Descrizione immagine
Bookmark and Share
Descrizione immagine


28/10/2018

                     

                

Il mondiale UIM XCAT World Championship si prepara al gran finale negli Emirati


 

Dopo la cancellazione della tappa di Xiamen, gli XCAT si spostano negli Emirati Arabi per le ultime due gare della stagione. Il mondiale è apertissimo e la battaglia sarà serrata.

 

Lo UIM XCAT World Championship ha ancora tanto da scrivere per questo 2018: con due team vicinissimi in testa alla classifica, ci sono ben altri tre equipaggi a inseguire e che ancora potenzialmente sono in grado di conquistare l'oro.
Nonostante la cancellazione delle due gare di Xiamen, avvenuta all'ultimo minuto da parte del promoter locale, il calendario prevede la finale degli Emirati nel weekend dal 29 Novembre al 1 Dicembre dove tutto si deciderà, grazie ai 70 punti in palio nelle due gare.

 

Abu Dhabi 4 di Shaun Torrente e Faleh al Mansoori conduce la classifica generale con 213 punti, seguita da Dubai Police di Nadir bin Hendi e Arif al Zaffein a 204.
I due team hanno lottato per tutta la stagione e sono ora I principali canditati al titolo, ma sanno che non possono commettere alcun passo falso se vogliono conquistarlo.
Ma devono anche controllare I loro avversari immediatamente dietro: Abu Dhabi 5 (Rashed al Tayer e Majed al Mansoori) aono terzi a 184, seguiti da The Blue Roo – Team Australia (Pål Virik Nilsen e Jan Trygve Braaten) a 162 e 222 Offshore (Giovanni Carpitella e Darren Nicholson) a 159.
Quindi, l'appuntamento è fissato per Giovedì 29 Novembre con l'ultima Pole Position della stagione, e nei giorni a seguire con le due ultime, decisive gare del mondiale 2018 UIM XCAT World Championship.



 

 
 

 

Descrizione immagine
Descrizione immagine


26/10/2018

                     

                     


                Finali Mondiali Ferrari
                                 Tutti a Monza!
                                           1 - 4 NOVEMBRE

.

 

Prima che la stagione invernale faccia calare il silenzio sulle piste, dall’1 al 4 novembre, non perdetevi le Finali Mondiali Ferrari, e con esse l’occasione di ammirare oltre cento auto del Cavallino Rampante tutte insieme su una delle piste più leggendarie del motorsport: l’Autodromo Nazionale di Monza.  Sui rettilinei e le velocissime curve dell’ultimo tempio della velocità potrete assistere alle battaglie ruota a ruota del Ferrari Challenge, ammirare la straordinarie vetture dei Programmi XX e le meravigliose monoposto di F1 Clienti. Oltre a tutto questo c’è la possibilità di entrare nel paddock dove un’altra miriade di attività aspetta gli appassionatiIl Ferrari Challenge porterà a Monza piloti da quattro continenti, che si sfideranno venerdì e sabato per aggiudicarsi le ultime gare delle serie: Europe, North America e Asia-Pacific. Definiti gli ultimi campioni continentali, i piloti la domenica saranno divisi non più per serie ma per classe (Trofeo Pirelli, Pirelli Am, Coppa Shell, Shell Am) e si contenderanno il titolo di campione del mondo che viene assegnato in gara unica.
Da giovedì a domenica alle 488 Challenge si alterneranno le FXX, 599XX, FXX K, FXX K EVO. Si tratta delle vetture dei Programmi XX, auto laboratorio dotate di potenza e tecnologia fuori dal comune che non possono circolare su strada, ma non sono neppure omologate per alcun campionato: qualcosa di veramente unico che merita di essere visto dalle tribune, il cui accesso è gratuito. I n tutte le giornate scenderanno in pista anche le monoposto di F1 Clienti, vetture che hanno fatto la storia della Formula 1 degli ultimi 30 anni, una storia spesso vincente come nel caso della F1-2000, ma anche di F2001, F2002, F2003-GA, F2004, F2007 ed F2008.
Sempre domenica, uno show spettacolare attende gli appassionati, con tante Ferrari di ogni epoca in pista e i burnout della Formula 1 con i meccanici della Scuderia Ferrari. Nel paddock, acquistando il biglietto, c’è la possibilità di vedere da vicino l’intera gamma di vetture stradali, compresa le Ferrari Monza SP1 ed SP2 presentate al Salone di Parigi, così come quella di comprare merchandising esclusivo al Ferrari Store o di far divertire i più piccini con i giochi del Paddock Junior.

 

 


 


23/10/2018



Un'altra grande vittoria di Abu Dhabi 4 porta il team in testa al mondiale


In una piovosa Hangzhou Abu Dhabi sigla un'altra doppieta con Torrente e Al Mansoori primi, ora in testa alla classifica. Secondi in gara I loro compagni di Abu Dhabi 5, seguiti da Dubai Police che perde la vetta.


Il team Abu Dhabi finora può certamente dirsi soddisfatto della trasferta cinese. Quattro gare, quattro vittorie, due doppiette, sette podi: difficile immaginare un risultato migliore.

E alla fine di gara due sul fiume Qiantang di Hangzhou, quarta tappa del mondiale 2018 UIM XCAT World Championship, arriva finalmente il risultato che conta di più: con la vittoria di oggi Abu Dhabi4 di Faleh al Mansoori e Shaun Torrente conquista il primo posto in classifica generale, per la prima volta nella stagione. Il vantaggio è ora di nove punti sul team Dubai Police di Nadir bin Hendi e Arif al Zaffein.

La gara è stata relativamente tranquilla per l'equipaggio della barca 4, almeno giudicando dall'esterno. I momenti più delicati, ovvero la partenza e la prima virata, sono stati gestiti perfettamente dai due e da quel momento si trattava solo di crearsi un gap sugli inseguitori e fare i due long lap nel momento giusto. Esattamente quello che hanno fatto: questo è valso loro la vittoria e gli agognati, importantissimi 35 punti.

Dietro tuttavia non è stato così semplice: 222 Offshore di Darren Nicholson e Giovanni Carpitella partiva seconda, ma una perdita di potenza da un motore li faceva scivolare in quarta piazza, mentre Jan Trygve Braten e Pål Virik Nilsen di Team Australia lamentavano grossi problemi con un motore: due volte spento, due volte riavviato, ma causa di una ottava posizione finale che li spinge di forza fuori dalla corsa mondiale.

L'attenzione era naturalmente su Dubai Police, con Bin Hendi e Al Zaffein costretti a recuperare dalla P6 per difendere la loro leadership mondiale da Abu Dhabi 4. I due hanno fatto del loro meglio, e giro dopo giro, aiutati da una buona strategia, sono riusciti a risalire fino al terzo posto. Ma non oltre: e così il vertice mondiale è perso.

Quanto agli altri, la gara si può definire soddisfacente per New Star (Dmitry Vandyshev e Mikhail Kitashev), per Videx (Dani Martignoni e Alfredo Amato), e anche per Yacht Club Como (Nico Caldarola e Serafino Barlesi), rispettivamente in quinta, sesta e settima piazza.

Pastamato (Joakim Kumlin e Andrea Comello) chiude nona nonostante la perdita di potenza da un motore, seguita da Kuwait (Moustafa al Dashti e Abdullateef al Omani) che sconta una penalità per aver varcato il gate sbagliato in partenza. Dietro di loro Hi-Performance Italia di Giuseppe Schiano e Francois Pinelli che, partiti quinti, hanno lamentato un grande problema al primo giro tanto da scivolare nelle retrovie fino al ritiro prima del termine. Purtroppo ancora ferma Swecat di Sebastian Groth ed Erik Stark, dopo la rottura del piede (e della trasmissione) di sabato mattina e l'impossibilità di effettuare la riparazione.


 
 

 


Descrizione immagine
Descrizione immagine


01/10/2018

                      

IL 25° RALLY DEL RUBINETTO E’ UNA VITTORIA DI FAMIGLIA. PRIMO SIMONE MIELE E TERZO PAPA’ MAURO. SECONDI I FRANCESI PUPPO-GORDON

 

Quadretto di famiglia emozionante a San Maurizio d’Opaglio:  Simone Miele e Roberto Mometti bissano il successo dello scorso anno davanti ai transalpini Puppo-Gordon e a papà Mauro Miele con Luca Beltrame: con questo piazzamento questi ultimi vincono il titolo assoluto del Trofeo Prima Zona Pirelli.

 

San Maurizio d’Opaglio (NO) –“Ho coronato un sogno che avevo sin dalla mia infanzia; ho vinto la gara praticamente di casa e sul podio con me c’è mio padre Mauro, colui che mi ha trasmesso questa fantastica passione.”

Il rally sono nel DNA ma i geni sono vincenti. Simone Miele festeggia la sua seconda affermazione consecutiva sulle strade piemontesi del 25° Rally del Rubinetto insieme a Roberto Mometti ma questa affermazione, su Ford Fiesta WRC (Dream One Racing), ha un sapore decisamente particolare rispetto a quello dello scorso anno. Se dietro di lui in classifica vi è il duo transalpino Puppo-Gordon, in terza posizione assoluta ci sono papà Mauro Miele e Luca Beltrame, sulla Citroen DS3 WRC che lo stesso Simone portò al successo nel 2017. Un quadretto di famiglia che ha pochi eguali e coronato da due episodi che definire casuali sarebbe davvero troppo riduttivo: papà e figlio sono stati autori di due ex-aequo su due prove speciali di giornata, cosa più unica che rara.

Successo numero due quindi per il 30enne di Olgiate Olona che con Roberto Mometti alle note (501 apparizioni per il copilota di Luino) ha dovuto badare solo a contenere dopo che i due diretti avversari- Caffoni prima e Pinzano  poi, seppur l biellese fosse più distaccato) avevano mollato il colpo. Davide Caffoni e Max Minazzi sono finiti fuori strada in Ps5 mentre Pinzano-Zegna (entrambi su Skoda Fabia R5), sono stati autori di un’uscita senza troppe conseguenze se non gli oltre due minuti di ritardo.

Seconda posizione dunque per Anthony Puppo e Fabrice Gordon che sulla loro Skoda Fabia hanno capitalizzato al meglio la lunga trasferta: “Siamo felici di aver trovato un rally molto bello, difficile e selettivo: proprio quello che cercavamo” ha detto il pilota francese staccato al traguardo di 1’08”9.

Quarta posizione per l’aostano Elwis Chentre che ha capitalizzato al meglio una gara partita in sordina ma sviluppatasi poi con bei parziali. Lui e la Giovenale gareggiavano su Citroen DS3 R5 della D-Max Racing. Amaro in bocca per i quinti, Pinzano-Zegna, che dopo aver assaporato la seconda piazza assoluta, si sono precipitati in classifica a seguito di una divagazione nelle fasi finali della gara

Classifica Top Ten Assoluta:

  1. S. Miele-Mometti (Ford Fiesta WRC) in 1.03’56”8; 2. Pupo-Gordon (Skoda Fabia R5) in 1.05’05”7 a 1’08”9; 3. M.Miele-Beltrame (Citroen DS3 WRC) in 1.05’09”2 a 1’12”4; 4. Chentre-Giovenale (Citroen DS3 R5) in 1.06’43”9 a 2’47”1; 5. Pinzano-Zegna (Skoda Fabia R5) in 1.06’52”1 a 2’55”3; 6. Marasso-Pieri (Skoda Fabia R5) in 1.06’56”3 a 2’59”5; 7. Riccio-Cicognini (Ford Fiesta R5) in 1.07’06”8 a 3’10”0; 8. Lombardi-Bologna (Ford Fiesta R5) in 1.07’15”5 a 3’18”7; 9. Fornara-Gria (Skoda Fabia R5) in 1.07’36”5 a 3’39”7; 10. Ronzano-Andreis (Ford Fiesta R5) in 1.07’57”9 a 4’01”1.


 




24/09/2018

                      


Pier Guidi e Mac (Ferrari Luzich) colgono la quarta vittoria, il danese torna leader della classifica

 

Mikkel Mac e Alessandro Pier Guidi hanno vinto Gara 2 oggi a Monza, al volante della loro Ferrari 488 Luzich Racing, con una gara senza sbavature, che consente al danese di riprendere in solitario il comando della classifica generale, con 3 punti di vantaggio su Fran Rueda-Andrés Saravia (BMWTeo Martín), oggi secondi. Anche Giovanni Venturini-Jeroen Mul si mantengono nella lotta per il titolo, con il terzo posto odierno, ma la coppia della Lamborghini Imperiale Racing ha ora Z5 punti di distacco.

Il titolo si deciderà dunque all’ultima prova a Barcellona, tra un mese, con una promettente battaglia a tre. Jiatong Liang e Raffaele Giammmaria hanno conquistato il primo successo stagionale in Pro-Am, con una delle alter Lambo Imperiale, mentre Márcio Basso-Guilherme Salas (BMW Teo Martín) bissano il successo di ieri in Am.   LA GARA – La partenza è tranquilla, con Fran Rueda che mantiene il vantaggio dalla pole, seguito da Pier Guidi, allontanandosi nel primo giro. Mul è terzo seguito da Breukers, Di Folco, Nielsen, Perel, Montermini, Guerrieri e Jäger. Guerrieri, Costa, Da Costa e Ramos finiscono invece sotto investigazione per aver tagliato la Prima Variante.  Al terzo giro, l’Audi di Ellis rientra ai box per un foratura alla posteriore sinistra. Nella quinta tornata, Rueda conduce con 1”1 su Pier Guidi e 4 su Mul, mentre Breukers guida un compatto gruppetto alle sue spalle. La battaglia tra l’olandese e Di Folco si accende, con l’italiano che prova a passarlo mettendo metà macchina sull’erba, senza tuttavia successo e dovendosi riaccodare. Parallelamente, Perel scavalca Guerrieri per l’ottava piazza, dopo un bel duello. Anche Montermini, che si è calato nel confronto diretto, viene redarguito dai commissari per la sua aggressività, mentre Jaeger e Guerrieri perdono posizioni. Salas conduce la Am.

Al quattordicesimo passaggio si apre la finestra del cambio pilota, e Rueda vi si fionda un giro dopo. Il pit-stop è invece fatale alla Ombra di Lambo che si ferma per un problema tecnico. Dopo i cambi, Mac conduce con 15 secondi su Saravia e 17 su Venturini, seguito da vicino da Spinelli, Agostini e Salikhov (primo in Pro-Am), poi Ling, Beirão e Baguette. Venturini si avvicina a Saravia, ma non riesce a sferrare l’attacco. Ling e Baguette sopravanzano Salikhov (al giro 26) per la 6° e 7° piazza, poco prima che la safety-car venisse mandata in pista per recuperare l’Audi di Wilkinson, fermatasi sul rettifilo che porta alla Parabolica.  La neutralizzazione riduce i distacchi, ma alla ripartenza Mac mantiene la vetta. Dura poco l’azione, con Costantini ed Hrachowina che si toccano in Lesmo 2, e viene quindi richiamata la vettura di sicurezza. Si riparte per un solo giro, senza cambi di posizione. Appena dopo la bandiera a scacchi si verifica un brutto incidente sul rettifilo, con la Mercedes Drivex di Alan Hellmeister che colpisce violentemente le barriere ad ambi i lati della pista. Il pilota brasiliano, cosciente durante l’estricazione dalla vettura, viene stabilizzato al Centro medico prima di venir trasportato in ospedale con fratture ad entrambe le gambe.  

 

Descrizione immagine
Descrizione immagine

17/09/2018

                      

          



Giornata perfetta per Onslow-Cole – Pierburg (SPS Mercedes) che conquistano la prima vittoria

 

Tom Onslow-Cole e Valentin Pierburg conquistano un’autoritaria vittoria dominando dalla partenza alla bandiera scacchi nella seconda gara del GT Open a Silverstone. Grazie al vantaggio della pole position ottenuta in mattinata, la coppia anglo-tedesca si è aggiudicata la vittoria con una prestazione impeccabile, conquistando la prima vittoria assoluta in campionato, nonché la quinta della classe Pro-Am, che è valsa anche il primo successo per SPS Automotive Performance. 
Sesto secondo posto in stagione per Giovanni Venturini e Jeroen Mul, con la Lamborghini di Imperiale Racing, che riducono considerevolmente il divario dalla vetta portandosi a 14 punti da Mikkel Mac, oggi quarto insieme a Pierguidi con la Ferrari di Luzich. Scende a cinque sole lunghezze invece il ritardo della BMW del Teo Martin guidata da Rueda-Saravia, sesti al traguardo.
Ombra Racing completa il podio con l’inedita coppia Alex Frassineti-Damiano Fioravanti, per la prima volta insieme sulla Huracan GT3. 
Le Lambo di Ramos-Crestani (Lazarus) e Di Folco-Costantini (Target) completano il podio Pro-Am alle spalle Mercedes, mentre Giulio Borlenghi-Andrzej Lewandowski (Vincenzo Sospiri Racing Lambo) colgono una vittoria all’ultimo metro, la quinta della classe Am.
LA GARA – Onslow-Cole ha un avvio prefetto dalla pole contenendo il ritorno di Khodair, Crestani, Mul, Macleod, Agostini, Saravia e Frassineti. Nelle retrovie, un contatto tra Liang e Wilkinson vedrò il pilota Audi penalizzato di 10 secondi mentre il cinese finisce in testacoda.
La Mercedes SPS allunga facilmente, con un secondo di passo più rapido della concorrenza, mentre Perel, Cioci e Frassineti hanno sopravanzato Saravia, scivolato in chiusura di top-10. Undicesimo è invece Burke, agilmente leader della Am, seguito da Cruz e Mac.
Al vertice, Onslow-Cole ha 10 secondi di vantaggio alla decima tornata e sigla anche il giro veloce. Al 13° passaggio, con l’apertura della pit-lane Agostini, Saravia, Cioci e Mac sono i primi a fermarsi. Dopo i cambi, Pierburg mantiene la vetta con 11 secondi vantaggio su Hahn, che però riceverà 4 secondi di penalità per non aver rispettato l’handicap previsto da regolamento. A 23”0 invece Venturini, che guida il pacchetto degli inseguitori formato da Fioravanti, Pierguidi, Breukers, Ramos, Rueda, Loggie e Salikhov. Konopka continua a condurre nella Am. Un contatto tra Beirão e Keilwitz al ventesimo giro pone fine alla gara della BMW. 
Resta stabile la situazione al vertice, con Pierburg che mantiene il vantaggio stabile  fino alla fine, mentre Hahn al penultimo giro si ritira per una foratura. Ottima mossa di Lewandowski che soffia la vittoria in Am all’ultimo giro a Konopka, sopravanzato anche da Chuklin, rimasto da solo alla guida della vettura dopo che Basso non si è sentito bene nel corso della notte.

 

 

 

 

 

 

 

 

17/09/2018

                      

          



SIMONE MIELE È QUARTO ASSOLUTO AL RALLY SAN MARTINO DI CASTROZZA

Buona prestazione per il pilota varesino che sulla Citroen DS3 Wrc è giunto ai piedi del podio nella quinta gara del Campionato Italiano World Rally Car.

Olgiate Olona (VA) – Simone Miele e Lisa Bollito si sono classificati al quarto posto assoluto nel Rally di San Martino di Castrozza, prestigiosa gara trentina valevole per il CIWrc, il tricolore dedicato agli esperti dell’asfalto.

A bordo della Citroen DS3 Wrc curata dalla Dream One Racing, il driver della scuderia Top Rally ha inizialmente faticato a prendere il giusto ritmo gara vista l’assenza dai campi gara di qualche mese e anche a causa di una errata scelta di gomme in relazione alle condizioni del fondo trovato poi in prova speciale.

La seconda parte di gara ha restituito in po’ di morale e ritmo a Miele-Bollito che però, a quel punto, non avevano più grosse opportunità per recuperare il gap dagli avversari.

Nell’ultimo periodo ho corso poco: al Salento un guasto ci ha appiedati quasi subito, al Marca abbiamo avuto costanti problemi e a Udine non ci siamo presentati per via di impegni lavorativi; abbiamo solo i chilometri del Milano Rally Show che però sono poco attendibili: rispetto agli avversari dunque, avevamo sicuramente un minor dimestichezza con il ritmo gara che, nel loro caso, è stato sempre elevatissimo – ha spiegato Miele. Personalmente ho avuto cali di concentrazione che hanno impedito il riavvicinamento dai tre fuggitivi anche se i due podi nella parte finale di gara mi hanno dato morale.”

Con la quarta posizione conseguita sulle strade all’ombra delle “Pale”, Miele sale in quinta posizione assoluta nella graduatoria CIWrc con 22 punti a solo una lunghezza dall’amico e rivale Porro in quarta piazza. Al termine del campionato manca solo un rally, il Trofeo Aci Como che si disputerà il 19 e 20 ottobre.

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Descrizione immagine
Descrizione immagine

11/07/2018

                      

          



MAZZOCCHI VINCE IL RALLY RACE: LEONESSA CORSE IN TRIONFO!

Capolavoro del giovane pilota piacentino Andrea Mazzocchi che insieme a Silvia Gallotti vince il Rally Race a bordo della piccola Peugeot 208 R2B by Vieffecorse: il primo successo del giovane driver coincide col primo alloro assoluto in un rally della scuderia bresciana.

Brescia- Lacrime agli occhi, emozioni indescrivibili e molto altro ancora. E’ successo qualcosa di unico lo scorso fine settimana quando Andrea Mazzocchi e Silvia Gallotti hanno conquistato la vittoria assoluta al RallyRace-Terre del Timorasso Derthona, gara alessandrina che si svolgeva sotto forma di rallyday.

Scelta come gara test in vista dei prossimi impegni tricolori, la corsa toccava anche il territorio vicino a quello di Andrea Mazzocchi, 23enne portacolori della Leonessa Corse e così, insieme alla pavese Silvia Gallotti, si è presentato al via con la Peugeot 208 R2B della Vieffecorse.

Il driver emiliano ha sfidato le potenti S1600, R3C ed R3T ma non si è fatto intimorire e ha cercato di tenere il suo “passo da Cir” che lo ha proiettato presto nelle zone di testa della graduatoria.

Dopo aver preso confidenza con il tracciato in Ps1- stage nel quale è stato rallentato dall’uscita di strada della vettura che lo precedeva- sono arrivati gli scratch assoluti in Ps2, Ps3 e Ps5 che hanno dato la carica giusta a Mazzocchi che al via dell’ultima prova speciale doveva ancora recuperare 1”1 dal capoclassifica Tagliani. L’ennesima prova maiuscola sull’ultimo crono di Dernice ha permesso di invertire le posizioni di testa portando così sullo scranno dei vincitori, per solo 0”9, Mazzocchi e la Gallotti.

“Non ho parole, sono emozionatissimo e felice”, ha detto il pilota della Leonessa Corse. E’ la prima vittoria assoluta che arriva su queste strade che videro il mio debutto assoluto nel 2014; sono al settimo cielo… ancora non me ne capacito…

Voglio ringraziare tutti i nostri sponsor che ci sostengono e ci danno la possibilità di realizzare queste imprese.”

Mazzocchi è figlio d’arte: suo padre Moreno è uno dei cardini di quella “vecchia guardia” che non si è mai tirata indietro neppure con le vetture di piccola cilindrata: la vittoria di Andrea al “RallyRace” è il coronamento di un sogno che comincia un paio di generazioni prima.

Il primo alloro in carriera di Mazzicchi coincide anche con il primo successo assoluto in un rally per la Leonessa Corse: già trionfante in altre competizioni velocistiche con Soretti, la squadra bresciana percorre un ulteriore step portando il suo nome più in alto di tutti anche in un rally: è successo tra San Sebastiano Curone e Derthona in un weekend che rimarrà a lungo nella memoria di molti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 



09/07/2018

                     

                    


Quarta vittoria stagionale per Dubai Police sulle acque di Stresa


Dubai Police cala il poker: Arif Al Zaffain e Nadir Bin Hendi si aggiudicano anche Gara 2 della seconda tappa del mondiale 2018 UIM XCAT World Championship che si è chiusa oggi a Stresa, sul Lago Maggiore. Dopo la doppia vittoria di Fujairah e quella di ieri in Gara 1 mantengono così a pieni punti la testa della classifica generale.
Anche il resto del podio è una fotografia di Gara 1: secondi Shaun Torrente e Faleh Al Mansoori su Abu Dhabi 4, terzo l’equipaggio italo-australiano di 222 Offshore con Giovanni Carpitella e Darren Nicholson.

In gara 2  il duo emiratino è partito dalla prima posizione e ha subito alzato la voce ricalcando la tattica di ieri: guadagnare secondi sul catamarano diretto inseguitore nei primi giri per poi lanciarsi nei due long lap senza perdere la posizione. Così è stato ma l’adrenalina è salita nel corso della parte finale della gara quando Abu Dhabi 4 ha dato il tutto per tutto, sfidando le acque increspate del Lago Maggiore e rosicchiando qualche secondo a Dubai Police: alla fine i due hanno chiuso a poco più di 7” di distacco. Importante risultato, soprattutto in chiave classifica, anche per 222 Offshore: Carpitella e Nicholson sono partiti subito bene difendendosi dall'attacco di Team Australia e hanno condotto una gara autorevole, evidenziando il loro elevato potenziale e la buona intesa nell'abitacolo.

Conferma il quarto posto di ieri Team Australia (Pål Virik Nilsen e Jan Trygve Braaten), mentre appare in crescita Yacht Club Como che con Serafino Barlesi al timone e Alessandro Barone all'acceleratore conquista un buon quinto posto. Sesto e un po' deluso il team di Abu Dhabi 5 (Rashed Al Tayer e Majed Al Mansoori).

In coda gli altri drivers italiani: Andrea Comello e Nico Caldarola (Venus Bali) hanno chiuso ottavi, noni Alfredo Amato e Daniele Martignoni su Ribot, ultima piazza per il giovane Rosario Schiano, con Francois Pinelli su Hi-Performance Italia. Il weekend si è rivelato decisamente negativo per gli svedesi di Swecat: i due non solo si sono ritirati sabato a metà gara per un guasto tecnico, ma oggi non si sono neppure staccati dalla wet pit.
Bandiera rossa nel corso delle prove libere di questa mattina a causa di un incidente per New Star, barca numero 9. Nella virata che precede il passaggio tra le isole l’equipaggio russo è andato in testacoda e si è cappottato. Subito estratti illesi i due drivers Mikhail Kitashev e Dmitry Vandyshev, tempi troppo ristretti però per rimettere a punto il catamarano: New Star non ha partecipato a Gara 2, lasciando vuota la posizione numero 11 in griglia di partenza.
La classifica vede saldamente in testa Dubai Police a 140 punti, seguita da 222 Offshore a 92 e da Abu Dhabi 4 a 82.In partenza i piloti dello UIM XCAT hanno omaggiato gli spettatori del Lago Maggiore con una parata lungo le rive di Stresa, mentre una grande presenza di pubblico appassionato ha seguito le gare dalle rive del lago e delle isole e applaudito i piloti sotto al podio. Non sono mancati personaggi famosi come l'ex pilota di Formula 1 Ivan Capelli e il cantante J-Ax, attratti dalla spettacolarità di questo evento sportivo. Lo Stresa Grand Prix era l’unica tappa europea del mondiale 2018 UIM XCAT World Championship che si sposta ora in Cina con ben quattro appuntamenti fino a ottobre. Il primo ritorno in acqua sarà dal 31 agosto al 3 settembre.

 
 

 

Descrizione immagine
Descrizione immagine

19/10/2017

                       

                     


Gran Premio di Singapore - Una gara durata troppo poco


Kimi e Seb fuori al via. Adesso bisogna reagire

 

Il peggior risultato possibile, reso ancora più amaro dalla consapevolezza che la pole position di Sebastian Vettel al sabato e la seconda fila di Kimi Raikkonen avevano dimostrato in pieno il potenziale della Scuderia Ferrari sul difficile circuito di Marina Bay. Invece tutto è finito ancora prima della prima staccata, quando Seb era davanti a Max Verstappen sul lato destro della pista e Kimi stava sfilando la Red Bull dalla parte opposta. Una collisione multipla che ha tolto tutti e tre di gara. I commissari, a tarda sera, hanno chiarito che non ci saranno conseguenze disciplinari per nessuno. Ma per la prima volta quest’anno la Scuderia Ferrari non ha segnato punti nel campionato del mondo. Adesso bisogna reagire, recuperare tirando fuori il meglio nelle sei gare che rimangono. A iniziare dalla Malesia, fra due domeniche.

18/10/2017

                  

              

   Rea firma la doppietta in Portogallo

 

Il campione del mondo in carica vince Gara2 davanti a Van der Mark e Melandri

Gara2 all’ Autodromo Internacional do Algarve, a Portimao, è stata dominata da Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team) così come aveva già fatto vedere in Gara1, e ha preceduto Michael van der Mark (Pata Yamaha Official WorldSBK Team) per quasi sei secondi. Marco Melandri (Aruba.it Racing - Ducati) completa il suo fine settimana portoghese con un secondo podio.
Con l’assenza dell’infortunato Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) e con la caduta di Chaz Davies (Aruba.it Racing - Ducati) in Gara2, Rea ha conquistato un’importante vittoria grazie alla quale si è avvicinato ancora di più al suo terzo titolo del WorldSBK.
Il fine settimana portoghese non sarebbe potuto essere migliore per Rea, che oltre a vincere entrambe le gare, sabato ha ottenuto la pole position e saluta il Portogallo con 120 punti di vantaggio sul suo compagno di squadra Tom Sykes.
Van der Mark è stato autore di una buona gara conclusa con un buon secondo posto, davanti a Melandri. Alle spalle dell’italiano ha tagliato il traguardo Eugene Laverty (Milwaukee Aprilia), che a sua volta è seguito dallo spagnolo Jordi Torres (Althea BMW Racing Team).
La top 10 è stata completata da Lorenzo Savadori (Milwaukee Aprilia), Leandro Mercado (IODARacing), Anthony West (Kawasaki Puccetti Racing), Ayrton Badovini (Grillini Racing Team) e da Takumi Takahashi (Red Bull Honda World Superbike Team).
Una brutta caduta ha visto protagonista Alex Lowes (Pata Yamaha Official WorldSBK Team) intorno a metà gara alla curva 13, con Xavi Fores (BARNI Racing Team) che è scivolato ma che è riuscito a portare a termine la gara al tredicesimo posto.
I piloti del WorldSBK torneranno in pista per il Pirelli French Round in programma tra due settimane, dal 29 settembre al 1° ottobre.
Descrizione immagine
Descrizione immagine

16/10/2017

             


SARA’ UN RALLY COPPA VALTELLINA PER PALATI FINI

 

Fioccano le iscrizioni alla segreteria di gara che conta già oltre cento iscritti. Il Rally avrà doppia validità con l’IRC che darà il tocco internazionale. Validità confermata anche per il monomarca Peugeot. All’arrivo presenti i banchi dei produttori locali e… le scarrellate dell’Accademia del Pizzocchero!

 

Sondrio –Il Rally Coppa Valtellina sta per arrivare e l’intensità con la quale stanno giungendo le iscrizioni lascia di stucco anche gli addetti ai lavori. Quando mancano ancora quattro giorni alla chiusura sono già 108 le domande protocollate dalla Promo Sport Racing e dall’Aci Sondrio che già pregustano una gara di grande spessore durante il fine settimana tra venerdì 22 e sabato 23 settembre.

 

Nomi e numeri importanti – “Fino ad oggi (venerdì 14 settembre ndr) abbiamo ricevuto già 108 iscrizioni praticamente distribuite in modo equo – racconta Danilo Colombini di PSR- e siamo contenti per il fatto che entrambe le formule pensate per questa edizione abbiano suscitato l’interesse dei concorrenti”.

Al momento, tra i 55 che hanno optato per l’IRC e i 53 che invece hanno scelto il nazionale, figurano driver di grande qualità ma ai quali vanno ancora aggiunti alcuni nomi noti che, sicuri al via, non hanno ancora mandato la loro richiesta.

