolare della catena di punti vendita ‘Da Moreno’, sponsor di tutte le prove della CSP che lo stesso Minervino ha definito soprattutto ‘amico’. 


Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine

        

Firenze Rocks 2019: le date e i primi ospiti


Dopo il successo della seconda edizione, la manifestazione più rock della città annuncia il ritorno anche il prossimo anno, sempre alla Visarno Arena, e i primi concerti in programma


Firenze Rocks, dopo aver portato in città star internazionali e oltre 350mila spettatori anche dall’estero, tornerà sempre alla Visarno Arena, per il terzo anno consecutivo. A poco più di due mesi e mezzo dalla fine dell’ultima edizione, sono già state annunciate le date di Firenze Rocks 2019 e i primi 

The Cure a Firenze Rocks 2019

I primi headliner annunciati dell’edizione 2019 sono The Cure: la band inglese, che ha in serbo un nuovo album proprio l'anno prossimo, salirà sul palco dell'ippodromo del Visarno per un concerto in programma durante l'ultima giornata del festival domenica 16 giugno 2019.
I biglietti sono disponibili in anteprima esclusiva tramite l’APP ufficiale di Firenze Rocks a partire dalle ore 11.00 di martedì 2 ottobre 2018. Per tutti gli altri la prevendita dei biglietti per il concerto dei Cure partirà dalle ore 12.00 di mercoledì 3 ottobre su Ticket Master, TicketOne e in tutti i punti vendita autorizzati.

Nel corso della loro carriera, The Cure hanno cambiato 13 membri. La formazione attuale vede sul palco Robert Smith (voce e chitarra), Simon Gallup (basso), Jason Cooper (batteria), Roger O’Donnell (tastiere) e Reeves Gabrels (chitarre).

Ed Sheeran

Ed Sheeran è l'headliner invece della seconda giornata di Firenze Rocks, venerdì 14 giugno. I tagliando sono disponibili dalle 11:00 di lunedì 1 ottobre, in anteprima tramite l'App ufficiale di Firenze Rocks e poi, per tutti, tramite i tradizionali canali di vendita, dalle 12.00 di martedì 2 ottobre .


Il festival si svolgerà su quattro giornate, da giovedì 13 a domenica 16 giugno 2019 all’ippodromo del Visarno. La line-up e il programma vengono svelati settimana dopo settimana, ma la manifestazione promette


Eros Ramazzotti ha annunciato i concerti del Vita ce n’è World Tour 2019

 

 

L’annuncio che tutti aspettavano è arrivato: in diretta sui suoi social Eros Ramazzotti ha comunicato le date del tour che lo porterà di nuovo in giro per il mondo nel 2019 e seguirà la pubblicazione del nuovo album Vita ce n’è, che esce il 23 novembre.

“Sto lavorando a questo disco da un anno e mezzo insieme ai miei collaboratori, che ormai sono diventati amici, se non fratelli. Il disco è importante per me, perchè è alla soglia dei 55 anni, per cui ha un valore aggiunto molto forte” ha spiegato. E aggiunto che il titolo riassume “un messaggio positivo” in questo preciso “momento storico. Ogni volta che faccio un album impiego tanto tempo perché lavoro molto sui particolari. Spero che piaccia”.

Il Vita ce n’è World Tour 2019 parte il 17 febbraio da Monaco di Baviera e la scelta di questa città non è stata casuale: “È una città a me molto cara, nel 1984 ho iniziato qui il mio tour” ha detto. Resta tra Germania e Lussemburgo in febbraio, poi si sposta in Italia e nel resto d’Europa tra marzo e aprile, prima di trasferirsi in Nord e Sud America a maggio e giugno per poi tornare nel Vecchio Continente dopo l’estate.

Nel nostro Paese, toccherà solo Torino, Milano e Roma, ma c’è da scommettere che il cantautore romano non mancherà di fare tappa anche nelle altre città della Penisola.

Eros Ramazzotti, le date del tour 2019

2 marzo: Torino, Pala Alpitour
5 marzo: Milano, Mediolanum Forum
6 marzo: Milano, Mediolanum Forum
8 marzo: Milano, Mediolanum Forum
9 marzo: Milano, Mediolanum Forum
12 marzo: Roma, Palalottomatica
13 marzo: Roma, Palalottomatica
15 marzo: Roma, Palalottomatica
16 marzo: Roma, Palalottomatica

I biglietti sono disponibili in vendita generale sul sito di TicketOne e tramite Call Center dalle ore 10.00 di giovedì 13 settembre. In presale esclusiva Spotify, dalle ore 20.00 di lunedì 10 settembre fino alle ore 23.59 di mercoledì 12 settembre.

              

              

 

Slash è ancora una sentenza: il Rock è vivo e lotta insieme a noi


Sono passati quattro anni da World On Fire. Nel mezzo la reunion dei Guns N’ Roses. Tour in ogni parte del mondo insieme ad Axl e Duff, nei palazzetti e all’aperto. Anche due date italiane a Imola e Firenze, seguite in complesso da 150.000 fan. Roba da fiaccare la resistenza fisica e psichica di chiunque. Non Slash, uno che ha sempre messo al primo posto il proprio viscerale amore per la chitarra, per il rock, per il blues e in generale per la Musica.

L’annuncio del ritorno con Myles Kennedy e i Conspirators aveva spiazzato i fan. Sembrava troppo presto rispetto alla conclusione (temporanea?) degli impegni coi GnR. E invece no. Living The Dream prosegue da dove World On Fire si era fermato. Il disco è più asciutto ed essenziale, ha meno tracce, è denso di blues e su un impatto più grezzo e frontale.

Le prime quattro tracce sono una manata in faccia esagerata, Slash e soci piazzano tutto il meglio possibile nel quarto d’ora iniziale: ritmi elevati, riff e virtuosismi vocali di Myles, chorus pazzeschi. Sembra che Slash voglia rassicurarci: ragazzi non credete alle stronzate che leggete in giro, il Rock è vivo e lotta insieme a noi. Potrà sembrare superfluo ma ogni tanto anche noi, vecchi disillusi e nostalgici, abbiamo bisogno di conferme. Questo disco ce le fornisce tutte subito, con pochi fronzoli e senza girarci intorno.

I brani successivi sono pezzi di facile fruizione, mid-tempo groovy e ballatone comprese, come la struggente The One You Loved Is Gone e The Great Pretender, che vanta anche un assolo favoloso. La chiusura con la trascinante Boulevard of Broken Hearts (uno dei pezzi preferiti di Myles, leggete qui l’intervista) ci permette di affrontare a testa alta un periodo in cui certa musica viene considerata troppo vecchia e inadeguata per i tempi che corrono.

Slash riesce nuovamente a confermare il proprio ruolo centrale nell’universo rock degli ultimi decenni, grazie a un disco tutto cuore, summa del pensiero di un appassionato di certe sonorità e impreziosito dall’ugola d’oro di Myles Kennedy. I Conspirators sono oramai una band fatta e finita, Living The Dream ne è l’ennesima conferma.