Tra i primi nomi da segnalare ci sono quelli del campione uscente Luca Rossetti -il tiranese è anche al comando dell’International Rally Cup Pirelli-  che con il sondriese Franzi userà una Skoda Fabia R5, del plurivincitore del “Coppa” Andrea Perego, che proverà invece una Fiesta Wrc o ancora di Marco Gianesini che nella gara di casa ha già ricevuto la corona di alloro per tre volte: per lui ci sarà una Skoda R5. Nome altisonante è anche quello di Luca Pedersoli, il bresciano che sarà in gara su una Citroen Wrc. Anche nel nazionale si preannuncia molta battaglia: il locale Omar Rainoldi debutterà su una Ford Fiesta R5 e come lui farà lo stesso Matteo Colombera; ma se il camuno Bondioni sarà un osso duro per tutti (Skoda R5) che dire allora del còrso Paul Alerini che dall’isola napoleonica ha scelto di salire fino in Valtellina per affrontare una nuova sfida?

Le iscrizioni si chiuderanno lunedì 18 settembre. Le verifiche tecniche e sportive si terranno nella serata di giovedì 21 e nella mattinata successiva mentre lo shake down dalle 8.30 alle 13.00 di venerdì 22 dopodiché sarà…Rally!

 

14/10/2017

                    


La GT Open 1000 Valencia prende forma: svelati alcuni aspetti chiave

 

I preparativi per la GT Open 1000 Valencia procedono spediti. In seguito all’annuncio del varo della nuova gara, poco prima dell’estate, l’interesse è al massimo per questo nuovo evento annual di prestigio (slegato dal campionato) la cui prima edizione si terrà sul Circuito Ricardo Tormo di Valencia il 1° e il 2 dicembre prossimi. 

GT Sport ha di recente confermato alcuni degli aspetti chiave della gara.

Vetture ammesse: L’evento avrà due classi, la ‘FIA GT3’ e la ‘GT Sport Challenge’, aperte alle seguenti vetture:

FIA GT3: Vetture degli anni 2015-16-17;

GT Sport Challenge: Vetture GT3 sino al 2014 compreso, nonchè Lamborghini Supertrofeo, Ferrari 488 Challenge e Porsche Supercup.  Ognuna delle classi avrà la sua BoP specifica.

Categorie Piloti: Sono state previste tre categorie di equipaggi per la classe GT3 (Pro, Pro-Am e Am) e due per quella GT Sport Challenge (Pro-Am e Am).  Gli equipaggi saranno di tre piloti e i possibili abbinamenti, secondo lo status FIA dei piloti, verranno comunicati prossimamente.  Sistema di rifornimento: Verrà utilizzato il sistema FIA

Pneumatici: Un massimo di 10 set di gomme sarà disponibile per vettura. Michelin è il fornitore ufficiale degli pneumatici.

Benzina: Verrà utilizzata benzina da corsa Panta.  

Iscrizione: La quota di iscrizione è fissata a 5.600 € (+ IVA, se applicabile) per vettura. L’iscrizione comprende spazio box oltre al track time e dervizi abituali. Format:L’evento si svolgerà su due giorni, venerdì e sabato. Il primo giorno (venerdì) comprenderà 3 ore e 30 di prove libere, più una sessione supplementare di un’ora per i piloti Bronze, mentre il secondo giorno (sabato) prevede un warm-up di 20 minuti e la gara di 1000 km, per una durata massima di 7 ore.   Parte integrante del programma dell’evento è la Premiazione, che si svolgerà la sera del sabato 1° dicembre, in uno dei tanti luoghi emblematici di cui Valencia è ricca. Si tratterà di un serata piacevole ed amichevole, dal sapore mediterraneo, e che sarà il perfetto sugello per l’intera stagione, visto che l’occcasione servirà per premiare anche i vincitori dei due campionati di GT Sport, l’International GT Open e l’Euroformula Open.

Altri aspetti tecnici e sportivi di rilievo verranno comunicati a breve.

Descrizione immagine
Descrizione immagine

12/10/2017

                    


Formula 1 | Wolff: “A Singapore, Ferrari e Red Bull favorite”
Il boss della Mercedes ha dichiarato che le caratteristiche del Marina Bay Street Circuit, dove si correrà il gran premio questa domenica, possono avvantaggiare le inseguitrici del campionato costruttori.

Nonostante la pista di Singapore non sia una tra le preferite per Mercedes, Wolff ha comunque ribadito che gli errori del passato sono serviti come esperienza anche se si aspetta un weekend combattuto:

“Nelle recenti stagioni, identificare sia i punti di forza che le debolezze, è stata la nostra forza. Man mano che diventavamo sempre più forti, abbiamo comunque sempre cercato di capire perché alcune performance sono state positive o negative. Nel 2015 a Singapore abbiamo vissuto una delle più brutte esperienze negli ultimi anni ma ci è servito da lezione, infatti l’anno dopo abbiamo vinto”.

Wolff ha aggiunto che la struttura del circuito ha sempre messo in difficoltà le Frecce d’Argento:

“Per via delle curve spigolose, i rettilinei corti e gli avvallamenti sull’asfalto. Sulla carta, è un tipo di pista che dovrebbe favorire le Ferrari e le Mercedes“.

 

07/09/2017

                  

                

 Prima vittoria per Beirão-Da Costa, doppietta per le BMW

 

Lourenço Beirão e António Félix Da Costa hanno conquistato la loro prima vittoria stagionale in una vivace gara-2  a Silverstone, dopo un duello durato per l’intera prova con i compagni Fran Rueda-Victor Bouveng, regalando una bella doppietta alle BMW del Teo Martín Motorsport. I vincitori di ieri, Albert Costa-Philipp Frommenwiler (Lexus Emil Frey) si sono assicurati il terzo posto negli ultimi secondi, davanti alle Lambo Huracan Imperiale di Giovanni Venturini-Marco Mapelli e Vito Postiglione-Andrea Fontana. In classifica generale, Venturini conserva il comando con 4 punti di vantaggio su Costa-Frommenwiler, 6 su Biagi e 8 su Rueda-Bouveng.

La Bentley Jordan Bentley di Jordan Witt-Michael Meadows ha ottenuto sulla pista di casa la prima vittoria in Pro-Am precedendo la Lambo FFF Racing di Hamaguchi-Liuzzi e i leader della classe, Balfe-Bell (McLaren Balfe), mentre Alex Moiseev-Davide Rizzo (Ferrari Kaspersky) hanno vinto in Am.

Descrizione immagine
Descrizione immagine

05/09/2017

                     

                  

Le BMW in prima fila, Rueda in pole

 

Le BMW  M6 di Teo Martín hanno dominato qualifica 2 a Silverstone, in una mattinata trigia e fredda. Fran Rueda (1.57.974) ha siglato la seconda pole stagionale, battendo per 86 millesimi il compagno Antonio Felix Da Costa nel duello in famiglia.

In seconda fila ci saranno il capoclassifica Venturini (Lambo Imperiale) e Ledogar (McLaren Garage59 ), con Giammaria (Lambo Imperiale) e Khodair (Mercedes Drivex) in terza. Nono Figueiredo (Mercedes Sports&You) è stato il più veloce fra le Am.

05/09/2017

                  

 

    Gran Premio d'Italia - Podio di orgoglio a Monza


Seb 3°, Kimi 5° nella gara più difficile

MONZA – Terzo e quinto posto per Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen nel Gran Premio d’Italia. Non il risultato ideale per la gara di casa della Scuderia Ferrari, ma la soddisfazione del podio da regalare ai tifosi dopo le difficoltà della vigilia. Seb ora si trova staccato di tre punti nella classifica del mondiale Piloti.

Le qualifiche bagnate danno modo ai piloti di scegliere la mescola da asciutto preferita per il via. Con la Supersfot, Kimi e Seb scattano dalla quinta e sesta posizione. Una scelta aggressiva – anche se condivisa da tutti i piloti di testa – per attaccare da subito i quattro davanti. Raikkonen attacca Bottas all’esterno in Curva Grande e lo passa. La lotta continua fino in Prima Variante, dove Valtteri riprende la posizione. Poi è Seb ad attaccare con successo il compagno di squadra verso la prima di Lesmo, per la quinta posizione. Al quinto giro è la volta di Stroll. La Ferrari n.5 mette nel mirino la Force India di Ocon (anche lui, come Stroll, sorprendente in qualifica) mentre Kimi va dritto alla prima chicane. All’inizio dell’ottavo giro, Sebastian entra con decisione su Ocon e in zona podio. Kimi accusa difficoltà con un retrotreno instabile e al giro 16 entra a cambiare le gomme passando alle Soft e uscendo in 11esima posizione. Due giro dopo Stroll copre la manovra della Ferrari, ma Iceman ormai è davanti. Supera anche Vandoorne ed è ottavo. Al ventiseiesimo passaggio l’attacco da manuale a Ocon: scia, frenata decisa in Prima Variante, sorpasso. Seb davanti marcia in tabella sui tempi che gli consentiranno di liberarsi dal traffico al pit-stop: questo avviene al giro 32, lavoro perfetto dei meccanici, Seb esce quarto e in aria libera.La gara, non precisamente emozionante, vive un sussulto quando Ricciado, in piena rimonta, va finalmente ai box: Kimi gli resta davanti, le SF70H sono terza e quarta ma la Red Bull ha la mescola più tenera e passa alla prima staccata. Anche Sebastian, negli ultimi dieci giri, deve guardarsi dal suo ex compagno di squadra. Risponde con il suo miglior passaggio, inizia a forzare il ritmo nel finale. Difende fino al traguardo, con determinazione e orgoglio, quel podio che era l’obiettivo minimo per il week end più difficile dell’anno.

Descrizione immagine
Descrizione immagine

04/09/2017

                     

                

IL RALLY DEL SEBINO TRA SPORT E TURISMO ED… INCENTIVI!

 

Il 7 e l’8 ottobre prossimi andrà in scena la sesta edizione del Rally del Sebino, un’occasione che concilia sport e turismo: sulle sponde del lago che fa da confine naturale tra le province di Bergamo e Brescia si correrà un rallyday farcito da una prova consolidata ed una nuova. Iscrizioni aperte dall’8 settembre. Shakedown gratis per i primi 5 iscritti. Il pilota locale Alberto Marini ci guida al rally!

 

Lovere (BG) – Il giorno delle iscrizioni per il 6° Rally del Sebino è sempre più vicino e il comitato organizzatore prosegue incessante il suo lavoro in attesa che dall’8 al 29 settembre i concorrenti inviino le loro richieste di partecipazione.

Svelando il percorso, il gruppo della Sebino Eventi capitanato da Girolamo Angione, coadiuvato dall’Automobile Club Bergamo, ha ufficializzato lo spostamento del baricentro della manifestazione che avrà comunque in Lovere il suo quartier generale. La geografia della gara cambierà, dunque, e questo ha fatto sì che altre amministrazioni comunali ed Enti pubblici possano essere al centro del progetto sportivo e non solo: se è vero che in questi giorni di inizio settembre il flusso turistico inizia a scemare, è altrettanto vero che una manifestazione come il Rally del Sebino potrà dare ulteriore linfa al territorio lacustre ma anche a quello montano: insieme a Lovere sono Rogno, Costa Volpino, Azzone e Schilpario le amministrazioni locali coinvolte oltre a tutta la Valle di Scalve fino ad ora mai chiamata in causa.

 

03/09/2017


        GT Open  Vincino  Costa-Frommenwile

 

Albert Costa e Philipp Frommenwiler hanno conquistato il loro terzo successo stagionale al volante della Lexus RC F dell’Emil Frey Racing nella gara-1 di oggi a Silverstone, dominando dal semaforo sino alla bandiera e riducendo a 6 punti il distacco dalla vetta in classifica generale. A guidare quest’ultima, da solo, c’è ora Giovanni Venturini, oggi secondo con la Lamborghini Huracan di Imperiale Racing ora condivisa con Marco Mapelli. Il team italiano ha piazzato sul podio anche la vettura di Thomas Biagi-Raffaele Giammaria.

I piloti britannici hanno dominato la classe Pro-Am: Shaun Balfe-Rob Bell (McLaren Balfe) si sono imposti, conquistando anche la leadership di campionato, battendo Tom Onslow-Cole –Valentin Pierburg (Mercedes SPS Automotive) e la Bentley Jordan Racing di Jordan Witt-Michael Meadows.

In Am, Manuel Da Costa-Miguel Sardinha (Mercedes Sports&You) hanno colto il secondo successo dell’anno davanti a Hrachowina-Konrad (MS Racing Mercedes), con le due coppie Mercedes ora appaiate in vetta alla classifica, dove precedono Moiseev-Rizzo (Ferrari Kaspersky), oggi terzi.

Hanno detto i vincitori

Albert Costa: “E’ stata un’ottima giornata per noi. Un giro perfetto in qualifica ci ha dato la pole, un bel vantaggio nelle prime fasi. Avevamo tenuto gomme fresche per la gara, ma probabilmente abbiamo sbagliato le pressioni, perche sul finire del mio stint, ho avuto qualche difficoltà con l’anteriore. Per fortuna, nella seconda frazione, Philipp non ha avuto problemi.”

Philipp Frommenwiler: “Sono uscito dal pit stop con dieci secondi di vantaggio e questo mi ha permesso di controllare la situazione senza grandi preoccupazioni. Il team è stato fantastico nel darci una macchina in perfette condizioni ed è bello essere di nuovo nelle zone alte della classifica. Domani cercheremo il miglior piazzamento possibile per rimanere in lizza per il titolo.”

Descrizione immagine
Descrizione immagine

02/09/2017

                       

                      

Da Costa rientra con la BMW Teo Martín in uno schieramento ricco di 26 vetture

 

A Silverstone, António Félix Da Costa sarà di nuovo al volante della BMW M6 numero 51 di Teo Martín Motorsport, al fianco di Lourenço Beirão. Come noto, un campione di primo piano si alterna al fianco del portoghese ad ogni gara. Per Da Costa, stella della F.E, questo sarà il secondo impegno, dopo aver preso parte alla gara ‘apertura all’Estoril. Nelson Piquet jr, Augusto Farfus e Tiago Monteiro sono stati gli altri top driver visti sinora in questo ruolo.  Questa è la novità più recente nella lista iscritti per il round inglese, diramata oggi e che è ricca di 26 vetture, tutte di ottimo livello. Altri piloti ritroveranno il loro sediolo abituale, dopo aver mancato l’ultima prova all’Hungaroring. Si tratta di Andrea Caldarelli (SF Racing), Tom Onslow-Cole (SPS Automotive), Mario Farnbacher (Farnbacher Motorsport), Nonô Figueiredo (Sports&You) e Allam Khodair (Drivex).

Allo stesso modo, rientrano in pianta stabile due vetture che avevano mancato l’appuntamento magiaro per motivi tecnici (ora completamente risolti), la Bentley del Jordan Racing (Witt-Meadows) e l’Aston Martin Vantage della Solaris Motorsport (Sini-Calamia),  con grande soddisfazione dei fans delle due marche britanniche. Infine, Imperiale Racing ha annunciato una terza vettura con un equipaggio di rilievo, che verrà svelato alla vigilia dell’evento. Un segno inequivocabile che la battaglia per il campionato inizia a farsi calda

 

 

21/08/2017

                

Davies completa la doppietta in Germania


Il pilota Ducati ottiene il massimo punteggio in Gara2 con Rea e Melandri che l’hanno seguito sul traguardo

Chaz Davies (Aruba.it Racing - Ducati) ha concluso in maniera superba il fine settimana del Prosecco DOC German Round vincendo anche Gara2, davanti a Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team) e Marco Melandri (Aruba.it Racing - Ducati).
Con alcune gocce di pioggia che sono iniziate a scendere negli ultimi giri, i piloti del WorldSBK hanno dovuto fare ancora più attenzione a non commettere errori e Davies è riuscito a firmare la sua terza vittoria sulla pista del Lausitzring. Partito dalla nona casella dello schieramento di partenza, dopo la vittoria del sabato, il gallese ha concluso la gara davanti a Rea per oltre due secondi, mentre Melandri ha notevolmente migliorato le sensazioni in sella alla sua Ducati Panigale R rispetto a Gara1 ed è salito sul terzo gradino del podio nel suo primo fine settimana su questa pista.
Tom Sykes (Kawasaki Racing Team), invece, non è riuscito a stare con i primi tre in questa seconda gara e ha concluso così in quarta posizione, dopo essere partito settimo.
Dopo questi risultati il campione del mondo in carica Rea ha 70 punti di vantaggio nella classifica di campionato sul suo compagno di squadra Sykes.
Alex Lowes (Pata Yamaha Official WorldSBK Team) è riuscito a battere Leon Camier (MV Agusta Reparto Corse) per il quinto posto e ci sono così sei piloti britannici nelle prime sei posizioni.
Subito dietro a loro ha concluso Lorenzo Savadori (Milwaukee Aprilia) ancora una volta miglior pilota Aprilia, pagando da Camier solo + 0.115.
Jordi Torres (Althea BMW Racing Team), il pilota wildcard Markus Reiterberger (Van Zon Remeha BMW) e Xavi Fores (BARNI Racing Team) ha completato la top 10. Un coraggioso Stefan Bradl (Red Bull Honda World Superbike Team) nonostante il dolore al gomito sinistro, ha concluso 13esimo, dopo aver dovuto saltare Gara1 nel suo round di casa.
Randy Krummenacher (Kawasaki Puccetti Racing), Eugene Laverty (Milwaukee Aprilia) e Pawel Szkopek (Pazera Racing) sono scivolati, mentre Riccardo Russo (Pedercini Racing SC-Project) si è dovuto ritirare.
I piloti del WorldSBK torneranno all’azione tra un mese (dal 15 al 17 settembre) all’Autodromo Internacional do Algarve, Portimão, Portogallo.
Descrizione immagine
Descrizione immagine

27/07/2017

                     

                 

GT Sport vara una prestigiosa gara di fine stagione: la GT Open 1000, a Valencia (1-2 dicembre)

GT Sport Organización ha annunciato oggi il varo di un nuovo evento internazionale a sè stante, la GT Open 1000, che si terrà ogni anno a fine stagione.  

La prima edizione della GT Open 1000 si terrà su due giorni, venerdì 1° e sabato 2 dicembre 2017, sul Circuit Ricardo Tormo a Valencia, in Spagna.Questo eccezionale evento singolo si propone di attirare piloti e team dall’Europa intera per un evento di chiusura di stagione prima della pausa invernale. Il format della gara sarà di 1000 km e la prova sarà una gara di prestigio a sè stante, non valida per alcun campionato.  Valencia è stata scelta come sede per l’edizione inaugurale per la qualità della pista, gli ottimi collegamenti, il clima mite e la piacevole atmosfera che offre questa vivace città mediterranea.L’occasione servirà anche per celebrare, il sabato sera, la cerimonia annua di premiazione dei due campionati organizzati da Gt Sport, l’International GT Open e l’ Euroformula Open.

Nei prossimi giorni, GT Sport comunicherà i dettagli degli aspetti tecnici e sportivi della GT Open 1000, acosiccome le veture ammesse. Gli equipaggi potranno contare due, tre o quattro piloti.  

Jesús Pareja, CEO di GT Sport, ha commentato: “siamo felici di varare questo nuovo progetto, che maturava da vario tempo. L’idea è nata parlando con i team, piloti e sponsor presenti nell’International GT Open, che organizziamo dal 2006, ma non solo. Sapevamo che c’era richiesta per un evento un pò speciale e con un format più lungo, slegato da qualsiasi campionato, per chiudere la stagione in bellezza. Con il migliorare del contesto economico generale, pensiamo sia arrivato il momento di provare. Valencia è una scelta ideale come location, per tanti motivi, e ora siamo impegnati a lavorare con tutte le parti interessate per fare di questo nuovo eventoi un successo.”

 

25/07/2017

                     

               

Barwell Motorsport parteciperà alle gare di Silverstone e Barcellona

Il noto team inlgese di GT3 Barwell Motorsport ha annunciato oggi che intende partecipare alle gare di Silverstone e Barcellona dell’International GT Open con una o due Lamborghini Huracán GT3.

Fondato negli anni ’60 e con sede nel Surrey, Barwell Motorsport è una compagine molto nota nel mondo delle GT, attualmente impegnata nella BES e nel British GT (dove ha conquistato in passato due titoli assoluti e due di Team), dopo aver brillato in alter serie, tra cui l’ELMS.

Più recentemente, Barwell è passata alle Lamborghini Huracán, con il sostegno della Casa di Sant’Agata, e al momento è in testa al British GT e secondo in Pro-Am nella BES, avendo conseguito in tutto otto vittorie nella stagione in corso.

“Siamo intenzionati a continuare questo trend favorevole nell’International GT Open quest’anno, in vista anche di un possibile impegno a tempo pieno nel 2018”, ha dichiarato il team nel suo comunicato. I piloti per Silverstone e Barcellona verranno comunicati ulteriormente, a conclusione delle conversazioni ancora aperte.

Descrizione immagine
Descrizione immagine

13/07/2017

                    

 

AL SAN MARINO GILARDONI RITROVA LA CLIO R3C

 

Terzo cambio di vettura in altrettante gare per il pilota italo svizzero che questo fine settimana sarà impegnato al San Marino, uno dei più probanti rally nazionali.

 

Soazza (CH)-Tra poche ore il Rally di San Marino riaprirà il sipario sul Campionato Italiano Rally, palcoscenico nel quale il pilota Kevin Gilardoni ha incentrato i propri sforzi da un paio di stagioni.

Dopo aver corso il Rally del Salento su asfalto con la Renault Clio R3T, il driver della scuderia Movisport ha disputato e vinto il Rally del Ticino su una Ford Fiesta Wrc ed ora si appresta a gareggiare su terra con la Renault Clio R3C della GIMA Autosport che per l’occasione avrà il numero 29.

Nell’ultimo mese e mezzo abbiamo dovuto cambiare tipologia di vettura passando da una 1600cc. turbo 2Wd ad una Wrc 4x4 ed ora ritroviamo lo  sterrato con una aspirata di 2000cc. - spiega Gilardoni. Lo shake down pre-gara ci consentirà di riprendere dimestichezza con la Clio R3C della Gima che quest’anno abbiamo utilizzato all’Adriatico e che ritroveremo in uno dei rally più belli e tosti a livello nazionale. Ho corso il San Marino un anno fa per la prima volta ma ora sarà come ricominciare dato che è cambiato quasi tutto il percorso rispetto al 2016.

Obiettivo di Gilardoni, che farà ovviamente coppia con Corrado Bonato, sarà quello di conquistare dei punti utili per il Campionato Italiano 2 Ruote Motrici dove attualmente è leader con 60 punti.Il Rally di San Marino partirà alle ore 22.00 di venerdì 14 luglio da viale Ceccarini di Riccione -che visto il periodo estivo sarà affollato di pubblico- mentre sabato e domenica si terranno le prove speciali.Il primo giorno vedrà la disputa di tre passaggi sulle speciali di Sestino, Sant’Angelo in Vado e Lunano Piandimeleto prima della conclusiva e spettacolare San Marino di 5 chilometri. Il secondo giorno invece Monte Vicino e Apecchio ci saranno i due crono più lunghi della gara che verranno percorsi due volte ciascuno.Il Rally si concluderà alle ore 16.30 di domenica 16 a Borgo Maggiore.

 

 

   

10/07/2017

            

 


Il campione del mondo ha vinto la gara della domenica del #USWorldSBK round, con Sykes e Davies sul podio

Gara2 del GEICO US Round è stata disputato al Mazda Raceway Laguna Seca nel pomeriggio americano e il campione del mondo Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team) ha vinto davanti a Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) e Chaz Davies (Aruba.it Racing - Ducati).

Partito dall'ottava casella, Rea ha conquistato una vittoria dominante sul resto del gruppo, battendo il compagno di squadra Sykes, secondo per 2.887s. Il nord-irlandese va così in vacanza con 59 punti di vantaggio nella classifica generale, e questa è stata la sua seconda vittoria in terra americana. Rea ha dedicato la vittoria a Nicky Hayden.

Davies ha fatto del suo meglio per terminare secondo, ma non è riuscito a raggiungere l'inglese e ha così tagliato il traguardo in terza posizione, dopo la grande vittoria in Gara1.

Marco Melandri (Aruba.it Racing - Ducati) e Xavi Fores (BARNI Racing Team) hanno completato la top 5 sulla pista californiana.

Eugene Laverty (Milwaukee Aprilia) ha riscattato la caduta di ieri con un buon sesto posto, davanti all'altro pilota alla guida di un'Aprilia Leandro Mercado (IODARacing).

Lorenzo Savadori (Milwaukee Aprilia) ha seguito Laverty e Mercado, mentre a completare la top 10 ci sono i due portacolori del Pata Yamaha Official WorldSBK Team, Alex Lowes e Michael van der Mark.

Raffaele de Rosa (Althea BMW Racing Team), Jordi Torres (Althea BMW Racing Team) e Ayrton Badovini (Grillini Racing Team) sono scivolati, mentre Leon Camier (MV Agusta Reparto Corse) si è ritirato.

Ora inizia la pausa estiva per il MOTUL FIM Superbike World Championship 2017 e i piloti torneranno in pista per il Prosecco DOC German Round in programma dal 18 al 20 agosto.

 

   
Descrizione immagine
Descrizione immagine

28/06/2017

                  

                   

GILARDONI VINCE ANCORA IL RALLY DEL TICINO!

 

Il pilota di Soazza vince per la seconda volta consecutiva il Rally del Ticino. Il trionfo suo e di Bonato è targato A-Style Team e Movisport.

 

Soazza (CH)- Per il secondo anno consecutivo, Kevin Gilardoni e Corrado Bonato hanno vinto il Rally del Ticino; alla seconda apparizione su una World Rally Car, i due della Movisport hanno trionfato a bordo della Ford Fiesta Wrc dell’A-Style Team gommata Pirelli precedendo Ballinari di 22”9 e Carron di 38”9.

Bravura, rapida capacità di apprendimento su un mezzo nuovo e anche fortuna che ha reso un po’ più facile la scalata al secondo successo consecutivo, questi i principali elementi messi in gara dall’equipaggio.

Gilardoni si è presentato all’arrivo, sul gremito lungolago di Lugano, con il sorriso sulle labbra e la gioia di chi sa di aver fatto l’impresa:

Dopo il successo del 2016 avevamo molta pressione addosso ma ce la siamo tolta appena messo il casco. Non è mai facile correre al Ticino su strade belle ma insidiose; sono felice perché se vincere è difficile, ripetersi lo è stato ancora di più”.

In merito all’acclamazione finale KG ha commentato:

Sono oltre cinquanta le aziende svizzere che ci supportano nei programmi sportivi ed è un orgoglio per noi averle portate sul gradino più alto del podio nella corsa di casa. Il loro ritorno di immagine è stato davvero notevole e ne siamo lieti: vedere poi molti di loro presenti a fare il tifo sulle speciali, in partenza o all’arrivo è stato davvero emozionante.

Dopo aver vinto la prova speciale spettacolo a Balerna, Gilardoni e Bonato hanno condotto al top la vettura risultando sempre al comando della gara riuscendo nell’ultimo stage a gestire il vantaggio sin lì accumulato.

 

28/06/2017

                  

                

Giochi riaperti alla vigilia dell'Hungaroring


Il quarto appuntamento della stagione porta l’International GT Open in una delle tappe più gradite, l’Hungaroring, lo storico circuito di F.1 nei pressi di Budapest, la stupenda capitale ungherese, che la serie ha visitato regolarmente in passato; l’ultima volta nel 2014. Gli appassionati magiari, sempre voraci di eventi motoristici, avranno di che divertirsi, vista la griglia di quest’anno e il capovolgimento della situazione al vertice della classifica.Dopo la cavalcata delle nuove Lexus RC F nei round di Estoril e Spa, le rivali hanno reagito, come dimostrato dale vittorie di Ferrari (Ramos-Mac) e BMW (Bouveng-Rueda) in Francia, con un ricompattamento delle forze in lizza per il titolo. Albert Costa-Philipp Frommenwiler, il tandem dell’Emil Frey Racing, sono sempre in testa alla graduatoria (43 punti) ma hanno soltanto 4 punti di vantaggio sulla  Lamborghini dell’Imperiale Racing di Thomas Biagi-Giovanni Venturini, a caccia del loro primo successo, e 5 sul terzetto compost dalla Ferrari Spirit of Race di Ramos-Mac, la BMW Teo Martín di Bouveng-Rueda e la Lexus dei fratelli Farnbacher.  

In categoria Pro-Am, Marco Cioci-Piergiuseppe Perazzini (Ferrari AF Corsei) hanno un vantaggio ugualmente sottile (2 punti) sulla McLaren di Balfe-Bell, mentre in  GT-Am, Alex Moiseev-Davide Rizzo (Ferrari Kaspersky) sono passati a guidare la classifica, con 2 e 3 punti di vantaggio, rispettivamente, su un binomio di Mercedes, quelle di Silva-Coimbra (Sports&You) e Hrachowina-Konrad (MS Racing).

Descrizione immagine
Descrizione immagine

27/06/2017

                  

          

CAPOLAVORO DI CAIROLI PER LA "PRIMA" MONDIALE DI OTTOBIANO


Il Campione siciliano domina Gara 1 e Gara 2 ed è sempre più leader della classifica iridata. Per la pista di Ottobiano, per la prima volta sede di un Mondiale, è un successo. 25.000 gli spettatori nel week end.  In un week end dal caldo torrido, Tony Cairoli infiamma il pubblico del GP di Lombardia e si aggiudica l'11esima prova stagionale MXGP grazie alla vittoria in Gara 1 e 2. A otto gare dalla conclusione del Mondiale, il campione siciliano è sempre più saldamente in testa alla classifica piloti. Il Fiat Professional Fullback MXGP di Lombardia, corso sul tracciato di Ottobiano, che per la prima volta ha ospitato una tappa del Mondiale, ha fatto registrare una grande presenza di pubblico: circa 25.000 i fan e gli appassionati che nella due giorni di gare hanno affollato il circuito.
Senza dubbio un evento storico per la Lomellina e, più in generale per la provincia di Pavia.
Grande soddisfazione da parte del team congiunto che ha organizzato l'evento. Una squadra capitanata da Stefano Avandero per Maggiora Park e Luca Gualini, per Ottobiano Motorsport. Quest'edizione ha messo tutti d'accordo: una "prima" che è stata davvero un successo.
"Che grande evento - afferma Stefano Avandero, Amministratore di Maggiora Park - e che grande pubblico. Siamo riusciti a creare una pista dal lay out fantastico, super spettacolare per piloti e spettatori. Il motocross è un fenomeno sempre più in crescita e l'Italia è uno dei Paesi guida. Chi viene e partecipa, capisce il fascino di questo sport. Poi c'è Cairoli, un fenomeno vero".
"È davvero una soddisfazione per me - prosegue Avandero - vedere come lo storico gruppo di lavoro che dal 2013 ha organizzato gli eventi di Maggiora, là dove batte il nostro cuore, ha saputo farsi onore anche "fuori casa", integrandosi alla perfezione con i professionisti di Ottobiano.
L'appuntamento è all'anno prossimo. Questo nostra nuova squadra tornerà con una tappa del Mondiale anche nel 2018".


27/06/2017

                    

F1 Gara folle, ma Seb estende il vantaggio nel mondiale. Kimi out


Baku – Nella gara più incredibile di tutto il mondiale (e forse della storia) Seb Vettel conquista un quarto posto che gli consente di portare a 14 il suo vantaggio in testa alla classifica del mondiale Piloti. Kimi deve purtroppo arrendersi alle conseguenze di un tamponamento al via. Due curve e già succede di tutto, con Kimi che viene spinto contro il muro a destra quando aveva già passato Bottas all’esterno, mentre la Mercedes rompe l’ala anteriore. Seb si ritrova secondo dietro a Hamilton, mentre anche l’altra Ferrari rimane in gara, quinta. Al nono giro Seb segna il giro veloce, il suo distacco è sotto i 4 secondi. La SF70H di Kimi non è in condizioni perfette, ma il duello Perez-Verstappen davanti a lui gli dà modo di restare in contatto. La Red Bull ha problemi di motore e Iceman guadagna una posizione. Dodicesimo giro, Kvyat fermo in pista, esce la safety car e Seb si tuffa al box e monta le Soft. Kimi lo imita subito dopo. La neutralizzazione cambia per tutti le strategie, meno preoccupazione per i consumi ma dubbi sulla temperatura delle gomme. La corsa riprende al 17esimo passaggio e Seb si difende bene dall’attacco di Perez, mentre Kimi non può fare altrettanto e perde due posizioni. Ma immediatamente dopo torna fuori la safety car: detriti in pista, il deflettore sulla macchina di Kimi ha ceduto del tutto. I piloti dovranno passare dalla corsia box. Hamilton rallenta troppo, Seb quasi gli va addosso (e si arrabbia), mentre al restart Kimi fora la posteriore destra sui rottami della Force India di Perez. E’ l’ennesima interruzione e Raikkonen va ai box. Ma la gomma va a pezzi, il danno aumenta e deve ritirarsi. Poco dopo esce la bandiera rossa. Una lunghissima interruzione, che dà modo ai ragazzi di fare un altro miracolo sulla vettura di Kimi, per rimetterla in pista. Ma l’intervento in “fast lane” per togliere qualcosa di rotto gli costerà un’investigazione. La corsa riparte alle 18:18, mancano 27 giri e Seb stavolta attacca con decisione, difendendosi al contempo da Ricciardo. Il ritmo, rimontate le Supersoft, è serrato.

 

Descrizione immagine
Descrizione immagine

19/06/2017

                  

                   


LA LEONESSA CORSE SI PREPARA PER IL RALLY DELLA MARCA


Saresera e Parolaro gareggeranno al Rally della Marca cimentandosi rispettivamente nel Trofeo Peugeot  e nel Suzuki. Il Rally si svolgerà il 23 e il 24 giugno.

 

Brescia- Il Rally della Marca catalizzerà le prossime attenzioni della Leonessa Corse, gruppo sportivo bresciano che nel rally trevigiano vedrà impegnati due suoi equipaggi. Sulla Peugeot 28 R2B della Vieffecorse, Gianluca Saresera e Daniel Taufer cercheranno di proseguire nel trend positivo di questa prima parte di stagione con Elba e 1000 Miglia che hanno fruttato due secondi posti e la vetta della graduatoria generale. Avversari come Carella o Grani sono davvero tosti ma la costanza di rendimento del giovane pilota bresciano e dell’esperto naviga trentino stanno sinora ripagando del duro lavoro svolto. I due portabandiera della Leonessa con la presenza nel CIWrc si stanno cimentando contemporaneamente in due ambiti: la coppa Michelin e la classe R2B di CIWrc: attualmente sono in vetta al monomarca legato al binomio Peugeot/Michelin con 46 punti così come sono capoclassifica nella classe R2B con 24 punti. Sempre per cimentarsi in un monomarca ma nell’ambito del Suzuki Rally Cup, Nicolas Parolaro e Gianluca Marchioni affronteranno il Marca con lo scopo di misurarsi con i pari categoria al via con le Swift R1B: con una vettura curata dalla Gliese, il pilota di Sondrio ed il copilota di Colico, assenti all’Elba,  proveranno a centrare quel podio mancato per poco al 1000 Miglia.  Il Rally della Marca, dopo la speciale spettacolo denominata ZadraRing che si svolgerà la sera di venerdì 23 giugno, entrerà nel vivo il giorno seguente con le speciali del Monte Cesen, Monte Tomba e Castelli per un totale finale di 125 chilometri di prove.


19/06/2017

                   


Melandri trionfa a Misano

Il paddock del MOTUL FIM Superbike World Championship arriva al Misano

Il ravennate ha riportato la Ducati sul gradino più alto del podio firmando la 100esima vittoria italiana nella categoria. Sul podio con lui la coppia Kawasaki, Jonathan Rea e Tom Sykes
Al Misano World Circuit Marco Simoncelli è risuonato l’Inno di Mameli grazie ad una strepitosa vittoria di Marco Melandri (Aruba.it Racing – Ducati) la 20esima nella sua carriera nel WorldSBK. Il ravennate ha preceduto sul podio gli alfieri del Kawasaki Racing Team, Jonathan Rea e Tom Sykes.
Dopo la scivolata di ieri in Gara1 all’ultimo giro, Marco Melandri ha svolto una Gara2 impeccabile davanti al suo pubblico di casa, dove ha vinto con la sua Ducati Panigale R ottenendo la 100esima vittoria italiana nel WorldSBK. Scattato dalla quarta fila, decima casella, il ravennate ha svolto una gara d’intelligenza, aspettando i momenti giusti per attaccare gli avversari, e ha poi dominato la parte finale della corsa tornando a vincere dopo quasi tre anni. La sua ultima vittoria, infatti, risaliva a Gara2 di Magny Cours nel 2014. Alle spalle dell’italiano hanno concluso i due portacolori del Kawasaki Racing Team Jonathan Rea e Tom Sykes che partiti dalla terza fila non hanno mai lottato per la vittoria. Il nord-irlandese è sempre il leader nella classifica generale e dopo i sette round ha un vantaggio di 50 punti sul compagno di squadra. Quarto posto per Michael van der Mark (Pata Yamaha Official WorldSBK Team) che ha preceduto la coppia del team Milwaukee Aprilia composta da Eugene Laverty e Lorenzo Savadori nel secondo e ultimo round di casa per la casa costruttrice.
Raffaele De Rosa (Althea BMW Racing Team) ha tagliato il traguardo in settima posizione, seguito da Randy Krummenacher, Leandro Mercado (IODARacing) e Stefan Bradl (Red Bull Honda World Superbike Team) che completano la top 10. A traguardo sono arrivati infine i due piloti del Grilini Racing Team Ayrton Badovini  e Ondrej Jezek. Sono stati costretti al ritiro per problemi tecnici Leon Camier (MV Agusta Reparto Corse), Xavi Fores (BARNI Racing Team) e Roman Ramos (Team Kawasaki Go Eleven). Jordi Torres (Althea BMW Racing Team), che è stato autore di una grande performance dominando otto giri, si è invece dovuto ritirare per un problema alla gomma posteriore al diciottessimo giro.Quando mancavano ancora 10 giri da disputare è scivolato Alex Lowes (Pata Yamaha Official WorldSBK Team) alla curva 2 e non ha potuto portare a termine la gara. Chi invece non ha preso parte è stato Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati) che è stato dichiarato non idoneo dopo l'incidente avvenuto ieri in Gara1, dove ha rimediato la frattura della terza vertebra lombare e la contusione al pollice sinistro.
Il prossimo round del WorldSBK andrà in scena a Laguna Seca per il Geico US Roun, l’8 e il 9 luglio, prima che inizi la pausa estiva.
Descrizione immagine
Descrizione immagine

12/06/2017

                  

              

Gran Premio del Canada - Piazzamento d’orgoglio

Montreal – Il Gran Premio più difficile di quest’anno finisce con un quarto e un settimo posto per Seb e Kimi. Visto come si era messa al primo giro, con due vetture danneggiate e un muso da cambiare, una strategia da ricostruire, sorpassi in pista da effettuare, è una dimostrazione di coraggio e determinazione per piloti e squadra. Sebastian resta in testa al mondiale Piloti con 141 punti, tredici in più di Hamilton.

Raffiche di vento, polvere in pista, persino qualche nube nera ma innocua accrescono la tensione prima del via. Lo scatto fulminante di Verstappen costringe Seb, partito benissimo, ad alzare il piede. SI ritrova quarto, ma dietro la collisione Massa-Sainz fa subito uscire la safety car. La manovra di Max ha danneggiato la paratia destra dell’ala anteriore di Sebastian, c’è il rischio di un cedimento e durante la neutralizzazione si decide la sostituzione del musetto e delle gomme, passando alle Supersoft. Purtroppo non è l’unico danno per la SF70H, che perde carico per un problema al fondo scocca. Kimi intanto ha perso terreno nel duello con Ricciardo e si ritrova sesto: uscendo sull’erba ha rovinato anche lui qualcosa.


12/06/2017

Motori

 

Prima vittoria per Rueda-Bouveng. Ritorno al vertice della BMW di Teo Martín

 

Fran Rueda e Victor Bouveng conquistano la prima affermazione nell’International GT Open, dando anche alla BMW M6 e Teo Martín Motorsport il primo successo stagionale. Lo spagnolo e lo svedese, dopo il quinto posto di gara 2, hanno costruito strategicamente il successo odierno.
Hanno così preceduto il duo dell’Imperiale Racing Lambo Vito Postiglione-Andrea Fontana, anch’egli al primo podio nella serie, davanti alla Merceds Drivex di Marcelo Hahn-Alex Hellmeister, vincitori della Pro-Am davanti a Cioci-Perazzini (AF Corse Ferrari) e Plachutta-Jäger (Lechner Mercedes). Alex Moiseev-Davide Rizzo calano un impressionante poker di successi consecutivi nella GT-Am.Dopo la tappa transalpina, la classifica generale vede un ricompattamento al vertice con Costa-Frommenwiler ancora leader, ma con soli tre punti di vantaggio su Biagi-Venturini e quattro più di Rueda-Bouveng, Ramos-Mac e dei fratelli Farnbacher.
LA GARA – Al via, Caldarelli mantiene il vantaggio derivante dalla pole position, precedendo Jäger, Cioci, Rueda, Hellmeister, Postiglione, Ledogar, Beirão, Frommenwiler e Ramos. Alcuni piloti tagliano la prima chicane, ma i primi giri sono abbastanza ordinati, con Ling che manca il punto di frenata alla chicane del Mistral al secondo giro. Postiglione prende la quinta piazza da Hellmeister, mentre Ramos, dopo aver superato Frommenwiler attacca Beirão. Un contatto all’ultima curva del quinto passaggio, con la Ferrari che ha la meglio, ma danneggia la carrozzeria all’anteriore, con Beirão invece costretto al ritiro un giro dopo, col portoghese successivamente penalizzato dalla direzione gara di 10 secondi. Parallelamente Mario Farnbacher si ritira in pit-lane, riportando gli stessi problemi allo sterzo di ieri.La migliore battaglia è tra Frommenwiler, Biagi, Rizzo e Ling per la nona piazza, mentre quando si apre la finestra per il cambio pilota, c’è un contatto tra Bell e Tappy, con Balbiani che conduce la GT-Am su Rizzo.Dopo i pit-stop, Bouveng supera Sungyang per la leadership, mentre Fontana è terzo davanti ad Hahn, Plachutta, Perazzini, West, Venturini e Sini. Con lo svedese che aumenta sensibilmente il proprio vantaggio, si stabilizza la situazione con Hahn terzo e Perazzini che sopravanza Plachutta. L’italiano passa anche l’altra Mercedes, ma finisce lungo e deve ricedere la posizione mezzo giro dopo. Moiseev conquista un’altra vittoria in GT-Am, davanti a Hrachowina e Basso.

Descrizione immagine
Descrizione immagine

11/06/2017


 

Il giorno dei Micheli al Ricard, con la superba vittoria di Ramos-Mac

 

È stato il giorno dei Micheli in un pomeriggio molto caldo al Paul Ricard: la coppia Spirit of Race di Mikkel Mac e Miguel Ramos ha regalato al team ed alla Ferrari la prima vittoria di quest’anno. Il danese ed il portoghese sono emersi vincendo davanti alla Lamborghini Huracan di casa Imperiale Racing con Giovanni Venturini e Thomas Biagi, al secondo podio della stagione, con la SPS Automotive Performance Mercedes AMG di Valentin Pierburg-Tom Onslow Cole a chiudere il podio. Il duo anglotedesco si è anche imposto per la prima volta nella Pro-Am, precedendo Cioci-Perazzini (AF Corse Ferrari) e Hahn-Hellmeister (Drivex Mercedes).  Alex Moiseev-Davide Rizzo (Kaspersky Racing Ferrari) vincono ancora nella Am, precedendo Konrad-Hrachowina (MS Racing Mercedes) e Basso-Galbiani (Sports&You Mercedes).  La prima parte della gara è stata dominata dalla Teo Martín BMW M6 di Augusto Farfus, che si è strenuamente difeso nella leadership, fino a quando al pit-stop una perdita d’olio ha scaturito le fiamme nella parte posteriore della vettura. La miglior Lexus è stata la Emil Frey Racing di Albert Costa-Philipp Frommenwiler, quarti e di conseguenza leader di campionato a scapito dei fratelli Farnbacher, ritiratisi.
LA GARA –
Drammatico inizio per la Lamborghini FFF Racing con Liuzzi alla guida che prende fuoco nel giro di schieramento a causa di una perdita di benzina. Le procedure di partenza vengono ritardate, ma allo spegnersi dei semafori il poleman Mac viene chiuso a sandwich da Onslow-Cole e Farfus, con altri contatti alla prima curva. È così Frafus a prendere la leadership precedendo Bell, Mac, Venturini, Tappy, Costa, Onslow-Cole, De Narda e Liberati. Al secondo giro Costa prende la quinta piazza ai danni di Tappy, mentre due giri dopo Mac sopravanza Bell per il secondo posto e si mette alla cacca di Farfus. Al quinto passaggio, con un bel sorpasso all’esterno, Bouveng ha la meglio di Liberati per la nona piazza.

 

08/06/2017

               

 


Gran premio del Canada - Nel nome di Gilles

 

Ricavato sulle strade perimetrali dell’isola artificiale di Notre Dame, il tracciato di Montreal, lungo 4.361 metri, garantisce spesso gare spettacolari. Per andare forte infatti bisogna sfiorare i muretti e ogni tanto qualcuno esagera. Famoso rimane il “wall of champions”, il muro in uscita dall’ultima curva testimone degli incidenti di molti campioni. Quasi sempre in questa corsa prima o poi deve entrare la Safety Car a causa della pressoché totale mancanza di vie di fuga. Estremamente sotto pressione su questa pista sono i freni. La pista richiede grande trazione e mette in luce la potenza del motore sul lunghissimo rettilineo che dal tornantino porta alla chicane prima del traguardo. La Scuderia Ferrari in Canada ha vinto 11 volte, dieci delle quali a Montreal. Indimenticabile la prima, messa a segno da Gilles Villeneuve. Qui si ricorda anche l’unica vittoria di Jean Alesi, avvenuta nel giorno del suo 31esimo compleanno (1995). Schumacher si è imposto sei volte.

Il tornantino
Dalla qualità di percorrenza di questa curva dipende la velocità di punta nel successivo rettilineo, fondamentale per attaccare ma ancor più per difendersi dato che chi insegue può giovarsi del DRS. Qui è fondamentale avere una buona trazione.

L’ultima chicane
Sbagliarla può voler dire, nella migliore delle ipotesi, uscire lenti sul rettilineo; nella peggiore andare a sbattere sul celebre muro dei campioni e causare l’ingresso della Safety Car, che qui è di casa.

 

Descrizione immagine
Descrizione immagine


01/06/2017

                

OTTIMO WEEKEND PER LA LEONESSA CORSE TRA 1000 MIGLIA E VERZEGNIS


Col secondo posto di R2B Saresera balza al comando del Trofeo Peugeot mentre è positivo il ritorno di Parolaro, quarto di Suzuki. A Verzegnis il subarista Soretti è protagonista con il 16° tempo assoluto nonché il 3°di E1.

 

Brescia- Quello appena concluso è stato un fine settimana importante per la Leonessa Corse, squadra bresciana impegnata su due fronti, il Rally 1000 Miglia e la salita di Versegnis.

Nel secondo rally del CIWrc erano due gli equipaggi della squadra impegnati: Saresera-Taufer e Parolaro-Marchioni.

Gianluca Saresera e Daniel Taufer, a bordo della Peugeot 208 R2B della Vieffecorse, hanno animato la sfida della categoria con ottimi tempi; alla luce dei prematuri ritiri di due degli avversari diretti di campionato, il duo lombardo-trentino ha pensato di non compiere errori fatali e di incamerare punti preziosi nelle varie graduatorie in cui è impegnato: con il secondo posto finale, Saresera è ora leader del Michelin Rally Cup con 46 punti (relativamente al raggruppamento R2 ed annessi) e della Coppa Csai R2 (24 punti).

Bella la prova del rientrante Nicolas Parolaro in coppia con Gianluca Marchioni: con la Suzuki Swift curata dalla Gliese, i due lombardi rientravano dopo un’assenza di circa dieci mesi e ritrovare subito i giusti automatismi non è stato facile. Nella bella e battagliata sfida riservata ai trofeisti del Suzuki Rally Cup, il pilota sondriese ha maturato un secondo posto di Under 25 ed un quarto che fa ben pensare per i prossimi impegni.

 

Più ad est, e nello specifico in Friuli Venezia Giulia, il bresciano Mauro Soretti si è approcciato per la prima volta alla salita di Verzegnis. Sul celebre tratto valevole per il CIVM, il pilota della Subaru Impreza ha utilizzato le manche del sabato per testare per la prima volta il percorso nel quale si cimentavano anche altri talenti indiscussi e della disciplina e della categoria E1, la stessa del pilota di Alfianello.

Nonostante ciò Soretti ha condotto con velocità sino al terzo posto di classe col tempo di 5’44”47 a soli 0”35 dalla seconda posizione e terminando in un’ottima 16° piazza della graduatoria generale. Grande soddisfazione per il “leoncino” che si è confrontato con dodici rivali di E1 +3000 mostrando fin dai primi metri la sua competitività.

 


30/05/2017

                

Gran Premio di Monaco Seb-Kimi: doppietta Ferrari

 

Montecarlo – Una vittoria storica per una gara storica: Sebastian Vettel davanti a Kimi Raikkonen nel trionfo Ferrari a Montecarlo. Per la Scuderia è il 227esimo successo nel mondiale, per Seb il 44esimo in carriera e il sesto con la Rossa. Vettel conduce il mondiale con 129 punti, Kimi è quarto a quota 67. Per la Scuderia è l’82esima doppietta.Come sempre a Monaco, a pochi minuti dal via, la pista è piena e i cuori anche. Ogni sorta di aspettative, emozioni, timori (“controlla il cerchio, sembra che il pilota abbia sfiorato la barriera…”) prima che si formi una griglia di partenza che in cima è tutta rossa. Tanto, forse tutto si può decidere nei pochi secondi fra la linea di partenza e la staccata di S.te Devote.Ma in realtà è la partenza più “normale”, la più desiderata, quando hai due macchine in prima fila. Kimi scatta bene dalla pole, sul lato destro della pista, tirandosi dietro Seb che resiste alla Mercedes. Le due SF70H allungano già un po’ su Bottas, Verstappen e Ricciardo. Il caldo renderebbe difficile comunque seguire un’altra monoposto da vicino, per paura di surriscaldamenti. Seb segue Kimi a circa 1”4 in questa fase, ma le Rosse iniziano già a forzare il ritmo, girando sull’1’17” basso. Le strategie di base sono semplici: un solo cambio gomme poco prima di metà gara, per passare dalle Ultra alle Supersoft: meglio quindi costruirsi da subito un piccolo vantaggio. A un sesto di gara, tra le due Ferrari ci sono poco più di due secondi, mentre Bottas perde terreno. Un po’ di animazione arriva al giro 15: miglior tempo per Sebastian, 1’16”197. Al passaggio successivo, il retrotreno della Renault di Hulkenberg inizia a fumare nella discesa verso il Mirabeau. Nella postazione, gli ingegneri si attivano subito in caso di safety car, ma c’è solo bandiera gialla. La voce impassibile di Diego Ioverno scandisce le possibili procedure. Con le luci gialle, Bottas ha rallentato meno delle Ferrari e adesso è a cinque secondi da Seb, che a sua volta si è avvicinato a Kimi.

Ventiseiesimo giro, siamo già in zona doppiaggi. Per passare Button e Wehrlein, in lotta fra loro, Kimi perde tempo. Passa anche Seb, ma Bottas ha recuperato quattro secondi. Il duo rosso reagisce con prontezza. Al giro 32 la Red Bull apre le danze col pit-stop di Verstappen. Un giro dopo tocca a Bottas. Subito dopo la Ferrari si protegge cambiando – come previsto – le gomme a Kimi. Seb si trova così in testa davanti a Ricciardo che spinge furiosamente, lotta con Seb a colpi di migliori parziali. Il miglior giro di Vettel, 1’15”587, dà un’idea del potenziale Ferrari. Ricciardo va ai box a metà gara e Seb continua a forzare, preparando il suo pit-stop alla fine del 39esimo giro. In uscita se la vedrà con Kimi: e la manovra riesce.

A Montecarlo questo di solito vuol dire che, per cambiare qualcosa al vertice, servono grosse sorprese. Seb continua a tirare, mentre Kimi si tiene dietro Ricciardo. Ed ecco l’imprevisto: mancano 18 giri e Wehrlein, urtato da Button, si pianta al Portier, con la Sauber ribaltata a 90 gradi contro le barriere.Esce la safety car, distacchi azzerati quando il leader aveva 12” su Raikkonen. Seb si informa via radio, gli dicono che Pascal è incolume. L’interruzione è lunga, la SC rientra a 12 giri dalla fine. La gara si riapre. Si rilanciano bene le due Ferrari, mentre dietro è bagarre e Vandoorne va a sbattere a Sainte Devote.

Descrizione immagine
Descrizione immagine

15/05/2017

             

            

             Davies tinge di rosso Imola

 

Il pilota Ducati vince anche Gara2 davanti al pubblico italiano, sul podio con lui la coppia del Kawasaki Racing Team, Rea e Sykes

Grande festa Ducati al Motul Italian Round con la vittoria di Chaz Davies (Aruba.it Racing Ducati) anche in Gara2, che firma una splendida doppietta così come fatto lo scorso anno. Sul podio con il gallese Jonathan Rea e Tom Sykes, alfieri del Kawasaki Racing Team.
Dopo una bandiera rossa al primo giro a causa di alcuni problemi alla moto di Ayrton Badovini che ha lasciato olio in pista, la seconda manche è finalmente iniziata con 18 giri da percorrere. In pole position partiva Tom Sykes, mentre dalla terza fila scattavano Chaz Davies, Jonathan Rea e Marco Melandri, saliti sul podio sabato.
Tom Sykes, che fin dall’inizio ha avuto un buon feeling su questa pista con la sua Kawasaki, ha tentato la fuga sul tecnico tracciato di Imola, ma all'ottavo giro è arrivato alle sue spalle Chaz Davies che dopo una bella rimonta ha dominato il resto della gara aumentando sempre più il vantaggio sui suoi inseguitori.
Con il gallese leader l’attenzione si è spostata sulla lotta per il secondo gradino del podio tra Tom Sykes e Jonathan Rea e il campione del mondo in carica ha ottenuto per la terza volta quest’anno il secondo posto, finora il suo peggior risultato.
Ai piedi del podio sono rimasti Xavi Forés (Barni Racing Team) e Marco Melandri che non ha potuto fare meglio del quinto posto davanti al suo pubblico.
Al sesto posto ha tagliato il traguardo Alex Lowes (Pata Yamaha Official WorldSBK Team) seguito da Eugene Laverty (Milwaukee Aprilia) protagonista ieri di una caduta ad alta velocità che aveva decretato la fine della gara. L’irlandese ha preceduto un ottimo Jordi Torres (Althea BMW Racing) partito ultimo dato che ieri non aveva preso parte a Gara1 per un'influenza intestinale.
La top 10 è completata da Michael van der Mark, su Yamaha, e da Leandro Mercado, portacolori del team Iodaracing, che ha riscattato così la caduta di Gara1. 
 Undicesimo Roman Ramos (Team Kawasaki Go Eleven) che ha preceduto la coppia del Red Bull Honda World Superbike Team, Nicky Hayden e Stefan Bradl, tra cui ha concluso Lorenzo Savadori (Milwaukee Aprilia). Sedicesimo tempo per Raffaele De Rosa. 
Sono caduti rispettivamente al secondo e terzo giro Leon Camier e Alex De Angelis, e si sono successivamente ritirati.

15/05/2017

             

Kaspersky Motorsport torna nel GT Open a Spa e Paul Ricard

 

 La scuderia russa Kaspersky Motorsport parteciperà di nuovo a gare scelte dell’International GT Open, come fatto lo scorso anno, e ha annunciato la sua presenza alle gare di Spa e Paul Ricard. Il team, che si avvale dell’assistenza tecnica di AF Corse, ha iscritto la sua Ferrari 488 per Alex Moiseev, il suo pilota di riferimento, che in Belgio sarà in coppia con Davide Rizzo. Il compagno di Moiseev per Le Castellet verrà annunciato ulteriormente.  Alex Moiseev ha commentato: “L’inizio di una nuova stagione è sempre un momento eccitante. Non ho corso dallo scorso anno e sono impaziente di riprendere, specie su un circuito così entusiasmante come Spa. Il mio livello prestazionale è cresciuto molto e punto a progredire anche negli altri aspetti agonistici. Sono davvero eccitato di essere a Spa».Davide Rizzo, vicentino ch risiede in Asia, dove ha ottenuto i suoi maggiori successi sportii, ha dichiarato: “Spa è una delle mie piste favorite e sono impaziente di esserci. Il tracciato è meraviglioso, alterna curvoni veloci e molto guidati con curve di ogni tipo. E’ molto impegnativo ma mi piace. Sono felice di correre con Alex, con cui mi intend molto bene, e sono sicuro che faremo un buon lavoro per ottenere i risultati sperati da Kaspersky Motorsport e Kaspersky Lab.”

Descrizione immagine
Descrizione immagine

11/05/2017

              

            

BULACIA CORRERA’ ALL’ADRIATICO CON I COLORI DELLA GIESSE PROMOTION


Il 16enne pilota boliviano sarà in gara alla seconda gara del Campionato Rally Terra e quarta dell’Assoluto, con una Ford Fiesta R5 dell’Erreffe Rally Team scudata dalla bergamasca Giesse Promotion.

 

 

Selvino (BG)- Il 24° Rally dell’Adriatico che partirà domani sera da Senigallia avrà molti motivi di interesse. L’incrocio tra il Campionato Italiano Rally Assoluto ed il Terra vedrà lottare i più bravi interpreti delle strade bianche che nell’entroterra marchigiano si daranno battaglia tra sabato e domenica.Uno dei confronti più attesi è quello tra i due ancora non patentati Kalle Rovanpera e Marco Bulacia.Proprio quest’ultimo, che utilizzerà una Ford Fiesta R5 dell’alessandrina Erreffe Rally Team, avrà i riflettori puntati su di sé dopo il fantastico esordio del Liburna dello scorso mese quando, al debutto con questa vettura, chiuse 8° assoluto.Boliviano di Santa Cruz, diciassette anni da compiere a fine  settembre, Bulacia gareggerà con i colori della Giesse Promotion di Selvino, scuderia bergamasca sempre molto attenta nell’annoverare tra le proprie fila grandi talenti: due anni fa infatti, sempre a partire dall’Adriatico, corse con il sodalizio orobico il francese Chardonnay che finì a podio proprio con una Fiesta R5 dell’Erreffe.“Marquito” Bulacia, nonostante la giovane età è già due volte campione boliviano e per poter maturare ha scelto le strade sterrate del Belpaese dopo i già ottimi allori conquistati in Bolivia. Ad affiancarlo ci sarà il navigatore argentino Adrian Fernando Mussano; i due gareggeranno all’Adriatico con il numero 24.Composto da due tappe, il 24° Rally dell’Adriatico avrà Senigallia come sede di partenza (venerdì 12 maggio ore 19.30) mentre Cingoli come base logistica. I centotrenta chilometri di prove speciali saranno spalmati  in quindici tratti cronometrati suddivisi equamente nelle due giornate di sabato e domenica; la gara si concluderà nel Viale Valentini di Cingoli alle ore 16.00 proprio di domenica 14 maggio.

11/05/2017

             

F1 Gran Premio di Spagna - Parte la sfida

 

Una pista “completa”, durissima per le gomme. E una logistica diversa

 

Il Gran Premio di Spagna, da diversi anni, è considerato la gara che apre la stagione “europea”. Le virgolette sono d’obbligo, perché anche Sochi, sede dell’ultima gara disputata, è in Europa. Ma la logistica e la preparazione per il Circuit de Catalunya sono totalmente diverse. Alla vigilia, le monoposto rientrano – per la prima volta nella stagione – nella sede del team, dove vengono revisionate e riverniciate. I materiali stavolta viaggiano via terra: per la Scuderia Ferrari, la partenza è fissata al martedì. E a differenza delle trasferte precedenti, in Spagna le vetture arrivano sul posto già quasi completamente montate. La pista di Montmelò, a nord-est di Barcellona, ha ospitato per la prima volta la Formula 1 nel 1991. Da allora è la sede preferita per i test invernali. E’ una pista “completa”, con alcune curve molto veloci (segnatamente la 3 e la 9) che le monoposto 2017, nelle prove pre-campionato, hanno dimostrato di poter percorrere a pieno gas grazie a gomme larghe e maggior carico aerodinamico. L’ultimo settore è invece composto di curve più lente, fra cui la chicane alla 13, realizzata dieci anni fa, che privilegiano la trazione. Il disegno della pista rende difficili i sorpassi. Sul fronte pneumatici, la situazione è quasi l’opposto rispetto alla Russia e non a caso Pirelli ha portato la scalatura di mescole più dure della gamma: Hard, Medium e Soft. La Scuderia Ferrari l’anno scorso ottenne due piazze sul podio con Kimi e Seb; nei test invernali, la SF70H si è comportata bene: ma nel fine settimana tutte le squadre troveranno una situazione meteo ben diversa, con temperature previste di 22-23°C

Descrizione immagine
Descrizione immagine

09/05/2017

                        

Aston Martin Brussels torna a Spa non solo per brillare ancora


Dopo la bella apertura di stagione all’Estoril, l’International GT Open si prepara per il prossimo appuntamento a Spa-Francorchamps, dove si attende una griglia ancora più folta e ricca. La prima iscrizione supplementare ad essere annunciata è quella dell’Aston Martin Brussels, una scuderia che ha partecipato nell’Open saltuariamente in qusti ultimi anni, ma sempre con grande successo, ottenendo una vittoria assoluta, vittorie di classe e vari podii, gli ultimi due nell’ultima apparizione nella gara di casa, nel 2015.

Il team diretto da José Farasyn si è distinto anche per aver portato nell’Open piloti belgi di primissimo piano, come Maxime Martin, Bertrand Baguette, Maxime Soulet o Enzo Ide. Sarà il caso anche quest’anno, visto che l’Aston Martin Vantage GT3 bianco-gialla è affidata a due veri ‘local heroes’: il triplo campione belga di GT Tim Verbergt (41 anni) che l’ha già guidata nel 2015, e il promettente 25enne Sam Dejonghe, che conosce bene i weekend GT Sport per essere stato protagonista in passato nell’European F3 Open (e vice-campione della Coppa nel 2011).

A Spa, Aston Martin Brussels sarà presente anche a scopi benefici, per sostenere l’azione della ONG  ‘Liège aide Haïti’ (Liegi aiuta Haiti) che raccoglie fondi per migliorare le catastrofiche condizioni di viabilità nel paese in seguito al devastante terremoto del 2010.

04/05/2017

  

Lexus vince ancora, questa volta coi fratelli Farnbacher

 

 

La nuova RC-F raddoppia il bottino di vittorie conquistate ad Estoril, ottenendo anche il successo in gara 2, questa volta per mano della famiglia Farnbacher, e con Dominik e Mario Farnbacher alla guida. È stata ancora una condotta di gara consistente con una strategia perfetta che la coupé giapponese si è imposta anche in gara 2 con pista a tratti umida per gli scrosci di pioggia. I Farnbacher hanno anche preso la leadership di campionato.
La Lamborghini di Imperiale Racing con Thomas Biagi-Giovanni Venturini coglie un’eccellente secondo posto precedendo la McLaren di Garage 59 di Duncan Tappy-Michael Benham, che si aggiudica anche il successo della Pro-Am (accompagnati sul podio di classe da Balfe-Bell e l’AF Corse Ferrari di Perazzini-Cioci).  
Nella categoria Am, prima affermazione per gli austriaci di MS Racing su Mercedes AMG GT3, con Alexander Hrachowina-Martin Konrad, a precedere le vetture della casa di Stoccarda gestite dai portoghese di Sports&You, con Silva-Coimbra e Basso-Figueiredo.

Dominik Farnbacher: “Il segreto di questa vittoria è stata la regolarità, abbiamo mantenuto un buon passo e non abbiamo commesso errori. Ancora più cruciale, è stata la gestione delle gomme, che soffrono parecchio col sottosterzo. Abbiamo salvato un set di pneumatici nuovi per il secondo stint oggi, ed è stata la chiave”.

Mario Farnbacher: “Ieri non eravamo pienamente soddisfatti con la vettura, ma abbiamo capito un sacco di cose interessanti che abbiamo potuto utilizzare oggi, ed è stata tutta un’altra storia. È stata una bellissima partenza di stagione ma già da Spa ci aspettiamo che sarà un’annata molto combattuta”.


   
Descrizione immagine
Descrizione immagine

01/05/2017

                       


Grande vittoria per Rea nella sua 200esima gara del WorldSBK


Su una pista soleggiata ma con il vento protagonista al TT Assen Circuit Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team) ha dato un’altra dimostrazione del suo grande talento vincendo Gara2 sul suo compagno di squadra Tom Sykes, mentre Chaz Davies (Aruba.it Racing - Ducati) ha completato il podio.
Nella sua 200esima gara del WorldSBK Rea ha tagliato il traguardo con soli 25 millesimi di vantaggio su Sykes che gli ha imposto grande stress negli attimi finali. Dopo la vittoria di Gara1, questa è per Rea il settimo successo del campionato 2017 e l’undicesima vittoria su questa pista, che lo proietta nella classifica iridata con un vantaggio di 64 punti.
Sykes ha fatto un grande sforzo, dopo i suoi recenti problemi fisici, e continuerà a puntare alla vittoria nel prossimo appuntamento stagionale, a Imola.
Dopo il ritiro forzato all’ultimo giro del sabato, Davies ha conquistato il quinto podio stagionale, con il terzo posto, davanti al “padrone di casa” Michael van der Mark (Pata Yamaha Official WorldSBK Team) che ha recuperato con un buon quarto posto la caduta di ieri. 
L’olandese, partito dall’undicesima casella, ha lottato con Davies per il terzo gradino del podio fino al dodicesimo giro, ma si è poi dovuto accontentare del quarto posto con la sua Yamaha.
Alex Lowes (Pata Yamaha Official WorldSBK Team) ha chiuso la top 5, ottenendo un buon risultato dopo la caduta del sabato. Un altro inglese Leon Camier (MV Agusta Reparto Corse) ha ottenuto il sesto posto, seguito per più di un secondo dallo spagnolo Jordi Torres (Althea BMW Racing Team).
La top 10 è stata completata da Eugene Laverty (Milwaukee Aprilia), Nicky Hayden (Red Bull Honda World Superbike Team) e Stefan Bradl (Red Bull Honda World Superbike Team).
Sono infine caduti i tre italiani Lorenzo Savadori (Milwaukee Aprilia), Marco Melandri (Aruba.it Racing - Ducati) e Riccardo Russo (Guandalini Racing) e avranno la possibilità di rifarsi nel round di casa, a Imola, tra due settimane.

30/04/2017

                  

      Vittoria per Rea, ritiro per Davies


L’Acerbis Dutch Round ha visto Rea vincere Gara1 dopo una lunga battaglia con Davies, costretto al ritiro proprio sul finale. Sul podio Sykes e MelandriJonathan Rea (Kawasaki Racing Team) ha conquistato una grande vittoria in Gara1 all’Acerbis Dutch Round nella giornata del sabato, dopo una lunga battaglia con Chaz Davies (Aruba.it Racing - Ducati) che al penultimo giro si è ritirato a causa di alcuni problemi alla sua Ducati. Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) ha tagliato il traguardo in seconda posizione, davanti a Marco Melandri (Aruba.it Racing - Ducati) che ha completato il podio.Rea è scattato dalla quarta casella dello schieramento di partenza dopo la penalità ricevuta, ovvero la retrocessione di tre posti dopo uno scontro avuto in pista con Davies alla fine della SP2. Davies ha guidato la maggior parte della gara prima che Rea lo superasse nelle fasi finali e poi il pilota Ducati ha dovuto fare i conti con un problema tecnico alla sua moto, prima che iniziasse l’ultimo giro.Il problema di Davies ha fatto recuperare una posizione importante a Sykes e Melandri che hanno concluso sul podio. L’inglese della Kawasaki peraltro ha svolto una grande prestazione considerando i suoi recenti problemi fisici.Xavi Fores (BARNI Racing Team) è stato autore di un’altra grande gara, conclusa in quarta posizione con la sua Ducati Panigale R, e ha preceduto Lorenzo Savadori (Milwaukee Aprilia) quinto, tornato all’azione con il suo miglior risultato finora.L’italiano non è stato l’unico ad aver ottenuto qui il suo miglior risultato stagionale, infatti Stefan Bradl (Red Bull Honda World Superbike Team) e Roman Ramos (Team Kawasaki Go Eleven) hanno concluso rispettivamente in sesta e settima posizione. Eugene Laverty (Milwaukee Aprilia), Leandro Mercado (IODARacing) e Leon Camier (MV Agusta Reparto Corse) completano la top 10.Non è stata la gara che si aspettava di correre il padrone di casa Michael van der Mark (Pata Yamaha Official WorldSBK Team) che è andato lungo alla prima curva ed è poi caduto. Stessa sorte anche per il suo compagno di squadra Alex Lowes che ha concluso la sua gara al decimo giro.Jordi Torres (Althea BMW Racing Team) e Riccardo Russo (Guandalini Racing) non hanno portato a termine la corsa a causa di alcuni problemi tecnici. 

 
Descrizione immagine
Descrizione immagine

27/04/2017

                     


 

Gran Premio di Russia - Appuntamento sul Mar Nero

 

Asfalto liscio, consumi elevati, curve di tutti i tipi: ecco il GP della Russia

Maranello – Quella del prossimo weekend sarà la quarta edizione del Gran Premio della Russia. Ma se si pensa che per la nazione più grande del mondo le corse in monoposto siano storia recente, forse occorre ricredersi. I progetti per una vettura di F1 risalgono addirittura ai tempi della guerra fredda e dell’Unione Sovietica. Oggi però ad essere protagonista è il circuito di Sochi. Già sede delle Olimpiadi invernali (ma le montagne sono distanti e il clima generalmente mite), la città sulle rive del Mar Nero si anima per l’arrivo della Formula 1. Con i suoi 5848 metri, il tracciato è appena più corto di Silverstone e poco più lungo di Suzuka e Monza. A caratterizzarlo è soprattutto l’ampio semicerchio della curva 3, sulla quale quest’anno si lanceranno a pieno gas le monoposto della nuova generazione. Asfalto liscio e consumi elevati sono altri tratti caratteristici. L’ultimo settore comprende invece ben sei curve e privilegia la trazione. Le mescole Pirelli per l’evento sono le più morbide della gamma: Soft (gialla), Supersoft (rossa) e Ultrasoft (viola). Per la Scuderia Ferrari il GP russo, finora, è stato abbastanza avaro di soddisfazioni, ma qui l’anno scorso Seb Vettel ottenne il secondo tempo in qualifica, anche se in gara, dopo aver scontato una penalizzazione in griglia venne tamponato da Daniil Kvyat, mentre Kimi Raikkonen conquisto’ un bel podio.

 

 

27/04/2017

                        


AL PREALPI OROBICHE LA GIESSE PROMOTION E’ PRIMA TRA LE SCUDERIE


Grandi prestazioni da parte degli equipaggi della Giesse Promotion che consentono alla squadra di Selvino di vincere il premio come migliore scuderia nel ritrovato Rally delle Prealpi Orobiche.

 

Albino (BG)- Il Rally delle Prealpi Orobiche è tornato e con esso l’entusiasmo del popolo rallistico lombardo che sulle strade attorno ad Albino ha potuto ammirare ben ottanta vetture. Tra queste hanno ben figurato quelle con le “griffe” della scuderia Giesse Promotion che alla fine è risultata la migliore scuderia del rally.Gara pregevole per Stefano Capelli e Nicola Colombo che sulla Ford Fiesta R5 della Roger Tuning hanno conquistato il 2° posto assoluto della gara pur con una scelta di gomme sbagliata nel primo tris di speciali. Nella stessa classe è giunto un amaro ritiro per i selvinesi Flavio Savoldelli e Simone Grigis (Fiesta Erreffe) che a seguito di una foratura hanno scelto di fermarsi a causa dell’eccessivo tempo perso.

Decimo assoluto e secondo di S2000 è risultato Alessandro Catterina, primo bresciano al traguardo e abile con la Peugeot 207 del team Balbosca a non commettere errori; nella stessa classe Crippa e la moglie Pecis sono stati autori di una gara regalare e senza troppe sbavature con la 207 della Roger Tuning.

Altri due podi importanti di categoria sono arrivati da “Gege” Lozza ed Antonella Fiorendi che sulla Clio R3C (Ceriani) hanno sprintato bene per il bronzo di classe e da Danilo ed Alberto Scanzi: padre e figlio su Clio S1600 (Erreffe) nonostante una toccata sono riusciti a terminare la corsa in terza posizione.

Tutti al traguardo i partecipanti in classe R2B: Gualdi-Cortinovis (Peugeot 208 Gilauto) forano in Ps2 ma chiudono il rally in 8° piazza su 22 al via. Locatelli-Gregori (V Sport) sono 11° mentre Poli 13° (id. Lorenzon) anche a causa di un paio di errori nella prima parte di gara. Tomio e la Gregori hanno completato, con identica vettura gestita dalla V Sport, in 14° piazza mentre il giovane neopatentato Federico Crippa ha finito insieme a Tirone al 18° posto.

In N2 ritorno amaro sulle strade di casa dei due Grigis (Peugeot 106 Città dei Mille) che toccano in Ps1 perdendo parecchi minuti: i buoni parziali nelle successive cinque speciali sono una magra consolazione.

Per la K10 due diversi scenari: quello di felicità di Carrara e Stoppa che con la 106 Maxi di Galliazzo vincono in scioltezza divertendosi e quello dei due Gianoli che staccano una ruota della loro 106 già nelle prime battute di gara sulla speciale d Selvino.

Tanti nomi, tante emozioni che da domani saranno già nell’album dei ricordi in attesa del ritorno, tra un anno, del prossimo Prealpi Orobiche.


Descrizione immagine
Descrizione immagine

19/04/2017

                        


L’Aston Solaris sarà pronta per Estoril

E’ stata una Pasqua di lavoro (ma di vera... resurrezione!) per Solaris Motorsport, che sta conducendo una corsa contro il tempo per ricostruire l’Aston Martin Vantage GT3 andata distrutta nel violento crash al Paul Ricard durante il winter test dello scorso marzo, quando Francesco Sini era al volante della vettura. La Vantage GT3 viene ricostruita nell’officina pescarese del team ripartendo da una scocca nuda nuova, dal momento che c’era ben poco da salvare dal rottame, ma sarà pronta per consentire a Sini e Mauro Calamia di essere al via della stagione all’Estoril.

"Quando dicevo che questa sarebbe stata una stagione interessante e stimolante non intendevo esattamente questo”, ci scherza su Roberto Sini, team pincipal della Solaris Motorsport, “Abbiamo dovuto ricostruire tutta la vettura, ripartendo da una scocca nuda nuova, in meno di tre settimane. Stiamo passando Pasqua in officina, ma non importa. Voglio ringraziare la Prodrive e Aston Martin Racing per il supporto e l'aiuto che ci hanno fornito fin da subito, così come gli organizzatori del GT Open e tutti coloro che ci hanno fatto sentire il loro affetto. La cosa più importante è che nel crash, che è stato alquanto violento, le strutture di sicurezza dell'Aston Martin hanno retto più che bene e Francesco è uscito praticamente incolume dopo un urto a oltre 240 km/h. Saremo in Portogallo e vogliamo dare a Mauro e Francesco un'Aston competitiva come lo è stata in tutte le sessioni di test che abbiamo disputato."

 

19/04/2017

                        


Bouveng e Rueda, due ventenni d’assalto per Teo Martín

BMW Team Teo Martín ha completato l’equipaggio di un’altra delle sue BMW M6 per l’International GT Open 2017, annunciando oggi che sarà lo spagnolo Fran Rueda a far coppia con lo svedese Victor Bouveng. Entrambi ventenni, i due promettenti piloti formeranno uno degli abbinamenti più giovani del campionato.  

Victor Bouveng, originario di Uppsala, ha accumulato esperienza in GT correndo le due ultime stagioni della VLN, dove è approdato dopo aver conquistato il terzo posto nella VW Scirocco Cup nel 2014. “E’ veramente bello poter disputare questa stagione con BMW Team Teo Martín”, ha coommentato lo svedese. “Abbiamo completato due ottimi test che hanno dimostrato che possiamo competere con i migliori. Lo scorso anno ho guidato la M6 sulla Nordschleife, ma ora inizia una nuova sfida, su circuiti e con rivali diversi. Abbiamo in mano tutte le carte per batterci coi migliori, che è l’obiettivo dichiarato quest’anno.”

Fran Rueda, di Málaga, ha corso in F.4 e FR NEC 2.0, prima di mettersi in luce nella SEAT León Eurocup e nel Renault Sport Trophy, della quale è stato vice-campione lo scorso anno. “Prima di tutto, voglio ringraziare Teo Martín, Emilio de Villota e l’intero team per la fiducia depositata in me, cosiccome la mia famiglia e il mio sponsor OBOE27.com per il loro support.”, ha detto lo spagnolo. “La settimana prossima proverò per la prima volta la BMW M6 GT3, alla quale spero di adattarmi velocemente. Quest’anno il GT Open avrà uno schieramento di altissimo livello, ma l’obiettivo rimane uno solo, puntare alla vittoria".


Descrizione immagine
Descrizione immagine

11/04/2017

                       


Motul Italian Round

Il Mondiale Superbike torna in Italia, a Imola, dal 12 al 14 Maggio per un weekend di gare e passione!


Fino al 15 Aprile si può acquistare tramite il sito di Ticketone.it lo speciale Kit merchandising Superbike composta da: pass paddock valido per 3 giorni, dal venerdì alla domenica; accesso alla Tribuna “A”; cappellino, t-shirt e occhiali da sole ufficiali Superbike, tutto a soli a 99 euro!

Inoltre, dal 1 aprile al 30 aprile, ritirando un voucher sia presso le concessionarie Honda, MV Agusta, Kawasaki e Bmw che dai rivenditori Pirelli e Motul è possibile avere il 30% di sconto su qualsiasi tipologia di biglietto.

Il biglietto è acquistabile tramite Ticketone.it o qualsiasi rivenditore autorizzato.

 

Paddock aperto al pubblico

Come consuetudine il Giovedì dalle ore 14 si aprono i cancelli per l'Open Paddock, l'evento che dà la possibilità agli appassionati di visitare il Paddock  ma soprattutto di vedere da vicino i piloti che dal venerdì si sfideranno su uno dei tracciati più tecnici del campionato. I protagonisti del campionato saliranno sul palco del “Paddock show” pronti a ricevere applausi e farsi scattare fotografie.

Anche quest’anno, Virgin Radio come ormai da tradizione, è la radio ufficiale delle tappe italiane del Campionato Mondiale Superbike e seguirà da vicino l’evento con collegamenti, diretta dal circuito e interviste ai piloti.

 

L’offerta è valida solo fino al 15 di Aprile e la trovate qui.

11/04/2017

                        


 Imperiale conferma due forti coppie e ingaggia il campione in carica Biagi

 


Imperiale Racing ha confermato la sua formazione per l’International GT Open 2017. Dopo aver debuttato nella serie in occasione della prova di Monza lo scorso anno, la compagine con sede a Mirandola, uno dei top customer team della Lamborghini,  ha confermato un programma completo con due Huracán GT3 e piloti italiani per quest’anno.  

Il co-campione in carica del GT Open, e due volte campione FIA-GT in passato, Thomas Biagi (41) è passato alla compagine modenese, con l’obiettivo di difendere la sua corona. Suo compagno sarà  Giovanni Venturini (25), uno dei piloti ufficiali di Sant’Agata, che vanta un bel passato in monoposto, sino alla F.Renault 3.5 e alla GP3.

Sull’altra macchina, l’ex-campione italiano GT e vincitore di trofei Porsche e Ferrari Vito Postiglione (40) farà coppia con Andrea Fontana (20), che ha concluso terzo (Pro-Am) nel Lamborghini SuperTrofeo lo scorso anno ed è memebro del Young Drivers Program di Lamborghini Squadra Corse.

Giorgio Ferro, Motorsport Director di Imperiale Racing, ha commentato. “Affrontiamo un campionato molto impegnativo come il GT Open con la consapevolezza di avere due ottimi equipaggi e una vettura molto competitiva.Grazie all’ottima collaborazione con Lamborghini Squadra Corse, Imperiale Racing è pronta a curare con estrema attenzione tutti i dettagli tecnici e sportivi al fine di sfruttare al massimo il potenziale di cui disponiamo su tutti i circuiti del campionato.”

Descrizione immagine
Descrizione immagine

10/04/2017

                       


IL RALLY 2LAGHI-CITTA’ DI DOMODOSSOLA E’ DI LUCA TOSINI E ROBERTO PEROGLIO

 

Vittoria fuori casa per il duo bresciano formato da Luca Tosini e Roberto Peroglio che dopo il ritiro di Caffoni ha preso in mano le redini della gara: per loro due vittorie parziali ed un vantaggio finale di 10”3 su Margaroli-Dresti e 10”9 su Giansini-Solari.

 

Domodossola- Per la prima volta la vittoria del Rally 2Laghi-Città di Domodossola esce dai confini piemontesi e prende la strada dell’alta Lombardia e più precisamente della Vallecamonica. E’ di Ceto infatti Luca Tosini, driver della scuderia New Turbomark che si è aggiudicato la 4° edizione del rally ossolano disputatosi oggi, domenica 9 aprile.

Sugli asfalti di Montecrestese, Calasca e Lusentino, il pilota bresciano ha dapprima pensato a contenere uno straripante Caffoni e poi, una volta ritiratosi il forte locale, ha condotto in vetta alla classifica con audacia e grandi abilità la sua Clio R3C fino al traguardo.A nulla sono valsi i grandi recuperi di Fabrizio Margaroli o Alex Vittalini né l’ottima gara di Gianesini.

Luca Tosini, nato il 22 febbraio del 1980, è al suo sesto successo assoluto in un rally: alle doppiette del Camunia (2014-2015) e del Sebino (2015-2016) e al successo della Ronde Aci Brescia (2016) segue ora il 2Laghi 2017.

Secondi Fabrizio Margaroli e Andrea Dresti: i due domesi hanno forse pagato un inizio non efficace frutto anche della poca abitudine alla Clio S1600: la bella rimonta nella seconda parte di gara è però sinonimo di grandi capacità dato che da quarti i due della Top Rally sono passati in seconda posizione; distacco finale di 10”3.A podio Marco Gianesini e Fulvio Solari, secondi fino ad uno stage dalla fine e quindi con un po’ di amaro in bocca: con una identica vettura a quella di Margaroli “Jr”, i due lombardi hanno perso la medaglia d’argento per soli sei decimi.  Buon per loro che sono riusciti a contenere l’altro Margaroli, Massimo, che in coppia con Cerutti, ha accarezzato il sogno di finire a podio insieme al fratello: quarti a 12” da Tosini e a 1”1 da Gianesini, i due amici della Rally & Co. sono stati ottimi protagonisti della R3C. Quinti i vincitori dell’edizione passata Giudici-Fatichi che hanno pagato a caro prezzo una girata con spegnimento sulla Ps2 costata circa dieci secondi.

Peruccio è sesto sempre su Clio S1600 mentre i varesini Re-Luca (id.) settimi. Incredibili i camuni (come Tosini) Ilario Bondioni-Sabrina Cola che su Mini Cooper R1T chiudono con uno strabiliante ottavo tempo assoluto finale che con il 4° dell’ultima Lusentino brilla come un diamante raro. Noni sono i lariani Vittalini-Cerè che senza la penalità di 30” avrebbero goduto di un altro secondo assoluto come un anno fa. A chiudere la top ten ci hanno pensato Luca Cotone e Damiano Belotti, primi di A7 e abili a cimentarsi in un contesto pressoché nuovo: Cotone è un affermato campione di trial.

09/04/2017

                         Motori


Una new entry dall’Austria: MS Racing

 

La new entry dell’International GT Open 2017 più recente viene dall’Austria. MS Racing parteciperà all’intera stagione, la sua prima a livello continentale.  

MS Racing, con sede a Vienna e fondata nel 2008 da Matthias Stepanek, è una scuderia che offre ‘full service’ sportivi e tecnici ai suoi clienti. Nel GT Open iscrive una Mercedes AMG GT3 in categoria Am per una coppia di piloti bronze austriaci, Alexander Hrachowina (42) e Martin Konrad (38), che vantano esperienza in gare endurance.

Il team principal Martin Stepanek ha commentato: “Sia il team che aspirevamo a cimentarci in una categoria superior, a livello europeo. Il GT Open, per la competitività, belle piste, visibilità e ambiente, ci è apparso come l’opzione ideale per il prossimo passo della nostra crescita, e siamo impazienti di essere a Estoril!”

Descrizione immagine
Descrizione immagine

04/04/2017

              

                


NEW TURBOMARK: CHE FESTA A SANEREMO CON BOTTARELLI!

 

La scuderia siciliana trionfa sulle strade del prestigioso Rallye Sanremo grazie al giovanissimo bresciano Luca Bottarelli che vince il primo appuntamento di monomarca Peugeot e nel Campionato Italiano Junior e colleziona un terzo ed un primo posto.


Sanremo (IM)- Il primo appuntamento del Campionato italiano Junior e del Trofeo Peugeot arride alla scuderia New Turbomark che sui difficili asfalti del Rallye di Sanremo brilla grazie alla bella prestazione di Luca Bottarelli e Manuel Fenoli. A bordo della Peugeot 208 R2B della milanese Autotecnica2, l’equipaggio bresciano è stato bravo e fortunato.

Bravo per aver saputo tenere i ritmi elevati dei primi e rimanere nel vivo della bagarre dall’inizio alla fine. Fortunato per aver “vinto” il terno al lotto delle gomme: per la pioggia che ha caratterizzato le battute finali della corsa, Bottarelli ha saputo osare con degli pneumatici rivelatisi azzeccati e che hanno permesso di rimontare la prima posizione dello Junior sui forti Pollara-Princiotto.

Dopo tutta la jella dello scorso anno un po’ di fortuna ci voleva- sospira felice “Botta”; è stata una bellissima gara che ci ha permesso di concretizzare anche più di quanto avessimo sperato alla vigilia. Il Sanremo è un rally bellissimo ed affascinante e correre di notte si è rivelato difficile ma altrettanto suggestivo. Ottimo il feeling con “Feno” e ottima la vettura: abbiamo ancora da lavorare ma siamo sulla strada giusta!”

Bottino doppio dunque per il giovane driver della scuderia New Turbomark che in un sol colpo sale sul primo gradino del podio del Trofeo Peugeot 208 Cup e sul secondo del Campionato Italiano Rally Junior grazie al terzo posto della prima tappa e al primo della seconda.

Conosciamo il valore di questo pilota che oltre tutto è figlio d’arte- dice un raggiante Giuseppe Zagami- e sappiamo che ha le carte in regola per giocarsi i titoli ai quali sta prendendo parte. Il primo passo è stato decisamente esaltante: ora l’obiettivo è rimanere con i piedi per terra e viaggiare su alti ritmi ben sapendo che manca l’esperienza del Cir che gli avversari già hanno.”

 

03/04/2017

         

                

Grande successo a Monza per WEC Prologue2017



Grande affluenza di pubblico nel fine settimana appena trascorso, dopo l'anticipo di mercoledì  e giovedi con la European Le Mans Serie sabato e domenica sono scese in pista le affascinanti auto del WEC

per i Test collettivi, che quest'anno hanno visto l'autodromo di Monza come teatro di uno spettacolo assoluto, il duello tra Porsche e Toyota TS050 Hybrid LMP1 dunque è ufficialmente iniziato.

Grazie al libero accesso ai Paddok e alla possibilità sia sabato che domenica di effettuare una Pit Walk   

"una passeggiata in Pit Line" per una sessione autografi dei piloti, tutti i tifosi hanno potuto stare a stretto contatto con piloti e vedere da molto vicino questi bolidi, che non solo sono molto potenti, ma anche tecnicamente molto avvanzate,

Dopo un sabato di sole il meteo è stato clemente la domenica anche se qualche temporale tra la sera e la notte ha creato più spettacolo duranta le prove in notturna.

Ora tutto è pronto per l'inizio del Campionato del Mondo, non ci resta che aspettare il fine settimana del 14-16 Aprile  per la 6 ore di Silverstone che darà ufficialmente il via ad una stagione che si preannuncia sicuramente entusiasmante.


Cristina Ferrario.


Descrizione immagine
Descrizione immagine

03/04/2017

                      

                AragonWorldSBK 


Round 3 - Pirelli Aragon Round

Doppio podio di gloria per l’ Aruba.it Racing – Ducati in Spagna


Sul circuito dove il team aveva dominato in passato, il MotorLand Aragon, è andata in scena una splendida gara per l’ Aruba.it Racing – Ducati, con Chaz Davies e Marco Melandri che si sono assicurati il podio e Davies ha centrato la vittoria.Dopo aver vissuto una prima giornata difficile, Davies ha ottenuto un grande successo in Gara2 dopo aver percorso 18 giri infuocati. Con forte vento sulla pista, il gallese ha saputo tenere dietro Rea, nonostante un suo sorpasso alla curva 5 dell’ultimo giro, e ha vinto per +0.483s di vantaggio.
Spiegando quel momento alla curva cinque, Davies ha detto: “Con il vento era facile perdere qualche decimo, ma il penultimo giro l’ho fatto bene. All’ultimo giro una raffica alla curva 5 mi ha ostacolato in scalata e sono finito leggermente largo, ma siamo riusciti comunque a portare a casa la vittoria”.Il suo compagno di squadra Marco Melandri ha svolto un altro buon week end da quando è tornato a correre nel MOTUL FIM Superbike World Championship, assicurandosi il terzo gradino del podio. 
Melandri ha potuto tenere il passo di Davies e Rea fino agli ultimi giri, ma sul finale si è assicurato il terzo posto e domani nei test spera di lavorare sull’anteriore della sua Panigale R per ridurre il gap.Melandri è consapevole delle modifiche e degli aggiornamenti di cui avrà bisogno in vista del secondo round europeo, ad Assen. “La moto va davvero bene e abbiamo una buona base, forse dobbiamo lavorare sul set up su misura per me. Abbiamo bisogno di guardare la forcella anteriore, per aiutarmi a salvare maggiormente la gomma anteriore, ma per fortuna domani avremo a disposizione un giorno con le stesse condizioni e sarà interessante vedere il cambiamento. Ma sono felice di essere di nuovo sul podio”.

03/04/2017

                      


Ratón Racing conferma una Huracán per Liberati-Ling


 

Team Ratón Racing ha confermato la sua partecipazione all’intera stagione dell’International GT Open 2017 con una Lamborghini Huracán GT3 affidata a Edoardo Liberati e Kang Ling, che hanno già impressionato durante i test invernali a Barcellona. Franco Sighinolfi sarà il direttore tecnico della compagine romana.

Ratón Racing, creato nel 2015 da Roberto Tanca e Marco Ubaldi, è legato a vetture Lamborghini sin dall’inizio e prende il nome da quello di un leggendario toro da combattimento,  (impropriamente battezzato “Ratón”, che in spagnolo, vuol dire ‘topo’) che uscì vincitore da ben tre corride, sottraendosi così al suo destino.  

La Huracán avrá per piloti due giovani agguerriti: Edoardo Liberati (24 anni, romano) è passato con successo dalla F.3 alle GT, vincendo il Lamborghini Supertrofeo nel 2015 e conquistando il titolo asiatico GT l’anno scorso. Un percorso simile lo compie ora il cinese Kang Ling, ventenne di Jiangsu, che ha corso in F.4, F.3 e GP3, prendendo anche parte alle due ultime gare dell’ Euroformula 2016.

Marco Ubaldi, team manager, ha dichiarato: "Ovviamente siamo molto soddisfatti della scelta fatta, sia Edo sia Kang hanno dimostrato di adattarsi subito alla macchina. Il GT Open è un ottimo campionato e il livello sarà molto alto, con equipaggi agguerriti e di valore. Noi siamo pronti".

Descrizione immagine
Descrizione immagine

29/03/2017

                        



LEONESSA CORSE AL RALLY DI SANREMO CON LA FAMIGLIA BECCHETTI


Partecipazione prestigiosa ad uno dei rally più blasonati del mondo per Elio Becchetti e Maura Saetti. I due coniugi di Sarezzo affronteranno la sfida Leggenda su Renault Clio N3.



Brescia- Elio Becchetti e Maura Saetti saranno al via del 9° Rally Sanremo Leggenda che durante il prossimo fine settimana si disputerà sulle strade della Liguria.

A bordo della Renault Clio Rs Light di classe N3, i coniugi della Valtrompia hanno voglia di togliersi il cosiddetto sfizio presentandosi ai nastri di partenza si una delle gare più affascinanti di sempre.

In sei all’interno della classe fino a 2000cc della Produzione, Elio e Maura avranno il numero 628.

Il Sanremo Leggenda si disputerà nella giornata di sabato 1 aprile e i concorrenti dovranno percorrere due volte le prove di Ginestro-San Bartolomeo, Colle d’Oggia e Vignai.

“Saranno settantasei chilometri di gara impegnativi- dice Beccehetti- perché si svolgono su strade di caratura internazionale. Per noi è un sogno che si realizza: poter correre sulle stesse speciali che videro cimentarsi gli assi del mondiale da una suggestione incredibile.”

Il 9° Sanremo Leggenda sarà a corollario della gara valevole per il Campionato Italiano Rally.

28/03/2017

                   

                   

Chareyre domina gli Internazionali SuperMoto Grande successo anche per le gare UISP al Caresana MX Park

 

Si è chiuso nel segno del Campione del Mondo Thomas Chareyre l’appuntamento degli Internazionali D’Italia di Ottobiano. Il francese ha dominato entrambe le gare della classe Supermoto esibendosi anche in un sorpasso eccezionale ai danni di Marc Schmidt, due volte secondo. Sempre nella categoria di punta, il ceko Pavel Kejmar ha completato un podio tutto internazionale davanti al bravo Edgardo Borella: a dominare la competizione sono così stati i due team ufficiali di TM e SWM. Un po’ più indietro Andrea Occhini, campione italiano, frenato da problemi fisici, mentre in top-10 hanno completato la corsa anche Diego Monticelli, Elia Sammartin, Luca D’Addato e Fabrizio Bartolini. Problemi con la sua Husqvarna hanno attardato Max Verderosa, alla fine undicesimo nel conto delle due manche.

Le classi Ondoad e Superbiker sono state vinte da Matteo Traversa e Alberto Moseriti, mentre Matto Berniga ha portato a casa la corona della Open. I successi tra gli under 24 ed i veteran sono andati rispettivamente a Luca Bozza e Marzio Ravaioli, mentre i Red Trophy sono stati vinti da Mattia Fasanella (Onroad) e Andrea Mandorlini. Si è trattato di un ottimo antipasto per l’europeo supermoto che si terrà il 23 aprile. (Foto OffroadProRacing)

In pista a Ottobiano sono stati nel weekend anche gli appassionati tesserati UISP, che si sono sfidati nel Regionale al Caresana MX Park. Oltre 170 piloti presenti: a spartirsi i successi nelle classi MX1 e MX2 sono stati rispettivamente Samuele Alessandri ed Eros Chioda.

Le classi Mini sono state vinte da Matteo Luigi Russi (esperti), Andrea Lanzani (promo) e Daniele Ponti (JFS). Gli altri vincitori: Andrea Mazzola (hobby over 40), Oscar Faletti (esperti over 40),  Gianpaolo Frigè (amatori over 40), Dario De Ponti (hobby over 50), Fabio Balzarini (esperti over 50),  Mauro Zaltieri (amatori over 50). Al top tra le moto d’epoca Vincenzo Ghidotti e Ivan Pasotti.

Poco distante da Ottobiano si è poi svolta la prima tappa del campionato GSK di kart endurance, che ha visto chiudere al terzo posto l’equipaggio Lanterna Racing Ottobiano Motorsport con Marco Romiti, Marcello Occhetta, Marco Testa e Davide Raineri guidati dai box da Flavio Ceci.

 

Descrizione immagine
Descrizione immagine

27/03/2017

                     

 

26° RALLY INTERNAZIONALE DEI LAGHI: CRUGNOLA E SOLARI FANNO FESTA A VARESE

 

Andrea Crugnola e Fulvio Solari si impongono sulle strade varesine nel primo round della Coppa Italia Rally. Cinque prove di classe e potenza spianano la strada al driver di Calcinate del Pesce e al “paninaro” di Varese. Crugnola aveva già vinto nel 2012 mentre è il primo successo per “Fulvione”. Secondi Miele-Mometti su Citroen e terzi Freguglia-Bollito: il podio è tutto varesino!

 

Varese- Andrea Crugnola e Fulvio Solari vincono la 26° edizione del Rally Internazionale dei Laghi, gara corsasi tra ieri, sabato 25 marzo ed oggi, domenica 26 sulle strade della provincia di Varese.

Assecondati per la prima volta da una pressoché perfetta Ford Fiesta Wrc, i due varesini hanno preso le misure del bolide targato D-Max nella giornata di ieri prima di sfogarsi oggi sulle probanti Alpe-Valganna, Sette Termini e Cuvignone di oggi.Il ritmo indiavolato di Crugnola non ha lasciato scampo agli avversari che, anzi, forse col morale si sono arresi già prima; Miele, ad esempio, quando si è girato in Ps3 e Porro quando a conti fatti ha lasciato troppi secondi nella parte iniziale. Anche Freguglia, bravo a tenere un buon passo ma mai in grado di sferrare l’acuto vincente. Andrea Crugnola vinse già l’edizione del 2012 del Rally dei Laghi mentre Fulvio Solari realizza quella gioia che cercava da tanti anni.Alla presenza del sindaco di Varese Davide Galimberti, all’assessore Dino De Simone, al presidente della Camera di Commercio Giuseppe Albertini e dei vertici di Aci Varese e di Aci Sport con le persone di Roman e Tibiletti, il podio tutto varesino si è materializzato nel cuore dei Giardini Estensi mentre la fontana sullo sfondo sprizzava zampilli festanti.

Crugnola: “Sono contento di aver vinto perché qui a Varese non è mai facile; abbiamo cercato di capire una vettura che è un sogno e che guidavo per la prima volta!”

Solari: “Dedico questa vittoria a me stesso che sono vent’anni che la inseguo! E ora sarà grande festa!”

Miele:” Abbiamo fatto il meglio possibile pur sapendo che Crugnola avrebbe fatto la differenza; anche senza il mio testacoda non sarebbe cambiato nulla”

Freguglia: “Non era facile e credo che non lo sarà per gli anni a venire. Andrea e Simone hanno età e talento dalla loro! Sono comunque soddisfatto per aver fatto un buon rally e ringrazio Lisa che dopo nove anni è tornata a navigarmi.”

25/03/2017

                  

                

Dall’unione di Maggiora Park e Ottobiano Motorsport nasce 8M Sport Group, network di impianti dedicati agli Action Sport


Il Mondiale MXGP sbarca a Ottobiano il 24-25 giugno 2017


Battesimo ufficiale il 24 e 25 giugno con il Gran Premio d’Italia MXGP che si svolgerà quest’anno sul Circuito Internazionale di Ottobiano (PV), anziché sul circuito di Maggiora (NO)

Due eccellenze imprenditoriali nel mondo del Motocross, e più in generale degli Action Sport, si uniscono per proiettare l’Italia in una dimensione ancora più internazionale. Maggiora Park e Ottobiano Motorsport hanno siglato l'atto di fusione che dà vita a una nuova società, 8M Sport Group S.p.A.

La nuova società costituirà la somma dei servizi delle due realtà, con numeri da record:

• 8 piste e numerosi impianti: Motocross, Minicross, Enduro, Freestyle, Supermoto, Quad, MiniGP, Pit bike, Kart, Auto, Ohvale, Scooter, E-bike, Big Airbag e Pump truck.

• 500.000 mq di superficie totale

• 55.000 mq di superficie paddock

• 100.000 accessi all’anno

• oltre 50 eventi a stagione

In particolare, con la fusione si otterrà il raggiungimento di sinergie produttive e finanziarie, e una gestione complessiva più efficiente.L'obiettivo strategico dell'operazione è di creare quindi un grande network di impianti dedicato agli Action Sport che con i suoi progetti di qualità, l'alto livello organizzativo e le migliori infrastrutture, possa contribuire allo sviluppo del business del settore su scala internazionale.

Il primo evento della neonata Società, che vedrà dunque l’unione delle forze di Maggiora e Ottobiano, sarà una grande sfida di livello internazionale: il Gran Premio d’Italia del Mondiale MXGP, che si svolgerà proprio sul circuito di Ottobiano.

Gli appassionati di motocross e non solo, quindi, potranno darsi appuntamento i prossimi 24 e 25 giugno per vivere una due giorni di pure emozioni e divertimento.

La tappa del MXGP di Ottobiano verrà presentata ufficialmente in occasione del Mondiale Motocross, GP del Trentino (Arco di Trento, 15-16 aprile 2017).

Tutto su: www.southmilanokarting.com

Descrizione immagine
Descrizione immagine

15/03/2017

                

 

E’ GIULIA MASSARA MISS RALLY DEI LAGHI 2017. IL RALLY VARESINO SFIORA I CENTO ISCRITTI E VEDRA’ AL VIA ANCHE UNA PORSCHE GT. IL TROFEO PEUGEOT SI AGGIUNGE A QUELLI PROPOSTI DA RENAULT E ALLA R2 RALLY CUP.

 

Sabato 11 marzo ad Induno Olona è stata eletta la nuova reginetta che per un anno sarà la ragazza immagine  della corsa: è la 24enne fotomodella Giulia Massara. La gara, che si correrà il 25 e 26 marzo, ha visto un crescente numero di iscrizioni fino a sfiorare quota cento: 5 Wrc, 5 R5, 2 S2000 ed una RGT sono in fiore all’occhiello del rally che vede anche la validità per il monomarca legato a Peugeot.

Varese- Ha compiuto ventiquattro anni da pochi giorni la nuova Miss Rally dei Laghi: si tratta della vareina Giulia Massara che nella serata di sabato 11 marzo, a Villa Porro Pirelli di Induno Olona, ha sbaragliato la concorrenza in una serata di gala che, come ormai tradizione, apre alle due ultime settimane prima della gara.

Alta un metro e settanta (1.70) e con misure pressoché perfette (90-59-90), Giulia ha un diploma in Perito aziendale in corrispondenza Lingue estere ed un altro di truccatrice che è la professione che tutt’ora pratica alternata a quella di fotomodella.Sponsor e patrocini- Il 26° Rally dei Laghi potrà vantare il patrocinio di prestigiosi enti quali Regione Lombardia, Provincia di Varese, Comunità Montana Valli del Verbano, Automobile Club Varese, Comune di Varese, Camera di Commercio di Varese e Varese Sport Commission. Prezioso il contributo degli sponsor che fino ad ora hanno deciso di affiancare l’Asd Laghi: Chiaravalli Group, Castiglioni Peugeot, Magugliani.it, Euroceramiche, Centro prealpino Autorevisioni, Subaru Erremotori, Autoscuola Unione, Banca Generali, ATI Gas, Marelli e Pozzi, Autoriparazioni GM Busto Arsizio, Caffè Chicco d’Oro, Autodemolizioni Borrelli, DEMA Infortunistica, Concessionaria Autolaghi, Centro Colore Comerio e Samar.

 


10/03/2017

                      

 

GIOVEDI’ 9 MARZO, ULTIMO GIORNO DI ISCRIZIONI PER IL 26° RALLY DEI LAGHI

 

A poche ore dalla chiusura delle iscrizioni sono oltre novanta gli equipaggi moderni che hanno scelto il Laghi mentre una vwntina quelli della parata. Sabato intanto si eleggerà la Miss. Ecco l’analisi delle prove speciali. Martedì 21 marzo si terrà la conferenza stampa a Palazzo Estense.


Varese- Si sta per chiudere il sipario sulle iscrizioni del Rally Internazionale dei Laghi, gara che si svolgerà tra sabato 25 e domenica 26 marzo nelle valli dell’Insubria.

C’è molto fermento attorno al primo appuntamento della Coppa Italia sia per via della presenza di piloti blasonati che per le World rally Car che potranno essere della gara. Giovedì 9 marzo scadono i termini per poter inviare le adesioni presso la segreteria dell’Asd Laghi che fino ad oggi ha già archiviato 90 documenti per il rally moderno e 20 per quanto concerne la parata in coda alla gara.

 

I primi nomi- Sebbene si dovrà necessariamente aspettare ancora qualche giorno per  l’uscita dell’elenco iscritti, già trapelano i primi nomi di coloro che, sia per l’assoluta che per le classi minori, si candidano ad un ruolo di protagonista.

In cima alle attenzioni ci sono le vetture Wrc, le vetture turbo 4x4 che nella cilindrata 1600 che hanno il dovere di puntare al successo; sono tutte di marca Ford e sono le Fiesta che saranno pilotate dai locali Simone Miele, primo un anno fa, Andrea Crugnola, driver di Calcinate impegnato nel Wrc2 e primo al Laghi del 2012 e il pluridecorato Giuseppe Freguglia che con quattro allori punta al record assoluto di Ogliari. Ad essi si è aggiunto il lariano Paolo Porro che sebbene verrà a confrontarsi a Varese per la prima volta, è uno dei migliori asfaltisti nazionali ed è un pilota di grande talento: anche per lui ci sarà una Fiesta Wrc.

Descrizione immagine
Descrizione immagine

26° RALLY DEI LAGHI: ISCRIZIONI E …INDISCREZIONI

 

Giovedì 23 febbraio si sono aperte le iscrizioni per la gara varesina che, valevole per la Coppa Italia Rally, potrà accogliere le vetture World Rally Car come già lo scorso anno. Miele, Crugnola, Freguglia ma anche Pedersoli, Porro e Dipalma: sono tanti i nomi di grido per il rally varesino!

Varese- Il Rally Internazionale dei Laghi inizia ad entrare nel vivo: con giovedì 23 febbraio infatti, si sono aperte le iscrizioni alla gara che battezzerà la Coppa Italia Rally 2017 e che darà modo ancora una volta, come accaduto lo scorso anno, di ospitare le potenti vetture Wrc da oltre trecento cavalli. La possibilità di iscriversi resterà valida fino al 9 marzo ma per poter sfruttare l’occasione di usufruire di una tassa ridotta, i concorrenti dovranno inviare la loro richiesta entro il 27 febbraio.

Primi iscritti- Alcuni equipaggi hanno già colto questa ghiotta opportunità fornita dal comitato organizzatore dell’Asd Laghi ed in poche ore sono già una decina i protocolli arrivati nella casella di posta della segreteria: come sempre tra i primi a volersi iscrivere figura Marco Roncoroni, comasco di Fino Mornasco pronto a dare l’assalto di Cuvignone &Co. con una Ford Fiesta R5; un altro comasco, Muzio ha inviato la propria iscrizione su Peugeot 207 S2000. In R3C iscrizioni ricevute per il forte locale Alessandro Marchetti e per i milanesi Pirelli e Contini che saranno in gara su Renault Clio. Promossa anche grazie al trofeo R2 Rally Cup, l’R2 si annuncia molto affollata dato che sicuri presenti saranno il piacentino Gabriele Cogni, il piemontese Cerutti ed il pavese Melino e molti altri arriveranno con ogni certezza. In A7 ci sarà il locale d’Angelo.Se questi sono i primi nomi ufficiali, molti di quelli ufficiosi sono emersi dalla cena di sabato scorso presso la Capanna Gigliola dove piloti, navigatori e tifosi si sono dati appuntamento per la classica cena pre-rally: il campione uscente Miele si conferma sulla Fiesta Wrc, la stessa che utilizzerà il quattro volte vincitore Freguglia e l’asso “mondiale” di Calcinate del Pesce Andrea Crugnola. Oltre a loro si aggiungeranno driver di grande spessore come Pedersoli, terzo un anno fa e Porro, asfaltista raffinato che da Como arriverà con una Focus Wrc. Giò Dipalma è voglioso di tornare a competere per l’assoluta e proverà a farlo con una Fiesta R5 mentre il biellese Pinzano lo sfiderà con una Skoda della stessa categoria; e se i fratelli Maran (primi esattamente dieci anni fa), testeranno la loro Punto S1600 alla Ronde del Canavese di domenica, un altro forte varesino annuncia la sua presenza con una Peugeot 208 R2: si tratta di Spataro che seguirà tutto l’R2 Cup.


20/02/2017

                   

 La Lambo Ratón Racing conclude i test col miglior tempo


La due giorni di test a Barcellona si è conclusa positivamente per le 19 vetture scese in pista venerdì e sabato. Ancora bel tempo e condizioni perfette, e nessun contrattempo particolare, nella giornata conclusiva.

La prima giornata di prove ha visto al top un quartetto, racchiuso in meno di 4 decimi: miglior tempo per Andrea Caldarelli sulla Ferrari SF (1.45.819) seguito a ruota dal cognato Vito Liuzzi sulla Lambo FFF (1.45.945), Jesse Krohn sulla BMW Teo Martin (1.46.072) e Marco Cioci su Ferrari AF (1.46.190). La giornata ha avuto un solo momento di brivido, quando la 488 di Spirit of Race guidata da Olivier Beretta ha iniziato a prendere fuoco in piena marcia, ma il team ha potuto proseguire utilizzando una vettura di riserva.

La seconda giornata, sabato, ha visto la Ferrari SF Racing condurre per la maggior parte delle sessioni, sebbene il miglior tempo di Caldarelli Caldarelli (1.44.115) è stato poi cancellato per un taglio di chicane, prontamente ammesso dal pescarese. Gran battaglia nell’ultima sessione per il miglior tempo virtuale; alla fine l’ha spuntata Edoardo Liberati, con la Lambo del Ratón Racing (1.45.257), che ha preceduto  Liuzzi (1.45.416), Caldarelli (1.45.554), Cioci (1.45.608) e Krohn (1.45.726).  Questi sono stati peraltro i migliori tempi dell’intera due giorni.

Il secondo Winter testing si disputerà al Paul Ricard il 3-4 marzo.


Descrizione immagine
Descrizione immagine

20/02/2017

                   Motori

                

 

DOMODOSSOLA  CAPUT MUNDI PER IL 4° RALLY 2 LAGHI

 

Il capoluogo di provincia piemontese sarà ancora una volta al centro delle attenzioni per il Rally dei 2 Laghi che si disputerà i prossimi 8 e 9 aprile. Confermate le speciali tanto gradite lo scorso anno: si correrà su Lusentino, Calasca e Montecrestese.

 

Domodossola- Il Rally dei 2 Laghi ha trovato casa; dopo aver fatto tappa in provincia di Novara, ora il rally organizzato dalla Scuderia New Turbomark ha trovato in Domodossola il suo polo nevralgico. Pienamente assecondata dalla nuova amministrazione comunale, così come del resto come con la precedente, il comitato organizzatore ha iniziato a muovere le proprie operazioni per consolidare una corsa che nel 2016 ha ottenuto un successo a dir poco clamoroso; si sa: parlare di rally nelle valli dell’Ossola pare forse semplice ma ricevere i consensi di tutti gli interpreti chiamati in causa – enti ed amministrazioni locali, pubblico e concorrenti- non è così scontato.

Quella che è alle porte sarà la quarta edizione del Rally dei 2Laghi che concepito sulle sponde del Lago d’Orta ha poi lasciato quel territorio al Rally del Rubinetto sempre organizzato da New Turbomark in sinergia con Pentathlon.

Parla l’organizzatore: “L’approdo a Domodossola ci ha permesso di variare il percorso e di abbracciare un territorio differente da quello del Lago d’Orta e del Cusio ma comunque ugualmente interessato alla disciplina ed il pubblico accorso in piazza mercato a Domo un anno fa ne è stato l’emblema. Abbiamo trovato un ottima collaborazione con la nuova giunta comunale della città che ha sposato appieno la nostra causa dandoci un ulteriore slancio” ha dichiarato Giuseppe Zagami, al timone della scuderia Messinese che da alcuni anni organizza con successo gare nel Nord Italia tra Piemonte e Lombardia.

 Percorso- Ancora strutturato come RallyDay, il 2Laghi conferma il tracciato tanto applaudito nel 2016 con Montecrestese, Calasca e soprattutto Lusentino, strada, quest’ultima che non avendo uno sbocco, permetterà di organizzare riordino ed iniziative collaterali ai piedi delle sciovie di Domo Bianca. Unica variazione rispetto all’anno passato è il tratto dedicato allo shake down che non sarà più nei pressi di Trontano ma in una location che gli organizzatori comunicheranno a breve. Conferme, come detto in apertura, anche per il quartier generale: piazza Mercato di Domodossola sarà teatro della passerella di presentazione al sabato sera 8 aprile e dell’arrivo pomeridiano di domenica 9 mentre l’Hotel Corona sarà la vera e propria base logistica della corsa con direzione gara, centro classifiche e sala stampa. Il Centro Commerciale Ossola Shopping Center di Crevoladossola ospiterà le verifiche tecniche, la distribuzione radar e la presentazione. Presso il Mc Donald di Domodossola si terranno invece le verifiche sportive

17/02/2017


MARCO GIANESINI APRE LA STAGIONE IN FRANCIACORTA

Al 1° Franciacorta Rally Circuit Marco Gianesini torna in gara con Cattaneo sulla potente Peugeot 306 Maxi della Top Rally.


Sondrio- Il primo rally della stagione sportiva di Marco Gianesini è alle porte dato che il pilota della Top Rally sarà in gara durante il prossimo fine settimana al 1° Franciacorta Rally Circuit che si terrà nell’autodromo Daniel Bonara di Castrezzato.

Il driver di Sondrio siederà in abitacolo insieme al bergamasco Fabrizio Cattaneo che proprio Gianesini portò al debutto poco più di un anno fa.

I due, che partiranno con il numero 28, gareggeranno con una Peugeot 306 Maxi che Gianesini ritrova dopo alcuni anni: è dalla Ronde Aci Brescia del 2011 che il pilota lombardo non affronta una prova speciale con il bolide a trazione anteriore di casa Peugeot; in quell’occasione, insieme a Fulvio Solari, finì la corsa in sesta posizione assoluta.

Sarà un piacere tornare a sentire cantare la 306 della Top Rally e altrettanto emozionante è condividere questa esperienza con un appassionato vero come Fabrizio” ha spiegato Gianesini.

Il 1° Franciacorta Rally Circuit partirà sabato 18 e si snoderà su due giorni di gara e sei prove speciali al termine delle quali si terrà lo spettacolare prologo “MasterShow”.


Descrizione immagine
Descrizione immagine


17/02/2017

LO SPETTACOLO E’ DI CASA AL RALLY DEI LAGHI

 

Non solo la Prova speciale Colacem attirerà numeroso pubblico ma anche per le numerose iniziative collaterali sono attese migliaia di persone: da Miss Rally al Trofeo Inversione fino ad arrivare all’esposizione al Centro Campo dei Fiori di Gavirate. Il Rally si svolgerà sabato 25 e domenica 26 marzo.


Varese- Quando si parla di rally non si può che parlare di spettacolo, essenziale prerogativa di una disciplina adrenalinica come il prossimo evento motoristico organizzato dall’Asd Laghi in programma tra il 24 ed il 26 marzo prossimi.

Se da una parte è scattato il conto alla rovescia per l’apertura delle iscrizioni che terranno banco dal 23 febbraio al 9 marzo, altri sono i momenti e gli eventi che gli appassionati hanno già ben fissato sulle loro agende.

Miss Rally dei Laghi- Un must degli ultimi anni è la selezione di Miss Rally dei Laghi che, come un anno fa, si terrà nella fantastica cornice di Villa Porro Pirelli di Induno Olona; a fare gli onori di casa il promoter Eugenio Barbaresco, titolare dell’omonimo studio di fotografia ed ideatore dell’evento; a condurre la serata che si svolgerà sabato 11 marzo ci sarà Max Pieriboni, noto comico di Colorado Café e la bella Alexia Cunico, prima Miss Rally dei Laghi nell’edizione 2013. Durante la serata ci saranno anche momenti di intrattenimento con il cantante Marco Muraro –già protagonista a Sanremo Giovani e alla trasmissione Tv Io Canto, la ballerina Alessia Roggeri, il violinista Roberto Urgesi ed il ventriloquo Andrea Fratellini. (Per info e riservazioni 335.8110322). Prima Miss Rally dei Laghi fu Alexia Cunico (2013) alla quale seguirono Erika Ambesi (2014), Mikol Antioco (2015) e Martina Piazzo (2016).

Cena- Per entrare meglio nel clima pre-gara, la Asd Laghi ha organizzato l’ormai tradizionale cena nella quale verranno svelati alcuni particolari legati all’edizione alle porte del rally e dove, solitamente, alcuni piloti iniziano a svelare le “carte” ossia a dichiarare la propria presenza e l’auto con la quale prenderanno il via. L’appuntamento è per sabato 18 febbraio presso la Capanna Gigliola di Casere (dopo Vararo) alle ore 20.00.


14/02/2017

                  

                

FFF Racing lancia la sfida con Hamaguchi-Liuzzi

FFF Racing Team ha confermato l’iscrizione a tutta la stagione 2017 dell’International GT Open della sua Lamborghini Huracán GT3 per la coppia pro-am formata dal giapponese  Hiroshi Hamaguchi e dall’ex-pilota di F.1 italiano Vitantonio Liuzzi.

I due hanno già corso insieme nel GT Asia 2015. FFF Racing Team ha debuttato nel GT Open lo scorso anno, quando venne ‘in esplorazione’ alla gara del Paul Ricard, dove Liuzzi e il team principal Andrea Caldarelli colsero un bel podio in Gara 1. La squadra è ora pronta per un impegno pieno, con il supporto di Lamborghini Squadra Corse.

Dopo numerosi successi nelle gare asiatiche di GT, Hiroshi Hamaguchi (40) ha deciso ora di cimentarsi in Europa, dove ha debuttato lo scorso anno nella Michelin GT3 Le Mans Cup. Il pilota del Sol Levante spiega: Mi sto gustando ogni secondo di questa avventura in Europa, correndo sulle piste più iconiche del mondo. La metà dei circuiti del calendario del GT Open mi sono sconosciuti, e dunque sarò ancora in fase di apprendistato ma dovrebbe andar meglio dello scorso anno, quando non avevo alcuna esperienza in Europa. Non sarà però facile ma penso che avere Tonio al fianco farà la differenza. E’ un vero onore poter correre con qualcuno del calibro di Tonio. Non molti piloti Am hanno la fortuna di fare coppia con un ex-pilota di Formula 1 e mi sento fortunato di essere uno dei pochi!”.

 

Descrizione immagine
Descrizione immagine

12/01/2017

                

 

A-STYLE TEAM FA IL BILANCIO DELLA STAGIONE 2016


Porlezza (Co)- Con le festività natalizie ormai alle spalle, A-Style Team guarda con ottimismo e positività alla nuova stagione sportiva che si sta affacciando sul panorama nazionale ed internazionale.Una breve retrospettiva però viene utile per tirare un bilancio di ciò che è stato il 2016 in termini rallystici.I numeri sono più che favorevoli per la squadra corse comasca perché su un totale di 53 partecipazioni sono arrivati ben 8 successi assoluti ossia una media di una vittoria ogni sei/sette gare.A ciò vanno aggiunti i ben 15 podi conseguiti e le 27 volte in cui un equipaggio dell’A-Style Team ha chiuso nella top ten assoluta. Sono numeri importanti che rispecchiano l’alto valore di competitività delle Ford preparate a Porlezza anche se a livello tecnico è pure un altro il fattore che interessa allo staff della squadra lariana: sono solo 6 i ritiri conseguiti per guasto meccanico, lo stesso numero di quelli maturati a seguito di uscite di strada.Nel bilancio di vittorie sopracitato non va dimenticato il primo vero campionato conquistato da un equipaggio dell’A-Style Team: nel 2016 Elwis Chentre e Fulvio Florean hanno vinto l’IRC Cup Pirelli a bordo della Ford Fiesta Wrc “made in Porlezza”.Siamo ovviamente soddisfatti- dichiarano all’unisono Fabio Butti e Filippo Prestinari- perché la vittoria nell’IRC Cup è stata conquistata con sudore e forza di volontà oltre cha da indiscussi meriti tecnici e sportivi. Siamo convinti di avere una squadra di grande livello e di poter puntare molto in alto e questo è il motivo per cui non vogliamo adagiarci ma impostare il nuovo lavoro con la stessa professionalità nella speranza di fare sempre meglio. Il 2016 ormai è alle spalle: ed il 2017 riserverà sicure novità che presto sveleremo. Ringraziamo tutti gli sponsor che ci hanno supportato e che  hanno creduto nel progetto sportivo della nostra squadra; speriamo che possano esser ancora al nostro fianco anche in questa nuova stagione”.

31/12/2016


I VOLANTI D’ORO VERRANNO PREMIATI A PERGUSA IL 14 GENNAIO 2017


Undici anni di VOLANTI D’ORO, undici anni di lavoro, sacrifici e tanta passione; undici anni ad inseguire un sogno che in ogni edizione viene raggiunto ma che poi si rinnova con ambizioni sempre maggiori. Il 14 gennaio prossimo, nelle sale del ristorante Garden situato all’interno dell'Autodromo di Pergusa, in provincia di Enna, ci sarà la premiazione dei migliori interpreti del motorsport siciliano  anche se sarebbe meglio chiamarla festa perché di tale si tratta. VOLANTI D'ORO è un evento organizzato da Marcus Salemi che nel territorio siciliano è ambito e sentito da concorrenti e pubblico che riescono a condividere la loro passione con i top driver delle specialità motoristiche festeggiando in loro compagnia, lontani per una volta dall’odore acre della benzina e delle gomme.

Il quid della manifestazione sta nel suo format:  “La Festa” prevede per l'edizione alle porte ben 5 categorie che variano dai consolidati Rally alle Salite, dagli Slalom ai Rally in Pista e, per la prima volta quest’anno, i Go Kart che daranno così ulteriore lustro alla serata. Le premiazioni avverranno a seguito della somma tra i voti espressi da una giuria autorevole e specializzata e dai giudizi espressi liberamente sulle piattaforme social relative all'evento. La giuria sarà presieduta da Rosario Giordano -giornalista specializzato del motorsport con un notevole curriculum che svaria dalla pista ai rally- mentre a far da Presidente d'Onore ci sarà Gabriele Palmitesta, Direttore Sportivo del Team neo campione d'Italia BRC. I criteri di valutazione non si baseranno semplicemente sulle doti velocistiche dei concorrenti – dove per altro figurano anche i navigatori- bensì su una serie di variabili quali la popolarità tra il pubblico, il seguito di tifosi, l'impatto mediatico o alla propensione alle sfide, giusto per citare alcuni aspetti.A rendere ancora più importante l'edizione 2016 de “I VOLANTI D'ORO” sarà la presenza del Campione Italiano Rally   Giandomenico Basso fresco del suo secondo titolo tricolore ed in procinto di prendere parte al Rallye di Montecarlo.

Tra gli ospiti VIP figurano anche Corinne Federighi, anche essa Campionessa Italiana nel Femminile e quest’anno in gara con il sodalizio siciliano  Island Motorsport. Madrina dell'evento sarà la modella sarda Maria Grazia Loddo, splendida appassionata di motori che spesso alterna alle passerelle ed ai set fotgrafici.

VOLANTI D'ORO vanta anche un'importante partnership con RIT (Rally Italia Talent) ossia la selezione scouting  del motorsport nazionale, che proprio nel fine settimana che culmina con il 15 gennaio sarà presente a Pergusa per la  prima tappa delle selezioni nazionali. Sicuri presenti alla premiazione de “I VOLANTI D'ORO” saranno Guido D’amore, Piero Longhi, Alessandro Bettega, Renato Travaglia e il  patron di RIT Renzo Magnani.


Descrizione immagine
Descrizione immagine

 25/11/2016

                  

 

NEW TURBOMARK: PER IL MONZA RALLY SHOW SCENDE IN PISTA ANCHE IL PRESIDENTE!


Anche “Peppe” Zagami gareggerá da navigatore al prossimo Monza Rally Show debuttando così nel mondo dei rally.

 

Monza- Manca poco più di una settimana al Monza Rally Show ed i team e le scuderie iniziano a svelare i nomi dei loro protagonisti pronti a darsi battaglia tra varianti e curve, tra l’Ascari e la parabolica, tra la Lesmo o la Biassono.

Nelle fila della messinese New Turbomark l’attesa è tutta rivolta verso il suo “capitano” Giuseppe Zagami che da anni tira le redini del gruppo sportivo.

Su Renault Clio R3C dell’AutoTosini, Zagami leggerà le note per la prima volta all’amico ossolano Massimo Margaroli.

Per me è un momento emozionante dato che dopo anni di attivismo in ruoli organizzativi mi siederò per la prima volta in un’auto da corsa” ha raccontato “Peppe” Zagami.

 

Sotto la guida della famiglia Zagami, la scuderia New Turbomark negli anni recenti si è distinta nell’organizzazione (e co-organizzazione) di rally blasonati o nuovi come ad esempio il Rally del Rubinetto, il Città di Letojanni o i “novelli” Camunia e 2Laghi.

Ecco in anteprima la livrea della Flinstones’s Car di Margaroli-Zagami:

25/11/2016

                   

 

     L’A-STYLE TEAM BRILLA IN FORMATO PISTA

 

Sul tracciato dello Special Rally Circuit belle prove di Sassi, Della Casa e Butti.


Porlezza (Co)- Lo scorso fine settimana si è disputato il 1° Special Rally Circuit organizzato dalla Vedovati corse all’interno dell’autodromo di Monza, gara nella quale l’A-Style Team ha brillato con i suoi tre equipaggi.Decimo di classe Wrc, il reggiano Alberto Sassi è tornato nell’abitacolo della Ford Fiesta 1600cc dopo un anno di assenza; a coadiuvarlo c’era Stefano Costi che ha condiviso con lui le quattro prove speciali da oltre sessanta chilometri. “Le Wrc 1600 sono auto non certo semplici- racconta Sassi, fresco Campione Italiano Gruppo N-

Buona prova per “patron” Fabio Butti che tornato in un rally a distanza di tre anni dal’ultima apparizione, ha mostrato notevole dimestichezza sulla Ford Fiesta R5 curata in gara dalla Roger Tuning. Insieme a Mirko Franzi, Butti ha chiuso quinto a pochi secondi dal podio di classe: “Sono contento del risultato visto che con il bagnato abbiamo dovuto stravolgere le traiettorie usuali e non è facile per chi corre con il contagocce come me. Voglio fare pubblicamente i complimenti all’A-Style Team e alla Roger Tuning perché hanno svolto un lavoro  impeccabile e molto professionale; è stato un piacere affidarsi alle loro cure”.

Ora, sempre a Monza, l’A-Style Team è atteso in pompa magna nelle vesti, ormai abituali, di protagonista.

Descrizione immagine
Descrizione immagine

02/11/2016

                                            Solidarietà

 

6 RUOTE PER LA SPERANZA 2016 COMPIE 30 ANNI

 

Anche quest’anno il 1 novembre per le persone disabili è stato un giorno da ricordare perché nel famoso circuito di Monza si è svolta la 30° edizione della 6 RDS .  La manifestazione organizzata dalla U.I.L.D.M. sezione di Monza aveva lo scopo di offrire alle persone con disabilità la possibilità di salire a bordo di veloci vetture e di sfrecciare sulla pista a forte velocità.

Grazie alla bellissima giornata di sole, alla manifestazione hanno partecipato più di 200 vetture tra cui Porche, Ferrari, Lamborghini e moltissime vetture storiche che con i loro piloti hanno regalato un grandissimo sorriso e molta felicità a tutti i disabili e come sempre molte sono state le associazioni presenti, che come tutti gli anni rispondono numerose a questa manifestazione.

"Per festeggiare la 30° edizione abbiamo pensato di dare un aiuto concreto alla UILDM Monza per l’acquisto di un nuovo pulmino che permetterà alla Associazione di raggiungere più ragazzi disabili e dare loro un aiuto per il trasporto a scuola, alle terapie o alle attività di tempo libero.
Molti amici hanno già aderito a questo SOS e se anche tu vuoi aiutarci puoi inviare una donazione.
Se dovessimo riuscire nel nostro intento saranno apposte sul pullmino, oltre al logo 6Rds, l...a firma di tutti i donatori, per ricordare le persone che hanno aiutato a realizzare questo desiderio".

Queste le parole degli organizzatori.

 

Cristina Ferrarrio

08/10/2016

                                  

               

A FINE NOVEMBRE SI SVOLGERA’ LA 3° RIEVOCAZIONE STORICA DEL RALLY ACI VARESE. NOVITA' 2016, DUE GARE IN UNA: REGOLARITA' A MEDIA E REGOLARITA' CLASSICA.

MOLTI GLI SPECIALISTI PRESENTI PER ENTRAMBE LE DISCIPLINE IN PREPARAZIONE DEI RALLY MONTECARLO HISTORIC E WINTER MARATHON


Busto Arsizio (Va)- Manca più di un mese alla terza Rievocazione Storica del Rally Aci Varese ed il comitato organizzatore dell’Asd Laghi capitanato da Andrea Sabella, sta lavorando alacremente per sistemare gli ultimi dettagli della manifestazione.All’appuntamento che si svolgerà nel fine settimana del 19 e del 20 novembre prossimi, si potranno presentare dunque  le vetture da corsa storiche costruite fino al 1991 e le stradali con vocazione sportiva.Il percorso, ancora una volta rinnovato, è stato incrementato del 50% rispetto al 2015: saranno infatti quasi 95 i chilometri di prove rispetto ai 65 dello scorso anno: gli equipaggi affronteranno tratti come il Città di Busto, la new entry Castiglione Olona, la Casale Litta, il Cuvignone, il Sette Termini, la Brusimpiano e la Valganna. Le prove a media verranno ripetute più volte fino a raggiungere un totale di 12 stage.Importante, ai fini organizzativi, l’appoggio della Città di Busto Arsizio, ancora una volta attore protagonista di questo evento.Il commento degli organizzatori – “Siamo soddisfatti di avere il pieno appoggio di una Città importante quale Busto”- afferma Andrea Sabella, “ma siamo altrettanto fieri di poter regalare agli equipaggi un tracciato di tutto rispetto nel quale i partecipanti potranno divertirsi, cimentandosi con gli strumenti di precisione, in piena sicurezza.”

Il valore aggiunto della 3° Rievocazione Storica del Rally Aci Varese è proprio il territorio. Durante la due giorni corsaiola, le vetture transiteranno su tutte le strade che nel tempo hanno reso celebre il Rally Aci Varese e toccheranno tutte le peculiarità paesaggistiche della Provincia, dalla “bassa” con Busto Arsizio fino alle zone collinari per arrivare ai monti prealpini delle valli varesine.Edizione numero 3 -La Rievocazione Storica del Rally Aci Varese è giunta alla sua terza edizione. Nata da un’idea dell’Ente automobilistico provinciale e realizzata congiuntamente con l’Asd Laghi, la corsa ha avuto un bel seguito nei suoi due primi anni: nel 2014 Leva e Giugni si imposero con la loro Lancia Fulvia mentre lo scorso anno vinse lo specialista piacentino Maurizio Aiolfi, già campione italiano.


Descrizione immagine
Descrizione immagine

29/09/2016

 

L’A-STYLE TEAM PIAZZA DUE VETTURE AI PRIMI QUATTRO POSTI DEL RALLY CITTA’ DI BASSANO


I beniamini locali Dal Ponte e Spagolla si piazzano rispettivamente al terzo e quarto posto nel sentitissimo rally veneto; sono loro i migliori interpreti delle Wrc1600!


Bassano del Grappa (Tv)- Il 33° Rally Città di Bassano ha fruttato un altro ottimo risultato per l’A-Style Team, squadra corse di Porlezza che per la gara veneta valevole per la Coppa Italia, vantava al via due Ford Fiesta Wrc: un 3° e 4° posto assoluto è il bottino finale.

Sarebbe il caso di sottolineare la parola “vantava” perché i due piloti che hanno utilizzato le World Rally Car dell’ovale blu sono tra i più acclamati del motor sport veneto: Andrea Dal Ponte e Mauro Spagolla.

Al termine di una gara molto tirata, districatasi in sette prove speciali, Andrea Dal Ponte, navigato da Christian Cracco, ha colto una pregevole terza posizione assoluta fruttata anche grazie a due prove speciali vinte, la Marcesina 1 e la Cavalletto 2.

Dal Ponte ha espresso ancora una volta un alto valore e ha dovuto inchinarsi solo al talento e all’esperienza di Sciessere e Signor, due avversari di altissimo lignaggio.

Sono contento perché è un podio che vale una vittoria-dice Dal Ponte. Sapevo che per come era stata concepita questa gara dagli organizzatori, le Wrc2000 erano favorite in quanto erano presenti molte ripartenze in salita. Io ho provato a dare il massimo e credo che il podio finale lo testimoni. Non è la prima gara che faccio con l’A-Style Team e sapevo che avrei trovato innanzitutto un clima di squadra ottimo e un prodotto eccellente quale la Ford Fiesta Wrc: così è stato ed essere arrivato a soli 19” dalla vetta lo testimonia

Anche Mauro Spagolla si dice soddisfatto della sua gara: 4° assoluto al debutto con la Fiesta, il driver di Solagna ha accusato un ritardo maggiore rispetto al compagno di team a causa di una uscita di strada senza danni ma ingente dal punto di vista cronometrico: “Siamo arrivati lungo nella penultima curva della Ps4 e siamo finiti sotto il ciglio della strada perdendo oltre un minuto e mezzo. Un vero peccato perché fino a quel momento eravamo secondi assoluti e al passo con tutti i blasonati avversari”. Aldilà di questo episodio la quarta piazza di Spagolla è davvero un ottimo risultato in virtù della sua carenza di esperienza con le Wrc in un rally asfaltato.


 

29/09/2016

 

GIANESINI E CATTANEO IN GARA AL 5° RALLY DEL SEBINO

Marco Gianesini torna sulla Clio S1600 per cercare di vincere la gara loverese dove già in passato  ha sfiorato il  podio.


Sondrio- Il Rally del Sebino si avvicina e Marco Gianesini scopre le sue carte. Il pilota di Sondrio, infatti, gareggerà nel RallyDay lombardo sulla Renault Clio S1600 della Top Rally con il chiaro intento di puntare al gradino più alto del podio, più volte sfiorato ma mai toccato con mano.

Per l’occasione Gianesini verrà navigato da Fabrizio Cattaneo con cui quest’anno ha già conquistato la quarta posizione assoluta al Rally Day Città di Maniago; per il terzo anno consecutivo il pilota della Top Rally si presenta al via del Sebino con un copilota differente: nel 2014 ad affiancarlo fu Daniele Fomiatti mentre lo scorso anno fu l’orobico Marco Bergonzi.

Il Rally del Sebino sarà la quattordicesima corsa stagionale per l’infaticabile pilota valtellinese che in questo 2016 vanta ben dieci podi di classe di cui cinque vittorie.

L’obiettivo sarebbe quello di incrementare il bottino di vittorie stagionali- afferma Gianesini che è fermo al successo del Camunia- insieme all’amico Fabrizio proveremo ad aumentare questo score anche se visti gli avversari presenti, non sarà certo semplice.

Gianesini e Cattaneo partiranno con il numero 11.

Il rally bergamasco si compone di sei prove speciali con i tratti di Rogno e Parzanica che verranno disputati tre volte ciascuno per un ammontare di 37 chilometri cronometrati.

Partenza domenica mattina 2 ottobre alle ore 8.01 mentre l’arrivo è previsto dieci ore dopo, alle 18, al suggestivo porto turistico di Lovere.


 

Descrizione immagine
Descrizione immagine

01/08/2016



MARCO GIANESINI E’ QUARTO ASSOLUTO  AL VALLI VESIMESI


Podio sfiorato per il pilota valtellinese che con Fulvio Solari vince anche una prova nel rally disputatosi domenica 31 luglio in provincia di Asti.


Sondrio – Altro rally in archivio per Marco Gianesini che nella giornata di domenica 31 luglio 2016 ha corso al Valli Vesimesi ottenendo il quarto posto assoluto.

In gara con una Renault Clio S1600 della Top Rally, il driver di Sondrio ha faticato a prendere il giusto ritmo nelle battute iniziali salvo poi riscattarsi nei crono conclusivi.

Contro avversari di grande livello come Giordano, Zivian, Gasperetti o Lucchesi, il pilota navigato dal varesino “Fulvione” Solari è riuscito ad incidere nella Ps5- vittoria assoluta- recuperando in parte il tempo perso nelle prime prove di giornata. Data la brevità della corsa però – la gara era valevole come Rallyday- non è stato possibile completare la rimonta.

 

“Ci è sfuggito un podio che era alla nostra portata- racconta Gianesini- ma ammetto di non essere partito con il giusto ritmo e gli avversari hanno preso margine. L’ultimo giro di speciali è stato quello a noi più favorevoli e considerando quanto le strade si sono sporcate e rese più insidiose, ne deduco che si poteva fare un risultato migliore. Accetto però il verdetto di questa gara davvero bella ed impegnativa disputata su prove speciali di altissimo livello.”

 


 

27/07/2016

                 


Bella prima vittoria di Hankey-Yoluc (Aston TF Sport)


Euan Hankey e Salih Yoluc hanno colto l’attesa e meritata prima vittoria assoluta nel GT Open oggi a Silverstone, la pista di casa del TF Sport e dell’Aston Martin Vantage. Diventano i settimi vincitori diversi (per coppia, modello di vettura e team) nelle otto gare sinora disputate quest’anno! L’inglese e il turco hanno messo a segno una gara perfetta e senza alcun errore, controllando nella seconda frazione dopo aver concluso la prima a ridosso della Ferrari FF Corse.

Fernando Monje e Gustavo Yacamán (BMW M6 Teo Martín) firmano il terzo podio stagionale, battendo sul filo della lana la McLaren 650S Garage 59 di Duncan Tappy-Michael Benham. Fabrizio Crestani-Thomas Biagi (Lamborghini Huracán Orange1 Team Lazarus), oggi quarti, consolidano la loro posizione di leader del campionato, che guidano ora con 22 punti di vantaggio. Terzo successo stagionale in GT-Am per Manuel Da Costa-Miguel Sardinha sulla Sports&You Mercedes, di nuovo in testa alla classifica di categoria.

GARA – Le qualifiche avevano regalato una grossa sorpresa: a firmare la pole, nel giorno del suo 33esimo compleanno, è stato Jamie Stanley (alla prima esperienza internazionale e senza status FIA), sulla Ferrari FF Corse, subito riqualificata in Pro-Am dopo la performance.

L’inglese ha mantenuto il vantaggio al via, davanti a Hankey, Enge, Tappy e Schothorst, riuscendo a rintuzzare gli attacchi dell’Aston Martin nei primissimi giri. La prima frazione di gara va avanti così fino ai pit stop, dopo i quali, a guidare è Yoluc, con 7 secondi di vantaggio su McNeilly, 13 su Benham e 22 su Ramos. Seguono Yacamán, Dolby, Biagi e Keen mentre Ledogar firma il giro più veloce in 2.00.601.

Yacamán passa il compagno Ramos al 24esimo giro, mentre è lotta per il sesto fra Dolby, Biagi e Keen. Nel frattempo, Benham ha strappato il secondo posto a McNeilly, insidiato anche dalle BMW, Biagi e Keen, mentre Dolby si ferma con un mozzo rotto. Il finale è emozionante, con McNeilly che cede ai più blasonati rivali dopo strenue resistenza e Yacamán che brucia Benham sul traguardo per il secondo posto

 


Descrizione immagine
Descrizione immagine

23/06/2016


GILARDONI AL TICINO IN WRC: CHE LA FESTA ABBIA INIZIO!

Mancano poche ore alla “prima” di Kevin Gilardoni sulla Hyundai Wrc al Rally Ronde del Ticino. Giovedì 23 sarà festa al concessionario Robbiani.

Lugano (CH) –Sebbene gli impegni stagionali di Kevin Gilardoni vertano sul Campionato Italiano ed il trofeo monomarca Renault, il Rally Ronde del Ticino è un appuntamento troppo importante per non essere vissuto appieno. Il debutto di KG su Wrc, già annunciato nei giorni scorsi, verrà salutato con una grande festa nella serata di giovedì 23 giugno presso il concessionario Robbiani di Muzzano –Svizzera- a partire dalle ore 18.30 alla quale sono invitati tutti gli interessati.
La vettura, la Hyundai i20 Wrc della HMI sarà esposta con le livree che verranno utilizzate in gara e sarà a disposizione di appassionati e supporter per fotografie insieme all’equipaggio.
Gilardoni: “Si tratta di un rally importante perché mi darà la possibilità di cimentarmi contro ottimi interpreti delle vetture Wrc. Insieme al Rally di Como è la mia gara di casa e lo sarà anche per molte delle aziende che mi supportano e che a questo evento tengono in modo particolare; è grazie all’apporto di molte di loro che io e Corrado siamo riusciti a concretizzare questo che fino a pochi mesi fa era solo un sogno nel cassetto. Correre in Wrc credo sia un passo in avanti per la mia carriera sportiva e un ottimo step per la mia crescita professionale.”
Gilardoni-Bonato gareggeranno con il numero 12 sulle speciali di Valcolla ed Isone che verranno percorse per tre volte ciascuna. La partenza della corsa avverrà dallo stadio di Cornaredo alle ore 8.30 di sabato 25. La speciale di Valcolla verrà percorsa alle ore 8:53, 11:49 e 16:43; Isone invece si svolgerà alle 9:46, 12:42 e 14:45. L’arrivo sul lungo lago di Lugano è programmato per le 17:30.

23/06/2016

                      

     MANCA POCO AL 3° CAMUNIA RALLY DAY

 

Tra pochi giorni, ad iscrizioni chiuse, si sapranno i nomi dei concorrenti. Intanto gli organizzatori annunciano numerosi eventi collaterali tra cui una mostra fotografica dedicata a Tommaso Rocco e la parata di auto sportive al seguito del rally.

 

Capo di Ponte (Bs)-  La terza edizione del Camunia Rally Day è pronta ad infiammare gli appassionati bresciani ed in particolare quelli della Vallecamonica. Le iscrizioni per prendere parte al rally organizzato dalla scuderia New Turbomark chiuderanno il giorno 27 giugno e solo allora si potrà stilare la lista dei partecipanti anche se già si fanno i primi nomi.

Alcuni nomi: Sebbene ancora da completare, l’elenco delle adesioni arrivate fino ad ora alla segreteria della corsa vede la presenza di alcuni nomi di spicco. Non può mancare infatti il locale  Luca Tosini, vincitore delle due precedenti edizioni ed intenzionato a fare il tris forte del suo feeling con la sua Renault Clio R3C. Non mancheranno nemmeno gli avversari pronti a sfilargli di mano lo scettro: dalla provincia di Como Marco Asnaghi (id) e Alex Vittalini (Ds3 R3T) proveranno nell’intento forti delle loro grandi esperienze in campo nazionale. Da tenere d’occhio il bresciano Nicola Lancini ed il locale Ilario Bondioni che in S1600 vorrebbe onorare l’amico Tommaso Rocco, suo navigatore scomparso alcuni mesi orsono.

Iniziative: a tal proposito, il Camunia Rally si prepara ancora una volta a vivere un evento extra ordinario perché oltre alla corsa sono numerose le iniziative che si svolgeranno insieme alla gara. Innanzitutto la mostra fotografica dedicata proprio al compianto Rocco, navigatore di Adro (Bs) morto lo scorso autunno. Tra le altre importanti iniziative ci sono la parata a fine gara che darà la possibilità di calcare il tracciato di gara con auto stradali anche a normali automobilisti non concorrenti. Musica ed animazione è invece prevista nel “Rally Village” allestito nel parco tematico di Capo di Ponte che sarà la cittadina regina dell’evento.

Novità assoluta ci quest’anno, legata all’aspetto sportivo, è l’introduzione di un tratto di shake down dove gli equipaggio potranno testare le loro vetture da corsa nel giorno della vigilia del rally.

Il rally si svolgerà nella giornata di domenica 3 luglio sulle prove di Valsaviore e Deria.

Descrizione immagine
Descrizione immagine

01/06/2016


 

BUON DEBUTTO SU TERRA PER GILARDONI AL RALLY ADRIATICO 

Prima volta del driver italo svizzero sugli sterrati: 2° di classe, buone sensazioni e importanti test in vista del San Marino del prossimo luglio.

 

Cingoli (MC) –Il 23° Rally Adriatico ha segnato il debutto su terra di Kevin Gilardoni e Corrado Bonato, portacolori della scuderia Movisport.

Tornato sulla Renault Clio R3C della GIMA, il pilota di Grandola ed Uniti insieme al navigatore ligure, ha saputo cogliere l’occasione della corsa marchigiana per mettersi in gioco senza compromettere la vettura, cosa non semplice viste le strade molto selettive. Al termine della due giorni rallystica attorno a Cingoli, KG ha completato le dodici prove speciali in programma in 2° posizione di classe, ottimo risultato per un “deb”. Le strade dell’Adriatico, valevoli per il Campionato Italiano Rally, incrociavano anche gli interpreti del Trofeo Terra arricchendo così la qualità degli iscritti alla gara. Gilardoni: “Sono davvero soddisfatto perché per me qui l’unico verbo che contava era “imparare”. Non avevo mai gareggiato su terra e devo dire che è davvero divertente e formativo; prova dopo prova abbiamo abbassato i tempi delle tornate precedenti capendo sempre di più come comportarci su questo fondo. Quando ad inizio stagione dicevo che sarebbe stato un anno formativo intendevo proprio questo: stiamo cercando di apprendere più possibile da questa esperienza tricolore e l’idea di fare tutto il CIR comprese le gare di terra è da leggersi proprio in quest’ottica. Devo ringraziare assolutamente la GIMA che si è confermato un team di primo livello fornendomi una vettura al top e poi il mio navigatore Corrado Bonato che ha saputo dispensare consigli fondamentali durante tutto l’arco della manifestazione dandomi una mano a crescere. Torneremo sulla terra a San Marino: pur trattandosi di un fondo differente sappiamo di aver iniziato a costruire una base importante di chilometri su questo fondo, fiduciosi nei progressi continui.”

 

31/05/2016

                 

     

            XCAT Lugano GRAND PRIX


XCATLugano e Nassa Boat Show dal 3 al 5 Giugno

Lugano è ormai pronta ad ospitare l'evento più importante dell'estate ticinese: il 3 – 4 – 5giugno 2016 si svolgerà sul lago Ceresio l'XCAT Lugano Grand Prix, terza tappa del campionato XCAT World Series (www.xcatracing.com).

 

IL PROGRAMMA

Qui di seguito vi presentiamo il programma delle tre giornate:

Per gli addetti ai lavori, la manifestazione inizia venerdì 3 giugno alle ore 15.00 con la sessione di prove ufficiali.

Alle ore 19.00 invece, sempre di venerdì 3 giugno, il circus internazionale dell'XCAT World Series si presenta con una spettacolare sfilata che percorrerà tutta la città, partendo da Campo Marzio per arrivare nei dintorni del LAC. Le barche verranno trainate da quattordici pickup e saranno accompagnate da una trentina di Harley Davidson. Una volta arrivati al LAC ci i saluti ufficiali, la presentazione degli equipaggi el'apertura ufficiale della competizione.

Sabato 4 giugno dalle ore 10.30 alle ore 12.00 le imbarcazioni scenderanno in acqua per l’EEMAR POLE POSITION e dalle ore 15.30 alle ore 16.30 si svolgerà la DUBAI DUTY FREE SPEED CAT RUN. A seguire sarà possibile assistere alle premiazioni di entrambe le competizioni. Domenica 5 giugno grande spettacolo per il Grand Prix di Lugano: la sfida inizierà alle ore 11.00 con la sessione di un'ora delle prove ufficiali. Alle ore 15.30 i quattordici equipaggi in gara si sfideranno su un circuito di circa 7 km. Al termine della gara, la festa del podio celebrerà i vincitori.

Descrizione immagine
Descrizione immagine

05/06/2016

                    

     

VICTORY SCATTA DAL QUARTO POSTO E VA A VINCERE IL GRAN PREMIO XCAT DI LUGANO. MALE GLI ITALIANI, OTTIMO SECONDO POSTO PER GOLD COAST AUSTRALIA

 

Lugano, Domenica 4 Giugno 2016. È ancora una volta l’equipaggio emiratino formato da
Arif al Zaffein e Nadir bin Hendi a salire sul gradino più alto del podio, con una vittoria non
scontata nel Lugano GP, terza prova del mondiale 2016 UIM XCAT World Series.
Nonostante il quarto tempo in pole position, i due a bordo della loro “freccia blu” Victory
hanno fatto una partenza strepitosa, recuperando fino a passare in testa alla prima boa.
Le condizioni di acqua calma, seppure con qualche onda fastidiosa in virata, non hanno
permesso ai loro diretti avversari di recuperare il gap. In particolare Gold Coast Australia
che partiva in pole ha sbagliato lo start finendo quarta mentre Abu Dhabi 5 manteneva la
terza posizione. Ottima seconda l’altra barca australiana, con Brett Luhrmann e Pal Virik
Nilsen. Le strategie dei long lap sono state diverse per i vari team, tanto che Gold Coast
(Tom Barry-Cotter e Ross Willaton) è riuscita a sopravanzare Abu Dhabi e mantenere la
seconda piazza. Fra l’entusiasmo del pubblico, con migliaia di spettatori lungo le rive del
Ceresio venute ad assistere alla prima gara di offshore in territorio svizzero, la lotta per il
terzo gradino del podio è stata fra Team Australia, Abu Dhabi e Dubai 33. Alla fine nonostante
un errore in boa, con conseguente penalità (ovvero un extra long lap), Abu Dhabi di
Raship Al Tayer e FAleh Al Mansoori è riuscita a chiudere terza di misura.

05/06/2016

                       

     

XCAT E CITTA' DI LUGANO ANNUNCIANO LA DATA PER IL 2017. BARCHE IN ACQUA PER LA GARA DI DOMENICA

 

Un accordo triennale, con la prossima gara in Svizzera già fissata per il weekend 7-9 Luglio 2017: la WPPA, promoter del campionato mondiale
UIM XCAT World Series, e l'associazione Swiss Lugano Lake Trophy, che organizza ilLugano Grand Prix, hanno siglato oggi l'intesa che li vede collaborare fino al 2018.
La conferenza stampa è stata il momento per porre le firme: da una parte Issa bin
Kharbash e Ali Bin Hendi, rispettivamente Vice Presidente e Acting CEO della WPPA,
dall'altra Mario Tamborini e Bruno Huber, Presidente e Direttore di Swiss Lugano LakeTrophy.Nel frattempo i piloti sono scesi in acqua per la prima sessione di prove, valida per ilLugano Grand Prix di XCAT che si disputerà fra Sabato 4 e Domenica 5 nelle acque del Lago.Ali Bin Hendi ha sottolineato come correre a Lugano sia un sogno che si avvera: “Fino a due anni fa sembrava impossibile correre in Svizzera, e in particolare in una località così prestigiosa. Ma niente è impossibile: da parte nostra ci abbiamo creduto sempre, e attraverso il dialogo e la collaborazione reciproca siamo arrivati a realizzare questo sogno. Il posto è splendido, l'organizzazione eccellente e rigorosa: sarà sicuramente un evento di alto livello, come richiede Lugano e come siamo in grado di mettere in pratica
noi con l'impegno di tutti. E' la prima volta che l'XCAT corre in Svizzera, ma anche la
prima volta di un campionato offshore in questa nazione: siamo orgogliosi di avere
questo primato e ringraziamo le autorità locali per averlo reso possibile. Il fatto che in due anni si sia arrivati da un sogno alla realtà, fino a un contratto triennale, è l'esempio più lampante di come due mondi apparentemente tanto diversi possano collaborare in modo proficuo. XCAT a Lugano significa lo sport che incontra il business, con un valore aggiunto - reciproco - senza uguali”.

Descrizione immagine
Descrizione immagine

07/05/2016

                  


GT Open, Ramos si avvicina al vertice, AF Corse al comando

 

Ottenendo le loro rispettive prime vittorie nel GT Open nella gara d’apertura della stagione 2016 all’Estoril, Shaun Balfe, Phil Keen, Michael Benham e Duncan Tappy sono entrati nel ristretto club dei 40 piloti che hanno conseguito almeno una vittoria assoluta nella serie.  

A guidare il ranking dei piloti più vittoriosi è ancora il bicampione Andrea Montermini, con 19 successi, ma il co-campione 2015, Miguel Ramos, si avvicina (13, come Richard Lietz) e può ancora incrementare il suo bottino quest’anno. I due sono seguiti da Joel Camathias (12) e dal trio Barba-Narac-Pilet (11).

Fra i team, Balfe Motorsport e Garage 59 sono entrati a far parte del club dei vincitori, che comprende 27 scuderie e ha visto l’AF Corse prendere il commando della graduatoria durante la stagione 2015. Il team piacentino guida con 23 successi, davanti all’Autorlando Sport (16) e all’estinta Scuderia Playteam (14).

Fra le Case, la Ferrari è leader con grande distacco (89 centri), davanti a Porsche (32) e Chevrolet (13).

Per la cronaca, all’Estoril, evento di apertura dell’undicesima stagione del GT Open, si sono svolte la 151esima e 152esima gare nella storia della serie.

Tratto da: www.gtopen.net

05/05/2016

                                  

              

KEVIN GILARDONI A TU PER TU COL MITO: IN GARA ALLA 100° EDIZIONE DELLA TARGA FLORIO.

 

Nel fine settimana il giovane lariano gareggerà nella celebre corsa siciliana che quest’anno festeggia il centenario.


Grandola ed Uniti (Co)- Kevin Gilardoni a tu per tu con il mito; dopo essere stato il secondo italiano a gareggiare nella serie Nascar, il giovane pilota comasco proverà un’altra emozione sportiva degna di essere ricordata: nel prossimo fine settimana infatti, parteciperà alla 100° edizione del rally Targa Florio, una delle corse più affascinanti e blasonate di tutti i tempi.
Valevole come terzo atto del Campionato Italiano Rally, il Targa sarà anche la gara spartiacque della stagione prima dell’avvento dei due round su fondo sterrato. Kevin Gilardoni e Corrado Bonato affronteranno i veloci tratti siciliani con la Renault Clio R3T allestita e preparata dalla GIMA, squadra alessandrina con cui il 24enne driver gareggia da un paio di stagioni; obiettivo dichiarato è, come per i due precedenti step del CIR, accumulare esperienza utile in un contesto sempre nuovo ma molto competitivo quale il campionato tricolore.

Siamo carichi e concentrati per questo rally- dice Gilardoni durante una pausa delle ricognizioni che sta svolgendo in provincia di Palermo- E’ un’emozione per noi essere al via di questa edizione importantissima: il livello degli avversari è alto ma noi stiamo crescendo e vogliamo migliorarci di volta in volta seguendo quel percorso di crescita agonistica che ci siamo prefissati ad inizio anno; domenica sera tireremo le somme perché siamo ad un turning point per le sfide asfaltate dopo Ciocco e Sanremo. Staremo a vedere: intanto è già un piacere essere nell’isola della Trinacria!”

La Redazione.

 


 


 

 

Descrizione immagine
Descrizione immagine

09/05/2016

               

 

Dörrbecker fa il bis ad Adria davanti a Sa Silva e Raghunathan

 
Seconda vittoria consecutiva per Michael Dörrbecker (Torino Squadra Corse) ad Adria nella gara-2 dell’Auto GP Formula Open, il campionato promosso da Enzo Coloni con la Pirelli quale gommista ufficiale. Il messicano residente in Germania, 23 anni, ha ripetuto domenica il risultato del sabato, partendo in pole position e restando al comando dal primo all’ultimo dei 23 giri in programma. Due piloti si sono messi all’inseguimento di Dörrbecker, senza riuscire nell’impresa: si tratta dell’angolano Luis Sa Silva (Zele Racing) e dell’indiano Mahaveer Raghunathan (PS Racing), al quale nella notte è stato sostituito per motivi prudenziali il motore. Il primo ha avuto un calo fisico che non gli ha consentito di attaccare il leader, subendo il recupero dell’indiano. Alla fine i due inseguitori sono finiti a circa 10 secondi dal vincitore. A ridosso del podio è finita la coppia di piloti ungheresi Zoltan (zio) e Dominik (nipote) Fekete, entrambi schierati da Zele Racing. Armando Mangini (MM International Motorsport) ha concluso al sesto posto con l’unica F.3000 in pista. Il veterano toscano è dovuto partire dai box, dopo essersi girato nell’entrata in pista. Non è partito Salvatore De Plano (PS Racing) che ha avuto problemi tecnici non risolvibili in pista. In classifica Dörrbecker è il leader, con 20 punti di vantaggio su Raghunathan e 24 su sa Silva.
Dörrbecker ha vinto ad Adria anche gara-2: “I miei complimenti al team ed al mio ingegnere, che mi hanno dato una macchina perfetta. All’inizio con Sa Silva alle spalle, ho dovuto spingere subito e forte. La mia vettura mi ha consentito di prendere un buon margine e così è arrivata anche la mia seconda vittoria consecutiva”.

Tratto da: www.autogp.net

 

09/05/2016

                  


TERZO COMPLEANNO PER IL CAMUNIA RALLY DAY

 

La scuderia New Turbomark ha delineato il programma della terza edizione che si svolgerà sabato 2 e domenica 3 luglio in provincia di Brescia.

 

Capo di Ponte (Bs)-  Mancano due mesi alla 3° edizione del Camunia Rally Day ed un solo mese all’apertura delle iscrizioni; la Scuderia New Turbomark è molto attiva nel portare a termine i lavori che ancora devono essere ultimati per la corsa che si svolgerà nei dintorni di Capo di Ponte, in Vallecamonica, sottoforma di Rally Day.

Con un totale di trentotto chilometri cronometrati, il Camunia Rally Day vedrà confermata la formula delle due prove speciali da ripetersi tre volte con la partenza celebrativa nella serata del sabato e l’arrivo nella centrale via Italia  del paese di Capo di Ponte.

Novità dal punto di vista logistico riguardano il Parco Assistenza che sarà chiamato Rally Village visto che gli addetti ai lavori stanno cercando di allestire un’area non solo tecnica per i servizi alle vetture in gara ma un più ampio settore in cui dare la possibilità al pubblico di godere della vicinanza dei propri campioni e delle vetture da corsa.

“Siamo convinti che la strada sia questa: portare la gente nel cuore delle gare è utile per far conoscere i piloti, per far vedere le vetture e per far vivere dall’interno le corse aiutando così la loro promozione nei territori in cui si svolgono” racconta “Peppe” Zagami di New Turbomark. “Quest’anno il Parco assistenza verrà allestito nel grosso piazzale del Parco Tematico, area dove vengono smistati i turisti prima delle visite alle incisioni rupestri, richiamo internazionale per la Vallecamonica”.

Le iscrizioni del Camunia Rally Day saranno aperte dal 3 al 27 giugno prossimi. Caccia aperta dunque a Luca Tosini, vincitore delle prime due edizioni della corsa su Renault Clio R3C.

 

Per info: www.camuniarally.it , mail: info@camuniarally.it

 


 

 

Descrizione immagine
Descrizione immagine

13/05/2016

                      Motori  


GIESSE PROMOTION TRA DUE RICORRENZE: DOPO LA 100° TARGA FLORIO ECCO IL 40° 1000 MIGLIA

 

Nel centenario della Targa Florio valevole per il Campionato Italiano, Stefano Baccega conquista la settima posizione su Ford R5 mentre a Brescia, per la corsa bresciana, saranno al via quattro equipaggi.


Selvino (Bg)- Targa Florio e 1000 Miglia, un’altalena di emozioni che non capita spesso. Così la scuderia bergamasca Giesse Promotion si alterna tra la gara sicula e quella bresciana nel giro di pochi giorni.

Nel fine settimana appena concluso, Stefano Baccega e Marco Menchini, elvetici in forza all’Erreffe Rally Team, hanno gareggiato alla centesima edizione della Targa Florio sugli asfalti valevoli per il tricolore rally 2016. La buona prestazione dei due svizzeri, uniti alla voglia di gustare l’arrivo senza strafare, ha portato alla fine un brillante settimo posto assoluto.


 

 

 

13/05/2016

 

WEC – Bird, Rigon con la Ferrari  488 vincono a Spa-Francorchamps

 

Francorchamps,  Seconda vittoria di fila per la Ferrari 488 GTE numero 71 di Sam Bird e Davide Rigon che si sono imposti nella 6 Ore di Spa-Francorchamps, secondo appuntamento del World Endurance Championship (WEC) e ultimo prima della 24 Ore di Le Mans in programma a metà giugno. Sfortuna per la vettura numero 51, fermata da un problema tecnico a dieci minuti dal termine quando era in testa. Pomeriggio complicato anche per la 458 Italia impegnata nella classe GTE-Am che ha dovuto scontare due drive through ma si è comunque piazzata al secondo posto.

 


 

Descrizione immagine
Descrizione immagine

16/05/2016

               

Torna Ebimotors con una Lambo Huracán per Busnelli-Babini

 

La gara di Spa dell’International GT Open vedrà una new entry di grande rilievo: Ebimotors, il noto team italiano, rientra, questa volta con una nuova vettura, una Lamborghini Huracán GT3, affidata a Chicco Busnelli e Fabio Babini.

Chicco Busnelli (54 anni) è un noto entusiasta di GT, legato da anni a Ebimotors, la compagine comasca guidata da Enrico Borghi.  Per questo nuovo progetto, avrà come compagno un suo caro amico, Fabio Babini (46), che non ha bisogno di presentazioni nel mondo delle GT, avendo collezionato importanti successi, dale vittorie alle 24 Ore di Le Mans e Daytona al titolo GTC nell’ELMS. Babini ha già disputato una stagione del GT Open, nel 2011, con una Porsche Autorlando.

La coppia ha in programma di correre varie gare in diversi campionati quest’anno, comprese quattro prove del GT Open. “Sarà un training sulle piste europee più importanti in vista del 2017”, spiega Busnelli, “e sono veramente felice di essere di nuovo associato al mio team di riferimento e al mio compagno ‘storico’, Fabio Babini.”

16/05/2016

                      

F1  IMPRESA FANTASTICA PER Max Verstappen

 

Max Verstappen vince al debutto in Red Bull Racing: è il più giovane vincitore nella storia della F1


Podio incredibile quello del Gran Premio di Spagna Max Verstappen davanti a tutti, la Red Bull Racing premiata come costruttore e i due piloti Scuderia Ferrari, Raikkonen e Vettel, in P2 e P3.

Dopo che nelle prime curve i due piloti Mercedes si sono scontrati finendo fuori entrambi terminando la loro gara, sembrava che la Ferrari avesse un'occasione per fare una doppietta che invece non è avvenuta,

Una gara mozzafiato, una vittoria storica e un pilota che entra nella leggenda della F1 a soli 18 anni. Max Verstappen è il più giovane vincitore di sempre e il suo esordio al volante della Red Bull non poteva avere un epilogo di giornata migliore.
Podio anche per le due Rosse, con Kimi Raikkonen secondo davanti al compagno di squadra Sebastian Vettel. Quarto posto per la Red Bull di Daniel Ricciardo, davanti alla Williams di Bottas. Bella prova anche da parte dell’idolo locale Carlos Sainz, che regala ai tifosi spagnoli il sesto posto, rendendo così un po’ meno amaro il ritiro di Fernando Alonso. Perez, Massa, Button e Kvyat completano la top ten.
E i due della Mercedes…? Altro che Frecce d’Argento, il clima ai box Mercedes oggi è nero che più nero non si può. A pochi metri dal via i due alfieri di Stoccarda si rendono protagonisti di un incidente eliminandosi a vicenda, lasciando così il campo libero agli splendidi protagonisti di una domenica indimenticabile qui a Barcellona.

 

 

 

 

Descrizione immagine
Descrizione immagine

19/05/2016

                     


              Xcat World Series Grand Prix Lugano




Primo weekend di giugno, il Circus dell’UIM XCAT World Series 2016 sbarca a Lugano, per l’unica tappa europea del campionato mondiale
Nel primo weekend di giugno quattordici team si sfideranno sulle acque del lago di Lugano a bordo dei loro Extreme Catamarans, velocissimi scafi in carbonio spinti da fuoribordo di ultima generazione.
Ci saranno tutti i presupposti per assistere ad un evento unico ed emozionante, all’insegna della competitività più estrema; grazie all’alto livello della tecnologia utilizza-ta la competizione si pone come eccellente banco di prova per la valutazione nell’ottimizzazione dei consumi e delle emissioni.
I team arriveranno a Lugano dopo aver disputato due tappe sui già noti circuiti di... Fujairah e Dubai. Qui hanno potuto mettere alla prova le loro imbarcazioni, arrivando così in acque europee pronti per una nuova elettrizzante sfida. Lugano è infatti un circuito completamente nuovo, che permetterà ai piloti di dimostrare tutta la loro abilità lanciando le imbarcazioni all'incredibile velocità di 200 km/h.
Questo evento sarà per la città di Lugano una vetrina internazionale di estrema importanza: un’organizzazione impeccabile, una calorosa ospitalità per team e turisti, un'attenzione particolare rivolta a tutti gli aspetti legati al territorio e alla sua salva- guardia, sono il biglietto da visita ideale per presentare la città agli occhi del mondo.
Per i più appassionati e per chi vorrà vivere questa esperienza al top, è disponibile il VIP Package. Scegliendo questa soluzione, sarà possibile accedere a un'area esclusiva (XCAT VIP Hospitality) con vista mozzafiato sul circuito di gara. Da quest'area gli ospiti potranno trascorrere l'intero weekend a stretto contatto con piloti, team manager e organizzatori.
Due giorni in vero XCAT Style.
È possibile consultare tutti i dettagli e le modalità di acquisto del VIP Package su www.xcatlugano.ch/vip-package.

 

 

 

 

 

18/05/2016

                    


BILANCIO AVARO PER LA LEONESSA CORSE AL 40° RALLY 1000 MIGLIA


Unico arrivato al traguardo, in una corsa molto selettiva, è stato Valerio De Cecco che ha chiuso 8° di classe. Uscite di strada per Amici e Saresera mentre non è partito Ambrosio per problemi di lavoro.


Brescia- Dopo un brillante avvio di stagione, la Leonessa Corse sperava di poter continuare il trend positivo anche sulle strade di casa per il 40° Rally 1000 Miglia. Non tutto è andato per il verso giusto con il maltempo che ha segnato prepotentemente la corsa bresciana condizionando classifiche ed andamento.

A farne la spesa sono stati in particolar modo Roberto Amici e Gianluca Saresera che, per differenti ragioni, sono stati costretti al ritiro a pochi chilometri dalla conclusione. Bravi invece Valerio De Cecco che in coppia con la sorella Amalia ha portato a casa un saggio 8° posto di classe N2 sulla Peugeot 106 di famiglia.

“Un rally davvero estremo in certi momenti- ha dichiarato il giovane bresciano-ma per la mia poca esperienza era fondamentale arrivare al traguardo nonostante tutto.”

Per De Cecco restano comunque due ottimi terzi posti di classi sulle tre speciali disputate.

Decisamente peggio è andata ad Amici e Pegoraro, in gara su Renault Clio R3C della GMA Motorsport. Dopo aver inanellato una serie progressiva di ottimi tempi (dalla 5° posizione di Ps1 i due “leoncini” sono passati al podio di Ps3), sono incappati in una veniale quanto fatale uscita di strada che ha imposto l’alt alla loro gara. Sotto il diluvio, la scelta di gomme rivelatasi azzeccata ha dato forse troppo entusiasmo all’equipaggio che nel corso della Pertiche2 , nell’atto di raggiungere in prova un avversario diretto si è lasciato prendere dalla foga urtando una gomma e mettendo fine alle speranze di podio.


 

 

 

 

 

Descrizione immagine
Descrizione immagine

22/05/2016

                  

 

GIESSE PROMOTION TRE VOLTE A PODIO AL 40° RALLY 1000 MIGLIA


La scuderia bergamasca ottiene un secondo e due terzi posti nella gara bresciana del CIWRC. Questo weekend Gessa correrà al Rally di Casciana.

 

Brescia- La quarantesima edizione del Rally 1000 Miglia ha detto bene ai colori della scuderia Giesse Promotion. Sugli asfalti del secondo rally del Campionato Italiano Wrc la squadra corse orobica ha conquistato tre podi di classe che danno linfa e morale per il proseguo della stagione.

La prima nota lieta è quella di Ettore Catterina che sulle strade di casa debuttava con il fido Daniele Michi su una Ford Fiesta R5 del team Erreffe. Catterina ha preso subito dimestichezza con la lettura dell’ovale blu ed è riuscito fin dalle prime battute a competere per il podio di categoria; una scelta troppo generosa di gomme ha leggermente attardato il pilota bresciano che comunque si è ritagliato un ruolo di protagonista sugli stage di Irma, Pertiche e Moerna; al termine delle sei prove speciali in programma il pilota della Giesse Promotion ha conquistato la terza posizione di classe e la prestigiosa 7° piazza assoluta.

Chi ha disputato un’altra gara importante è stato il giovane alessandrino Alberto Rossi che dopo la vittoria dell’Elba confidava nel 1000 Miglia per allungare in classifica di classe. Il driver della Renault Clio Super 1600 dell’Erreffe Rally Team ha dovuto però accontentarsi della seconda posizione di classe per via di un inconveniente tecnico che lo ha attardato nel corso delle ultime due prove togliendoli la vittoria che credeva già di poter fare sua.

Terzo di classe A6 è invece risultato Sergio Carrara; in coppia con Margherita Gregori il giovane bergamasco era in gara con una Peugeot 106 del team Gagliasso ed è stato bravo e caparbio nel portare a termine la sua corsa visto il problema che lo ha pesantemente penalizzato ossia la rottura dell’idroguida: questo motivo rende ancora più importante la sua terza posizione tra le 1600 gruppo A.

Ritiro invece per Caterina Grigis su Peugeot 207 Super 2000.

 

 

20/05/2016

                                  

         Grande battaglia a otto marche a Spa

 

Il secondo appuntamento dell’International GT Open porta team e piloti su uno dei circuiti preferiti da tutti gli appassionati: Spa-Francorchamps, il leggendario tracciato nelle Ardenne belghe considerato “probabilmente il più bel circuito al mondo.”

I tifosi, che beneficeranno dell’ingresso gratuito,  potranno usufruire di un programma di gare davvero ricco: questo sarà il primo dei cinque eventi condivisi dal GT Open e dall’Euroformula con la rinnovata Formula 3.5 V8, oltre che con la spettacolare Radical European Masters e il nuovissimo TCR Benelux, che scatta in questa occasione.

Il GT Open va a Spa dopo un interessante avvio di stagione all’Estoril, dove le machine più collaudate hanno battuto le GT3 di ultima generazione, nel contempo in cui sia il Balfe Motorsport che il Garage59 conquistavano la loro prima vittoria nella serie. Sul veloce saliscendi belga, le GT3 di nuovo conio cercheranno sicuramente una rivincita.

Fra i protagonisti, ovviamente, le BMW M6 del BMW Team Teo Martín con Miguel Ramos-Roldán Rodríguez e Fernando Monje-Gustavo Yacamán, cosiccome le due McLaren 650S del Garage 59, con i vincitori (in extremis) di gara-2 all’Estoril, Duncan Tappy-Michael Benham sulla vettura #59 mentre sulla #99, accanto ad Alexander West, debutterà il francese Côme Ledogar, astro nascente del GT.



Descrizione immagine
Descrizione immagine

25/05/2016

                     


Pastorelli-Webster (Renault RS01 V8 Racing) emergono dai flutti


Il V8 Racing ha sbaragliato il (bagnato) campo in gara 2 oggi a Spa-Francorchamps. Il diluvio tipicamente ardennese scatenatosi pochi minuti prima del via ci ha regalato una gara in condizioni dantesche, iniziata con 20 minuti di safety-car. Nulla che potesse spaventare un olandese e un inglese: Nicky Pastorelli e Josh Webster hanno conquistato una bella vittoria con la Renault RS01 GT3 del V8 Racing. Sono i quarti vincitori diversi (per brand, team e coppia) in quattro gare disputate sinora. Il team olandese, al rientro nel GT Open quest’anno, vince anche in GT-Am, grazie a Filipe Barreiros e Maximiliaan Braams.

Duncan Tappy-Michael Benham (McLaren 650S Garage59) e Marco Cioci-Alex Moiseev (Ferrari F458 AF Corse) completano il podio assoluto dopo una bella rimonta finale, mentre Shaun Balfe-Phil Keen (Ferrari F458 Balfe), quarti come ieri, conservano la leadership nel campionato.

La gara inizia con venti minuti di safety-car, che lascia la pista quando praticamente viene aperta la finestra per il cambio-piloti. In testa c’è il poleman Ledogar, davanti a Rodriguez e Hankey, che ha superato Pastorelli al via. I primi a fermarsi per i pit stop sono Moiseev, Benham e Silva, mentre le condizioni rimangono difficilissime e c’è un contatto fra Crestani e Ramos alla chicane, di cui approfittano Sdanewitsch e Cioci.

La pioggia ha scombussolato la sequenza dei pit stop e al decimo giro, una graduatoria insolita vede West in testa davanti a Yoluc e Busnelli, con Rathe, Webster, Noble, Cioci e Keen a seguire. Yoluc e Webster prendono il comando poco dopo, mentre lo scatenato trio Cioci-Tappy-Keen rimonta velocemente e supera Busnelli. Al 12esimo, Webster passa Yoluc per il primo posto, con il turco che dovrà cedere successivamente a Cioci, Tappy, Keen e Crestani, tutti in grande lotta fra loro su un asfalto viscido. Nelle ultime fasi, Tappy passa Cioci per il secondo posto.  

 


 

 

 


 

25/05/2016

                

 

DOPO IL PODIO DI GESSA LA GIESSE PROMOTION VEDE…TERRA CON BACCEGA

 

Marino Gessa ha centrato un superlativo terzo posto assoluto con una Peugeot 106 A6 sulle strade del Casciana Terme. Nel weekend, primo appuntamento stagionale su terra per gli elvetici Baccega e Menchini che dopo i primi appuntamenti asfaltati del CIR sono attesi dalle strade bianche dell’Adriatico.


Selvino (Bg)- La scuderia Giesse Promotion continua a vivere una stagione esaltante: nel fine settimana appena lasciato alle spalle, l’equipaggio composto da Marino Gessa e Salvatore Pusceddu ha incantato il pubblico a bordo di una piccola quanto grintosa Peugeot 106 A6 della SMD. Il duo sardo ha confermato tutte le sue qualità nella gara toscana in cui erano presenti vetture ben più potenti. A lungo in lotta per entrare nella Top tre, Gessa e Pusceddu sono riusciti  a tenere testa nel finale aggiudicandosi il podio per un soffio. “Mancavo dalle corse da circa un anno e non immaginavo di poter arrivare subito così in alto: è stato un rally tosto con l’asfalto scivoloso e sconnesso però la 106 è stata perfetta così come noi non abbiamo sbagliato nulla. Siamo davvero felici” ha detto Gessa.

Dagli asfalti della Targa Florio agli sterrati dell’Adriatico. Stefano Baccega e Marco Menchini proseguono la loro stagione tricolore con il debutto sulla terra, fondo poco abituale all’equipaggio svizzero della scuderia Giesse Promotion.

Dopo aver ben figurato nei primi appuntamenti del Campionato Italiano Rally, districatisi tra gli asfalti del Ciocco prima, del Sanremo poi e del Targa Florio in ultimo, Baccega e Menchini sono chiamati ad un appuntamento molto importante perché la terra è un banco di prova non indifferente per chi, come i due elvetici, punta a crescere qualitativamente.

A bordo della Ford Fiesta Evo R5 dell’Erreffe Rally Team, l’equipaggio rossocrociato “colorato” da Hankook e Ford Racing punta più a mettere chilometri nel proprio curriculum che non ad un risultato eclatante: “sappiamo di avere scarsa esperienza sugli sterrati e quindi è ovvio che non cercheremo di esagerare ma di concludere la gara per poter affinare così il nostro stile di guida sul fondo sdrucciolevole che ritroveremo anche al San Marino” ha detto Baccega.

Insieme al conterraneo Marco Menchini, Baccega partirà con la vettura numero 15, la stessa che un anno fa concluse a podio proprio il rally marchigiano con Chardonnet.

Il rally dell’Adriatico partirà da Senigallia venerdì sera 27 maggio e si concluderà domenica 29 alle ore 15.30 nella piazza Vittorio Emanuele di Cingoli.

Descrizione immagine
Descrizione immagine

07/04/2016

                         

                      


ANDREA GIUDICI ED ANNA FATICHI VINCONO IL 3° RALLY DEI  2 LAGHI 

 

Il pilota ossolano, navigato dalla moglie Anna Fatichi, è il vincitore della 3° edizione del Rally 2 Laghi. Primo successo in carriera per il pilota di Domodossola che tornava in S1600 dopo sei anni. Seconda posizione per il duo comasco Vittalini-Ceré (Citroen Ds3 R3T) e terza per quello camuno Tosini-Polonioli (Clio R3C). bagno di folla sia sulle speciali che all’arrivo in piazza mercato a Domodossola.

 

Domodossola (Vb)- Andrea Giudici ed Anna Fatichi sono profeti in patria. Se alla vigilia del Rally 2 Laghi tutti pensavano al successo casalingo di Caffoni, Giudici ha smentito tutti pur mantenendo la vittoria nelle mura, storiche ed affascinanti, della città di Domodossola. Partito con un errore di guida in Ps1, proprio mentre Caffoni vinceva la speciale, Giudici si è rifatto nella successiva dove l’amico rivale è incappato nell’incidente che lo ha messo fuori causa. Altri due successi parziali -di cui uno a ex aequo con Colombini- hanno spianato la strada al 39enne pilota del team Balbosca che ha così portato la sua Renault Clio S1600 in cima alla classifica.

Ottimi secondi Alex Vittalini e Lara Ceré (Ds3 R3T) che hanno vinto una speciale e hanno fatto valere la spinta del turbo oltre che il talento. Assente dallo scorso novembre, “Vita” ha chiuso alle spalle dei vincitori con 6”2 di distacco. Terzo a 6”7 si è così classificato Luca Tosini con Morgan Polonioli, già a podio nella prima edizione: allora finirono secondi.

Grande protagonista della seconda parte di gara è stato il duo Denis Colombini-Michele Ferrara in grado di vincere tutte le tre speciali in programma di cui una a pari merito. La sua rimonta è stata incredibile dato che dopo la Ps1 l’equipaggio della ProLine era 49° mentre nella classifica finale si trova in 6° posizione. Quarti e quinti due piloti biellesi: costante ma senza acuti, Corrado Pinzano (con Zegna su S1600 Ulivieri) ha preceduto di 0”9 Massimo Lombardi (id Twister con Bianchetti). Dopo Fornara e Spatti, rispettivamente 7° ed 8° nella generale c’è il primo di A7, il valtellinese Gianesini con il varesino “Fulvione” che nonostante l’ottimo risultato recrimina per una girata in Ps2.



08/04/2016

                             

                

      Semaforo verde nel weekend a Misano per la F2 Italian Trophy

 


L’attesa è finalmente giunta al termine. Nel weekend di sabato 9 e domenica 10 aprile si alzerà il sipario sulla stagione 2016 del Campionato F2 Italian Trophy. Giunta alla sua terza edizione, la Serie conferma ancora una volta il proprio appeal, tanto da essere l’unica dotata di titolo federale che ammette le monoposto Formula fino a 2000cc di tutte le tipologie, inserita nei Campionati Italiani di Velocità Aci-Sport Racing Weekend.

Si riparte da dove ci siamo lasciati, ovvero il Circuito di Misano, intitolato alla Memoria di Marco Simoncelli. Proprio la pista romagnola, che in occasione della passata edizione esaltò le doti di Loris Capirossi, sarà teatro della rincorsa al titolo 2015 detenuto da Marco Zanasi. L’alfiere della Dallara F312, accasato al team Corbetta Competizioni, vorrà sicuramente bissare il successo della precedente stagione, grazie al supporto del brianzolo Renato Papaleo.

Vietato però scordarsi della concorrenza, uno su tutti Bernardo Pellegrini. Proprio il pilota veronese, portacolori della Twister Italia, si conferma come primo tra i pretendenti alla corona, sostenuto dai compagni Gianmarco Maggiulli e Sergio Terrini. In casa Puresport i riflettori saranno invece puntati su Paolo Brajnik, velocissimo nei test invernali. A tenere alta la bandiera della scuderia lombarda anche Dino Rasero.L’appuntamento con il successo non vuole mancarlo nemmeno Alessandro Bracalente, che in questo 2016 punta a recitare una parte da protagonista con Pave Motorsport insieme ad Alessandro Alcidi, mentre Gianpaolo Lattanzi sogna il trono dopo essere stato la rivelazione dell’ultima annata.In occasione della prima stagionale di Misano ci sarà anche Andrea Fontana, al quale toccherà difendere i colori HT Racing in seguito alle straordinarie prestazioni di Pierluigi Veronesi, mentre direttamente dalla svizzera Antonino Pellegrino, in pista con la Dallara F308.

Definito il programma della tre giorni motoristica. Si scende in pista venerdì mattina per la prima sessione di prove libere, in programma dalle ore 11:55 alle 12:20. A seguire la seconda, dalle 17:55 alle 18:20. Sabato, dalle 9:45 alle 10:10, le qualifiche. Domenica la corsa, con Gara 1 alle ore 9:00 (25+1giro), mentre Gara 2 alle 15:40 (25’+1giro). Entrambe le manche saranno trasmesse in diretta su AutomotoTV, disponibile sul canale 148 della piattaforma satellitare Sky.

Descrizione immagine
Descrizione immagine

12/04/2016


V8 Racing torna nel GT Open con delle Renault RS01


Un importante e gradito ritorno nell’International GT Open 2016 è quello del V8 Racing. La nota scuderia olandese, che vinse il titolo Team e il vice-campionato Piloti per due anni consecutivi, nel 2013-14, rientra dopo un anno di assenza, dopo aver cambiato le sue celebri Corvette per delle Renault RS01. Sarà con queste vetture, in configurazione GT3, che la scuderia di Schiedam sarà in pista nell’Open.  

Nicky Pastorelli, Team Principal e pilota, ha commentato: “Abbiamo varato il progetto con la Renault RS01 lo scorso anno ed è una vettura davvero interessante e competitiva. Siamo felici di poterla schierare quest’anno nel GT open, un campionato che conosciamo bene, ci ha dato tnato in passato e ci è caro.”

Due volti familiari saranno al volante della prima delle due vetture, iscritta per la stagione in categoria GTAm: il portoghese Filipe Barreiros e l’olandese Diederick Sijthoff. Le trattative per definire il secondo equipaggio sono attualmente in corso. 


12/04/2016

 

GILARDONI AL SANREMO: ALTRA ESPERIENZA, ALTRO PODIO

 

Prosegue  positivamente il cammino nel Campionato Italiano Rally di Kevin Gilardoni e Corrado Bonato che al Rally Sanremo vanno ancora a punti nel Trofeo Renault, nel 2RM e nella Coppa R3.

Sanremo (Im)-Nel fine settimana appena lasciato alle spalle si è corso 63° Rallye Sanremo, secondo appuntamento del Campionato Italiano Rally suddiviso in due tappe comprendenti una gara per ciascun goirno. Il pilota italo svizzero Kevin Gilardoni, insieme al fidato navigatore Corrado Bonato,  ha portato a termine il rally in terza posizione di Trofeo Renault Clio R3T sia in Gara1 che in Gara2.

A bordo della Renault Clio R3T della Gima Autosport scudata Movisport, il giovane pilota originario dell’Alto Ceresio ha cercato di migliorare la propria andatura contando la sua minima esperienza. Al debutto sugli asfalti sanremesi infatti, il gap con gli avversari più esperti si è ridotto rispetto al primo appuntamento del Ciocco e i due terzi posti maturati nelle due gare, oltre al distacco dall’equipaggio di testa, ne sono l’emblema.


Descrizione immagine
Descrizione immagine

14/04/2016

                             

ESORDIO IN GRANDE STILE PER LA SCUDERIA LEONESSA: SARESERA E’ SECONDO DI SUZUKI TROPHY AL SANREMO

 

Eccellente debutto per la neonata scuderia bresciana che ha visto la prova scintillante di Saresera  e Tumaini  sugli asfalti imperiesi del Rallye Sanremo. Ritiro per Parolaro-Marchioni. Al 2 Laghi invece, Amici porta al debutto il naviga Scano alla “prima” su R3.

 

Sanremo (Im)-Buona la prima. La Scuderia leonessa è partita nel migliore dei modi per la sua avventura nel mondo dei rally. Il sodalizio bresciano è infatti stato protagonista al Rallye Sanremo con il giovane Gianluca Saresera ed il veronese Andrea Tumaini che  sulla piccola Suzuki Swift R1B sono stati grandi protagonisti del monomarca riservato alle giapponesine millesei.

Secondo in entrambe le gare, Saresera si è tolto anche il lusso di vincere una prova speciale – la Vignai- e di soffiare sul collo dei principali additati alla vittoria: Lucarelli e Vallino su tutti.

Al termine della prima tappa il pilota classe 1991 che gareggiava con una vettura della Europea Service ha realizzato il secondo tempo di giornata dietro di 1’19” a Lucarelli; Il Day2 però, ha riservato molte più emozioni con il portacolori della Leonessa che ha spinto ancora più a fondo sul pedale del gas realizzando tre 2° tempi ed un 1° e chiudendo alle spalle di Lucarelli di soli 11”6.

“Sono davvero soddisfatto di questo risultato: i tempi totalizzati sono la conferma della grande crescita e dell’ottimo passo che abbiamo acquisito; ora quei nomi altisonanti che nelle passate stagioni sembravano irraggiungibili sono alla nostra portata. Un bell’esordio per la Scuderia Leonessa!”

Sfortunato ritiro invece per i valtellinesi Nicolas Parolaro e Gianluca Marchioni che, alla seconda apparizione nel campionato tricolore, hanno dovuto alzare bandiera bianca già nel corso della prima tappa dopo un approccio iniziale intelligente.

Al piemontese Rallyday 2 Laghi invece, i lumezzanesi Roberto Amici e Stefano Scano hanno corso per la prima volta sugli asfalti ossolani; gara delle prime volte dunque dato che Scano era all’esordio assoluto nel mondo delle corse e che lo stesso Amici non aveva mai usato una Clio R3 in un rally. Un paio di errori nel corso delle prime due prove speciali hanno fatto perdere il contatto dal treno di testa ma l’equipaggio della Leonessa ha conclusocomunque  in 10° posizione di classe con il tempo di 27’47”2. “Era importante conoscere questa vettura: il numero e la qualità degli avversari ci hanno messo a dura prova- ha dichiarato Amici- Ci rivedremo presto!”

 


13/04/2016

                             


 GIANESINI VINCE LA CLASSE A7 AL RALLY 2 LAGHI

 

Netta vittoria di classe per il pilota di Sondrio che in coppia con Fulvio Solari entra anche un paio di volte nella top five. Alla fine nell’assoluta è 9°.

 

Domosossola (Vb) – Un altro successo di classe si va ad aggiungere al prestigioso curriculum di Marco Gianesini. Al 3° Rally dei 2 Laghi svoltosi domenica 10 aprile infatti, il portacolori del team Top Rally ha dato sfoggio di tutte le sue qualità insieme al navigatore varesino Fulvio Solari” ed a bordo della Renault Clio Williams di classe A7.

Partito a spron battuto, Gianesini ha colto subito una brillante quinto posto assoluto, risultato importante date le ben 11 vetture S1600 e le 16 R3 presenti alla corsa ossolana.

Un testacoda nella seconda prova speciale però, la Calasca, ha allontanato dalla vetta i due lombardi che hanno provato  recuperare inanellando buoni tempi nei tratti finali.

Purtroppo abbiamo avuto anche un inconveniente tecnico che ci ha ulteriormente attardato e condizionato: il guasto di una pompa della benzina ci ha dapprima rallentato e poi ci ha spesso fatto perdere la concentrazione nello svolgere le operazioni di azionamento della pompa supplementare”- ha raccontato Gianesini.

Al termine delle sei prove speciali, Gianesini e Solari hanno così sollevato la coppa del 9° assoluto, del primo di classe e del 5° di gruppo.
“ E’ sempre stimolante affrontare tanti avversari come in questo rally. Si affrontavano tante vetture differenti con caratteristiche e ”carte d’identità” diverse ma questa varietà ha contribuito a rendere ancora più interessante la sfida.”

Ora Marco Gianesini è atteso dal Rally del Taro, primo appuntamento della seria Irc Cup: insieme a Marco Bergonzi sarà della sfida su una Peugeot 207 S2000 del team Balbosca.

www.marcogianesini.com


Descrizione immagine
Descrizione immagine

SIMONE MIELE ALL’ASSALTO DI COPPA ITALIA ED IRC CUP


Svelati i programmi sportivi del pilota varesotto. Dopo la vittoria al Rally dei Laghi proseguirà la sua stagione nella Coppa Italia Rally alla quale si aggiungeranno le tre gare della serie Irc Cup Pirelli. Vettura sarà la consueta Fiesta Wrc mentre alle note si alterneranno Mometti e Grimaldi.

Olgiate Olona (Va)- Simone Miele ha deciso: dopo aver vinto la prima gara della Coppa Italia Rally sulle strade del Laghi, il pilota classe 1988 proseguirà il suo cammino nella serie neonata organizzata da Aci Sport per cercare di puntare al titolo. A queste gare alternerà la partecipazione all’Irc Cup Pirelli sempre sulla Ford Fiesta Wrc gestita dalla Dream One Racing, con l’appoggio della scuderia veneta Top Rally.

Prossimo appuntamento sarà il Rally del Taro che si svolgerà sulle strade delle provincia di Parma tra due settimane: primo atto dei tre dell’Irc, il rally emiliano sarà anche valevole per la Coppa Italia di Zona 2 come del resto il Casentino, secondo round Irc.

Nelle tre gare dell’Irc Cup Pirelli Miele verrà navigato da Fabio Grimaldi mentre in quelle della Coppa Italia da Roberto Mometti.

Visto l’ottimo inizio di stagione sulle strade di casa al Laghi mi sembra opportuno provare a proseguire nella nuova serie federale per puntare al titolo. Il fatto che l’Irc Cup abbia soli tre appuntamenti mi ha ingolosito e quindi ho scelto anche quella serie per continuare a fare km con la macchina e confrontarmi con i più forti driver di WRC in Italia.”

Coppa Italia rally Zona 2:

Rally dei Laghi: 12 marzo

Rally di Alba: 5 giugno

Rally della Lanterna: 26 giugno (coeff.2)

Rally Circuito di Cremona: 24 luglio

Rally delle Valli Cuneesi: 4 settembre

IRC Cup Pirelli

Rally del Taro: 1 maggio

Rally internazionale del Casentino: 17 luglio

Rally delle Valli Cuneesi: 4 settembre

GIESSE PROMOTION NEL CIWRC CON ROSSI E BELTRAME

 

La coppia alessandrina parteciperà al CIWrc su Renault Clio S1600 dell’Erreffe.

 

Selvino (Bg)- La Giesse Promotion conferma il proprio impegno nel Campionato italiano Wrc, la serie asfaltata che inizierà il prossimo fine settimana sulle strade dell’Isola d’Elba.

L’equipaggio che porterà in gara i colori della scuderia bergamasca sarà quello formato da Alberto Rossi e Luca Beltrame, duo alessandrino che utilizzerà una Renault Clio S1600 dell’Erreffe Rally Team.

Il pilota ed il navigatore di Sale sono anche iscritti alla Michelin Rally Cup.

Alberto Rossi, figlio d’arte, è nato nel 1993 e da un paio di stagioni si è messo in gioco in ambito nazionale: lo scorso anno è stato tra i protagonisti dello Junior nel campionato italiano Rally con una vettura di classe R2B mentre due stagioni fa si è messo in luce nell’Irc Cup sempre su Clio S1600.

La prima gara stagionale sarà il rally dell’Elba che si svolgerà il prossimo fine settimana: venerdì 22 aprile alle ore 18.00 le vetture partiranno da Porto Ferraio per disputare le prime cinque speciali. Sabato atto conclusivo con le restanti quattro prove speciali.

Arrivo previsto per le ore 15 di sabato 23 aprile dopo 124 chilometri di prove.

Descrizione immagine
Descrizione immagine

21/04/2016

                             

                    


SIMONE MIELE ALL’ASSALTO DI COPPA ITALIA ED IRC CUP

 

Rovato (Bs)-Il prossimo fine settimana Rovato sarà protagonista con la 3 Giorni di Motori che, come ormai tradizione, si svolgerà con esibizioni di vetture da drifting che garantiscono alta  spettacolarità anche per via della presenza della pattuglia acrobatica di Verona. Un elemento di grande novità che arricchisce l’evento sarà però la disputa della 4° edizione del Memorial Angelo Caffi indetto dall’omonima squadra corse.

Dopo che le prime tre edizioni si sono disputate nei poli fieristici di Brescia (2013 e 2014) e Verona (2015), la competizione tornerà in terra bresciana e più precisamente sugli asfalti del Foro Boario di Rovato dove, come detto, la Squadra Corse Angelo Caffi darà voce ai piloti che si cimenteranno con due tipologie differenti di vetture: le storiche da rally e le Legend Cars Super Stars. Queste ultime sono vetture inusuali dotate di 130 cavalli, il cambio sequenziale ed una struttura tubolare che porta questi piccoli bolidi ad aver solo 500 kg di peso. Piloti di grido indosseranno la tuta per cimentarsi nel tracciato cittadino rovatese: sulle Legends Cars si sfideranno Cristian Pescatori, Alessandro Botturi, Luca Tosini, Mirko Zanardini, Luca Bottarelli, Lucio Da Zanche, Nicky Cadei ed Alessandra Brena. Sulle storiche Luca Cattilino (Opel Kadett Gt/e, Silvano Pasetto, Claudio Busseni, Massimo Voltolini, Roberto Lumini (Porsche 911), Diego Taboni (A112), Roberto Onofri (Fiat 124 Abarth) e Giulio Pedretti (Fiat 131).

Albo d’oro Memorial Caffi

2013 Cantamessa (Ford Fiesta R5)

2014 Tosini (Skoda Fabia S2000- Moderne)

2015 Chentre (Grande Punto Abarth S2000 moderne)

 

 

 

 


20/04/2016

Debutta all’Estoril con Abbott-Noble la nuova GT3 della Radical


La gara di apertura del GT Open all’Estoril vedrà il debutto della nuova Radical RXC Turbo GT3. Il collaudatore e pilota ufficiale della casa inglese, James Abbott, condividerà con il giovane ‘formulista’ Colin Noble Jr il volante della vettura da poco omologata in GT3 che segna il ritorno pieno della Radical nel mondo delle vetture da gara di categoria ufficiale, una decina di anni dopo la SR9 LMP2. Motorizzata dal Ford EcoBoost V6 turbocompresso, la RXC Turbo GT3 è chiamata a diventare l’ammiraglia della gamma Radical e propone per la prima volta una serie di aiuti alla guida elettronici.

Abbott ha guidato nel GT Open 2015 sia una RXC Turbo in versione Cup che una RXC V8 col motore RPV8 sviluppato dalla casa. Una pole a Monza sul bagnato è stato il momento più algido di quella che era una stagione di sviluppo. “Il 2015 è stato un anno di apprendistato con il motore Ford EcoBoost V6. Il lavoro svolto e le evoluzioni in vista dell’omologazione ci rendono fiduciosi sulla competitività del nostro package e sono convinto che insieme a un giovane veloce come Colin potremo puntare a qualche podio durante la stagione”, ha detto Abbott.

Descrizione immagine
Descrizione immagine

23/04/2016


Buon compleanno Vespa! Il mito italiano compie 70 anni. Dal 23 aprile a Pontedera, un raduno e una festa lunga tre mesi. CdM partner istituzionale



Una flotta di 500 scooter, più di 600 persone tra piloti ed equipaggi e oltre mille visitatori. Pontedera si prepara ad aprire le sue porte al raduno dell’anno per festeggiare il 70esimo compleanno di Vespa Piaggio. Per chi ha il mito italiano delle due ruote nel cuore, l’appuntamento è dal 23 al 25 aprile per sfilare con i modelli dal 1946 ad oggi, nella città dove la storia della Vespa affonda le radici. Il raduno, (a cui parteciperanno vespisti da tutta Italia, ma anche dalla Polonia, dalla Slovenia, dalla Germania e dalla Scozia), è solo la prima tappa di un ciclo di eventi che si estende fino alla fine di giugno e di cui Città dei Motori è partner istituzionale.

La tre giorni, organizzata da Vespa Club Pontedera, in collaborazione con l’amministrazione comunale, sarà un vero e proprio party en plen air. Si parte sabato 23, con il raccoglimento dei vespisti presso il “Piazzone”, prima di unirsi nella parata per le vie cittadine.  Intrattenimento per grandi, ma anche per piccini. Dalle 9 alle 13 di sabato, in Piazza Cavour, tornano gli agenti della Polizia Stradale con il Pullman Azzurro, l’aula multimediale dove i ragazzi delle scuole apprendono le regole della sicurezza stradale divertendosi. Già lo scorso anno, il Pullman Azzurro aveva fatto tappa a Pontedera, all’interno del tour 2015 di Città dei Motori, “Velocità e Lentezza”.

21/04/2016

                        


GIANLUCA SARESERA AL DEBUTTO CON LA PEUGEOT 208 R2 NEL CIWRC

 

Dopo l’ottimo Rally di Sanremo culminato con il secondo posto di Trofeo Suzuki, il giovane pilota bresciano debutterà sulla Peugeot 208 R2B della Vieffecorse al Rally dell’Elba. Insieme a lui Andrea Tumaini.


Brescia- Il rally dell’Elba segnerà il debutto di Gianluca Saresera sulla Peugeot 208 R2B. dopo alcuni anni di gavetta nel trofeo Suzuki, il pilota della Leonessa Corse ha deciso di abbinare, al trofeo Swift del Campionato italiano Rally, il trofeo Michelin del Campionato Italiano Wrc a bordo della millesei francesina curata dalla Vieffecorse.Così, dopo le ottime prestazioni del Sanremo, Saresera sarà al via , il prossimo fine settimana, sugli asfalti dell’isola d’Elba dove insieme a Tumaini, proverà a confrontarsi con altri rivali.

“Abbiamo svolto dei probanti test nelle scorse settimane- ha detto il giovane lombardo- e sono fiducioso, dopo anni di Suzuki non vedo l’ora di cimentarmi contro avversari nuovi e con una vettura differente e più potente, con gomme nuove e molte altre variabili diverse: adoro le sfide e questa lo è!”Saresera-Tumaini saranno in gara con il numero 38 e dovranno battagliare con piloti di qualità come Oldani, grani, Griso ed altri ancora.

La corsa partirà da porto Ferraio alle ore 18.00 di venerdì 22 aprile e si concluderà nella stessa cittadina dopo ben nove prove speciali e 125 chilometri cronometrati.

 

La Redazione.

Descrizione immagine
Descrizione immagine

28/04/2016

                   

GIESSE PROMOTION: ROSSI C’E’. ED ORA AL TARO CON TRE EQUIPAGGI!

 

Prestazione superlativa di Alberto Rossi al Rally dell’Elba che su Clio S1600 si aggiudica la classe e chiude al 7° posto dell’assoluta. Nel fine settimana inizierà l’Irc Cup in cui la Giesse Promotion schiera tre equipaggi: il rientrante Capelli e Gianesini in S2000 e Crippa in S1600.

 

Selvino (Bg)- Nel fine settimana in cui il veterano Valentino Rossi si impone nella MotoGp, il più giovane ma altrettanto talentuoso omonimo Alberto, attira le attenzioni dei più con una performance strabiliante maturata sugli asfalti del Rally dell’Elba, prima gara del CIWrc.

Insieme a Luca Beltrame, Rossi ha messo tutti gli avversari di classe in riga grazie alle sue qualità e alla Renault Clio S1600 dell’Erreffe che lo ha assecondato al meglio: alla conclusione il settimo posto assoluto -da far invidia a vetture più potenti- è corrisposto con la prima posizione tra le vetture a due ruote motrici. “Nel corso dell’ultimo stage non abbiamo pensato ad altro che a concludere la gara visto che avevamo delle gomme non idonee al fondo viscido e bagnato; avremmo potuto guadagnare una posizione a fronte di rischi troppo elevati: sarebbe stato un peccato rovinare una gara così bella” il commento del pilota di Sale.

Se l’Elba ha rotto il ghiaccio nella serie asfaltata federale del CIWrc, il Taro del prossimo weekend aprirà invece le danze dell’IRC Cup Pirelli che ha avuto un record di adesioni. Sulle strade della provincia di Parma la scuderia di Selvino verrà rappresentata da tre equipaggi. In classe S2000 è altisonante il ritorno dell’orobico Stefano Capelli che, insieme al piemontese Elio Tirone, disporrà di una Peugeot 207 della Roger Tuning: Capelli ha già trionfato, in passato, nelle classi S1600 e S2000 dell’IRC Cup. A lottare con lui l’amico rivale Marco Gianesini che verrà affiancato da Marco Bergonzi: il pilota valtellinese ed il navigatore bergamasco utilizzeranno una Peugeot 207 del team astigiano Balbosca, vettura con cui Gianesini ha già ottenuto successi assoluti. Terzo equipaggio della Giesse Promotion sarà quello formato da Luca Crippa e Giada Pecis: i coniugi lombardi saranno al via del Taro con una Renault Clio S1600 della Roger Tuning.

La Redazione.

23/04/2016

                                  

Keen-Balfe (Ferrari F458) aprono le danze nelle libere

 

 

La stagione 2016 dell’International GT Open 2016 è scattata oggi all’Estoril, con buon tempo e tanta azione in pista durante i due turni di prove libere, che hanno visto la Ferrari Balfe Motorsport  di  Phil Keen-Saun Balfe ottenere il miglior tempo della giornata (1.38.817, nel turno mattutino) battendo le vetture della nuova generazione GT3, con la Ferrari F488 AF Corse di Flohr-Castellacci seconda di un soffio (1.38.892).

La McLaren 650S del Garage 59 con Tappy-Benham è stata quarta, precedendo l’Aston Martin TF Sport di Hankey-Yoluc, la vettura più veloce nella seconda sessione, e l’altra McLaren Garage 59 di West-Estre.

Non ci sono stati fatti particolari da riportare in una giornata di grande lavoro per le vetture più nuove. La Lamborghini Huracán dell’Orange1 Lazarus di Biagi-Crestani è risultata quinta, con le due BMW M6 del BMW Team Teo Martín al settimo (Yacamán-Monje) e decimo (Ramos-Rodríguez) rispettivamente. Il più veloce fra i GT-Am è stato l’equipaggio della Ferrari AF Corse Lémeret-Sdanewitsch, che preceduto la nuova Mercedes AMG dello Sports&You con i locali Silva-Coimbra.

Tratto da: www.gtopen.net

 


 

Descrizione immagine
Descrizione immagine

29/04/2016

                                  

22° Tasarigorda  motoraduno il 1° Mggio a Magenta

 

 

Ritorna uno degli appuntamenti più attesi dagli appassionati di Moto d'epoca e non solo, il 1 Maggio 2016 la Piazza mercato di Magenta si riempirà di Moto che hanno fatto la storia delle due ruote.

La 22° Tasarigorda Trofeo Regione Lombardia Motoraid Storico Gr.2


questo il programma :

08:00 - Apertura Iscrizioni in P.za Mercato

10:00 - Partenza primo partecipante

13:00 - Pranzo

14:30 - Premiazioni


Iscrizioni:

Le iscrizioni saranno effetuate Direttamente sul luogo dell'evento in Piazza Mercato a Magenta.


Tutte le info su: www.motoclubmagenta.com

 

 Cristina Ferrario.



  28/04/2016

                     

LEONESSA CORSE: SARESERA 2° DI CLASSEE TERZO DI UNDER 25 ALLA PRIMA DEL CIWRC


Al Rally dell’Elba il pilota bresciano parte col piede giusto e al debutto con la Peugeot 208 R2B della Vieffecorse ottiene subito il secondo posto ed il terzo tra gli Under. Tra una settimana invece, Becchetti sarà al Taro con la sua nuova Renault Clio Rs N3.


Brescia- Il Rally dell’Elba ha confermato l’alto livello raggiunto dal giovane pilota Gianluca Saresera , portacolori della Leonessa Corse. Per la prima volta sulla Peugeot 208 R2B e sulle strade elbane, il driver bresciano ha disputato una gara di alto pregio dato che ha completato le nove prove speciali in 19° posizione assoluta e al 2° posto di classe R2.

Partito cauto per cercare di prendere confidenza con la vettura di casa Vieffecorse, con cui era al debutto, Saresera ha iniziato a spingere a fondo sul pedale del gas già dalla terza prova speciale dove ha centrato il primo podio del weekend. Sulla seguente e lunga Cavo-Volterrai, insieme al naviga Tumaini, Saresera è stato colui che meglio ha retto i ritmi imposti dal leader Grani e questo ha permesso di agguantare la seconda piazza nella generale. Da lì in avanti sono arrivati tutti secondi posti ad eccezione delle ultime due prove in cui il duo della scuderia bresciana ha alzato il piede per via del risultato ormai consolidato.


Descrizione immagine
Descrizione immagine

08/03/2016

 

 

Fernando Monje firma con Teo Martin Motorsport

 

 

Teo Martin Motorsport ha confermato che Fernando Monje sarà uno dei piloti che guiderà le nuove BMW M6 GT3 del team spagnolo nell’International GT Open 2016.

Nonostante la giovane età (22 anni), il pilota catalano vanta già una bella esperienza, maturata sia con le turismo, dove è arrivato sino al WTCC e alla TCR e vinto l’ETCC nel 2012, che in monoposto, dove ha disputato le stagioni 2010-11 dell’European F.3 Open della GT Sport. Vanta anche diverse presenze nel GT Open, dove ha conseguito il primo successo a Barcellona lo scorso anno, proprio con Teo Martín Motorsport.

Monje è il secondo pilota ad essere annunciato dal team madrileño, dopo il colombiano Gustavo Yacamán. Gli altri due e gli accoppiamenti definitivi seguiranno a breve.  

Fernando Monje ha commentato: "Sono felice di essere di nuovo con Teo Martin dopo il successo a Montmeló l’anno scorso. Sono contento pure di ritrovare Emilio de Villota dopo l’esperienza in F.3 col suo team, e sono impaziente di provare la BMW M6 GT3 nei prossimi test a Barcellona. L’asticella è piazzata molto in alto, visto che il team ha vinto il titolo lo scorso anno, e l’obiettivo sarà di far altrettanto bene.”
 
Teo Martín ha detto: "Il primo contatto di Fernando con il team di Emilio fu quando appena aveva 14 anni e da allora, hanno mantenuto un ottimo rapporto personale. Conosciamo bene le sue doti al volante e dopo la positiva esperienza insieme lo scorso anno nell’ultima gara dell’International GT Open, siamo fiduciosi di poter fare grandi cose insieme sin da questa stagione.” 

Tratto da:www.gtopen.net

05/06/2016

 

 

IL RALLY DEI LAGHI INCONTRA IL PUBBLICO!

 

Presso il rinomato polo commerciale del Centro Campo dei Fiori di Gavirate, domenica 6 marzo ci sarà la possibilità di scattare foto davanti a vetture da corsa e con Miss Rally 2016 ed incontrare i piloti grazie anche alla diretta web di RadioVillageNetwork. A una settimana dalla gara si aggiunge un nome di prestigio: l’ex discesista Giorgio Piantanida “aprirà” la corsa con una Subaru.


Varese- Mercoledì 2 marzo il Rally dei Laghi 2016 si è presentato alla stampa e alle autorità (vedi Comunicato n.8) presso il Comune di Varese. Ora la gara varesina che aprirà le ostilità della neonata Coppa Italia, si svelerà al grande pubblico grazie alla presenza di alcune iniziative presso uno dei poli di maggiore attrazione commerciale dell’alta provincia: il Centro Commerciale Campo dei Fiori di Gavirate.

Alcune vetture da corsa sono già esposte presso il pian terreno del complesso gaviratese ma domenica pomeriggio ci sarà il clou grazie anche alla presenza di Radio Village Network, emittente web locale che sarà presente costantemente anche durante il fine settimana della gara. Con l’animazione dei suoi deejay, il pubblico potrà non solo scattare le fotografie alle vetture esposte ma farsi anche immortalare (o fare dei più moderni selfie!) con Martina Piazzo, neo madrina della gara eletta una settimana fa. Per l’occasione sono numerosi i concorrenti, siano essi piloti o navigatori, che hanno aderito all’iniziativa promozionale dell’Asd Laghi: da Freguglia a Miele, da Dipalma a Marchetti, da Calabrini a Fortunato, da Saredi a Ripoli e Mometti e molti altri ancora.

Descrizione immagine
Descrizione immagine


09/03/2016

 

 92 ISCRITTI AL RALLY DEI LAGHI 2016

 


Ottimo numero di adesioni per la gara varesina che, senza l’abbinamento al Campionato Svizzero e con l’aumento dei costi di iscrizione, ottiene numeri di rilievo: 86 in gara per il rally moderno e 6 per il raduno al seguito. Al via per il successo non solo il favorito Freguglia ma anche tre piloti prioritari e vetture di grande prestigio: Pedersoli, Crugnola e Miele. In gara anche una Porsche Gt3. Il primo round della Coppa Italia Rally si correrà sabato e domenica prossimi.

 

Varese- La pubblicazione dell’elenco iscritti è uno dei momenti principali dei tanti che precedono una gara. Anche al Rally dei Laghi è così e dopo che sul sito www.varesecorse.it sono apparsi i nomi dei concorrenti che saranno in gara sabato 12 e domenica 13 marzo prossimi sulle speciali lombarde, ecco che il “toto-rally” impazza.

Tutti a caccia di Freguglia- Sono 86 gli equipaggi iscritti alla 25° edizione del Rally dei Laghi ai quali si devono aggiungere le sei vetture stradali che prenderanno parte al raduno. Afianco al nome di Giuseppe Freguglia che quest’anno passerà alla Ds3 Wrc e favorito d’obbligo in quanto vincitore delle ultime tre edizioni, appaiono altri nomi di spessore che potranno dire la loro sulle difficili strade dell’entroterra varesotto. In primis ci sarà il locale Andrea Crugnola, pilota abituato ai ritmi del mondiale rally e già vincitore del Laghi del 2012: ultimo ad aver inviato la propria adesione, il driver di Calcinate del Pesce gareggerà per la prima volta su una vettura a quattro ruote motrici: la Ford Fiesta R5. Altro piede pesante sarà il bresciano Luca “Pede”Pedersoli, personaggio di spicco dell’ambiente rallystico che ha scelto Varese come test pre CIWrc:  per lui pronta una Citroen C4 Wrc. Terzo pilota prioritario al via sarà Simone Miele, fresco vincitore del Challenge di Zona1, il bustocco ha nel mirino l’obiettivo di replicare ai successi di papà Mauro che a Varese vinse due edizioni dell’allora Rally Aci: Simone userà una Fiesta Wrc gestita dal team di famiglia Dream One Racing.

 

09/03/2016

                         

                  


GILARDONI 6°ASSOLUTO E PRIMO DI CLASSE ALLA 6° RONDE DELLE MINIERE

 

 

Ottimo test per il pilota lariano prima del Rally del Ciocco; in condizioni difficili, insieme a Corrado Bonato, il pilota della GIMA Autosport ha entusiasmato il pubblico piacentino chiudendo primo di R3T e sesto assoluto.

Carpaneto (Pc)- L'ultimo test prima del debutto nel Campionato Italiano Rally ha dato esiti decisamente positivi per Kevin Gilardoni e Corrado Bonato, portacolori della scuderia Movisport.
In gara con la Renault Clio R3T della Gima Autosport alla 6° Ronde delle Miniere, il pilota comasco ha cercato di affinare l'affiatamento con la vettura che dovrà utilizzare a partire dal Rally del Ciocco dai prossimi 19 e 20 marzo.
Su strade rese impervie da un meteo ancora una volta inclemente, Gilardoni ha cercato di mantenere un'andatura veloce e costante per lavorare con precisione sugli assetti della berlina francese.
Al termine delle quattro prove speciali sulla Veleia, “KG” ha strappato un brillante sesto posto assoluto col tempo di 42'29” 9 a soli sei decimi dalla quinta piazza trovando molte sensazioni positive: “Siamo soddisfatti del risultato ma anche e soprattutto del feeling instauratosi con la vettura turbo di casa Renault. Come al solito la Gima ci ha fornito un mezzo molto competitivo e  materiali al top che ci hanno permesso di lottare per le zone alte della graduatoria. Non ci poteva essere miglior presentazione di questo risultato per i nuovi partners: si tratta di un risultato che da morale per iniziare al meglio il CIR ”
Con la sesta posizione è arrivata anche la vittoria di classe R3T e la terza tra le due ruote motrici.
La gara si è svolta in condizioni davvero difficili. Dopo le abbondanti piogge di sabato 5 marzo, la giornata di domenica è stata caratterizzata dal fondo scivoloso e a tratti ghiacciato che, unito alla nebbia incontrata degli ultimi due tratti, ha alzato notevolmente il quoziente di difficoltà della corsa.

 
   

Ora, archiviato anche il secondo test stagionale, fari puntati sulla Garfagnana dove Kevin Gilardoni e Corrado Bonato affronteranno il Rally del Ciocco e Valle del Serchio, primo appuntamento del Campionato Italiano Rally.

Descrizione immagine
Descrizione immagine


23/03/2016

 

               

 IL CIOCCO REGALA I PRIMI PUNTI TRICOLORI A KEVIN GILARDONI: 2° DI R3T

 

Buona prestazione per il pilota italo svizzero del team Gima Autosport che sulle strade toscane del Rally del Ciocco ha debuttato nel massimo campionato tricolore. Il secondo posto di classe e di trofeo frutta punti importanti per affrontare al meglio le prossime gare


Castelnuovo Garfagnana (Lu)- Il 39° Rally del Ciocco e Valle del Serchio ha segnato il debutto assoluto di Kevin e Gilardoni nel Campionato Italiano Rally. Il pilota italo svizzero ha avuto modo di accrescere la sua esperienza in un rally difficile in cui gli avversari si sono rivelati molto ostici ed agguerriti. Con la Renault Clio R3T della Gima Autosport scudata dalla Movisport e affiancato da Corrado Bonato, Gilardoni è partito con la dovuta cautela per conoscere al meglio gli asfalti della Garfagnana: la conclusione della prima tappa si è rivelata più difficoltosa del previsto a seguito di una toccata che ha piegato il ponte posteriore della berlinetta francese; l’ottimo intervento della Gima ha permesso di rimediare al problema addirittura con anticipo rispetto al tempo a disposizione nel parco assistenza (13’!) e ha consentito a Gilardoni di riprendere la sua marcia nel migliore dei modi. La seconda tappa è stata molto importante perché “KG” è riuscito mantenere buoni ritmi nonostante qualche piccolo inconveniente forse causata dai postumi dell’urto del sabato.

Il mio processo di apprendistato è partito sulle strade del Ciocco- ha detto Gilardoni - e sono molto soddisfatto perché l’esperienza è stata davvero notevole. Devo ringraziare il team Gima che è riuscito a rimediare ad un mio errore in tempo record, Corrado che mi sta aiutando tantissimo e anche tutti i miei partner che mi hanno supportato in questa tre giorni di corsa, la mia famiglia ed i sostenitori; insomma tutta la squadra che sta credendo nel mio progetto sportivo 2016!”

Gilardoni e Bonato hanno così incamerato la bellezza di 22 punti per ciò che concerne il Trofeo Renault Clio R3T, 6,5 per quanto riguarda la Coppa R3 e 5 relativamente al 2Ruote Motrici.

Gilardoni ha poi concluso: “Quest’anno affronterò avversari forti che conoscono già le strade del Cir, per questo il confronto sarà affascinante. Ora concentriamoci subito per il Rally di Sanremo che si terrà tra poche settimane; l’entusiasmo e la grinta che abbiamo tutti noi, dal team alla scuderia, da me e al mio navigatore, voglio che sia il filo conduttore di questa affascinante esperienza sportiva che è appena cominciata.

La Redazione.


13/03/2016

 

              

    MIELE MOMETTI FIRMANO IL RALLY DEI LAGHI 2016

 

Primo successo sulle strade di casa per Simone Miele che insieme Roberto Mometti vince con merito l’edizoine

 

Varese- Ventisette anni dopo papà Mauro, Simone Miele vince il rally di casa. Allora si chiamava Rally Aci Varese, oggi, all’edizione delle nozze d’oro, Rally Internazionale dei Laghi. Insieme a Roberto Mometti, che il Laghi lo vinse una volta nel 1995 con Gallio, il giovane pilota bustocco si è imposto con merito sulle difficili strade varesotte rese ancora più insidiose dal fondo stradale umido e sporco. Sulla Ford Fiesta World Rally Car 1600cc. gestita dal team di casa Dream One Racing, Miele ha lasciato al bresciano Luca Pedersoli lo scratch iniziale sulla spettacolare prova Colacem ma già dal Cuvignone Corto ha preso il comando della corsa senza più lasciarlo. Una gara autoritaria quella del portabandiera della scuderia Top Rally condita anche dal record sul Sette Termini1: 6’54”7. Battuto il precedente primato di Felice Re che durava da ben dieci anni (6’55”9).

Ventotto anni, Simone Miele vince il suo quinto rally dopo il Colli Luni 2013, il Giarolo, il Città di Torino ed il Grignolino 2015.

Crescendo rossiniano per Crugnola che dopo un paio di “piesse” usate per capire la vettura ha dato del tu alla Fiesta R5 della d—max sopravanzando il compagno di team Pedersoli già dalla prova 4 e vincendo le ultime due speciali. Una foratura e qualche errore di troppo non ha non invece consentito al “Pede” di graffiare per come è capace sebbene al debutto sugli asfalti insubrici.

Al termine delle otto prove speciali sono 41 i concorrenti che hanno concluso questo duro Rally dei Laghi: su 82 partiti è praticamente del 50% la percentuale dei ritirati, a testimonianza della selettività del tracciato da quest’anno valevole per la Coppa Italia Rally.

Folla oceanica per una location da favola. Ieri l’area industriale Colacem, polo di attrazione dell’Assistenza, dello Shake Down e della Ps1, oggi le speciali e l’arrivo nel sempre affascinante Giardino del Palazzo Estense, proprio nel duecentesimo anniversario dell’elevazione a Città di  Varese.

 

La Redazione.

Descrizione immagine
Descrizione immagine

25/03/2016


       L’Orange1 Team Lazarus al via con una Huracán


Team Lazarus, scuderia di riferimento nelle monoposto per quasi due decenni da poco presente anche in GT, ha annunciato oggi il proprio impegno nell’International GT Open 2016, coi colori dell’Orange1 Team Lazarus. Il team veneto fondato da Tancredi Pagiaro schiererà una Lamborghini Huracán GT3 acquisita presso la Lamborghini Squadra Corse, per un equipaggio di primo piano che verrà svelato nei prossimi giorni.  

Orange1 Team Lazarus debutta nel GT Open come un serio candidato al titolo e una delle novità più qualificate di questa stagione.  

Tancredi Pagiaro, team principal di Orange1 Team Lazarus, ha commentato: “Oggi gli ingredienti della passione e dell’orgoglio sono di nuovo tra noi, come avveniva un po’ di tempo fa, e tutto questo grazie a una vettura come la Huracán GT3, il supporto di Lamborghini Squadra Corse e un campionato come l'International GT Open, che ci farà competere con diverse case automobilistiche”.

Giorgio Sanna, responsabile Lamborghini Squadra Corse: “Ringrazio l'Orange1 Team Lazarus per l’ulteriore impegno nei nostri programmi sportivi: il GT Open è un campionato strategico per Lamborghini Squadra Corse e sono certo che il team di Tancredi Pagiaro, con la sua esperienza, saprà rappresentare al meglio i nostri colori”.

Jesús Pareja, CEO di GT Sport: “Siamo lieti di dare il benvenuto a un'équipe importante come l'Orange1 Team Lazarus nel GT Open e di vedere la Lamborghini così ben rappresentata nella nostra serie. Il sodalizio fra Orange1 Racing e Team Lazarus ha messo insieme un pacchetto molto forte e la Huracán GT3 è una delle macchine Gran Turismo più interessanti della nuova generazione. Non c'è dubbio che una simile, qualificata presenza aggiunge grande attesa ed entusiasmo in vista della nuova stagione...”.


25/03/2016

 

LA GIESSE PROMOTION GIOCA LA TRIPLA  SULLA RUOTA DI CASTELLETTO!

 

Il sodalizio bergamasco porterà in gara tre equipaggi per il rally che si correrà tra domenica e lunedì all’interno del Circuito di Castelletto di Branduzzo: Alerini, Chiesa e Di Stefano i piloti al via.

 

Selvino (Bg)- Il Motors Rally Show che si disputerà nei giorni di Pasqua e Lunedì dell’Angelo vedrà al via tre equipaggi della scuderia bergamasca Giesse Promotion.

Tutti schierati con vetture dell’Erreffe Rally Team, i tre concorrenti si cimenteranno in tre classi differenti.

Paul Alerini, pilota corso di 42 anni, torna a gareggiare in Italia: il pilota di Borgo infatti, userà una Ford Fiesta R5 insieme al navigatore Xavier Nanni.

Su una Peugeot 207 S2000 invece, si metterà nuovamente in gioco il locale Chiesa affiancato da Berisonzi. Dopo la positiva esperienza al Monza Rally Show i due utilizzeranno sempre la 2000cc. aspirata del leone rampante.

In classe S1600 ci sarà invece il vogherese Ronny Di Stefano che come consuetudine sarà navigato dalla fidanzata Gloria Santini: solitamente meccanico, Di Stefano lascerà crick e bulloni ai colleghi per impugnare il volante della Renault Clio.

 

La gara comincerà domenica sera 27 marzo con due prove speciali e si concluderà nel giorno di “pasquetta” con le restanti tre. Il chilometraggio totale sfiora i 50 km.

 

 

Descrizione immagine
Descrizione immagine

26/03/2016

                           


MARTEDÌ 29 MARZO IL RALLY DEI 2 LAGHI SI PRESENTA AL PUBBLICO


Importante appuntamento di presentazione per la corsa valevole come rally day chi si correrà il 9 e il 10 aprile; martedì il 29 marzo al Re Nero di Domodossola si terrà la presentazione ufficiale. Alla parata possono iscriversi anche auto storiche e stradali sportive. Limite per inviare le adesioni sarà il 4 aprile.

 

Domodossola (Vb)- Le valli dell’Ossola sono da sempre un territorio caldo dal punto di vista motoristico; è per questo motivo che c’è grande attesa attorno al terzo al Rally dei 2 Laghi tornato quest’anno nella veste iniziale di rallyday con dunque una formula di chilometraggio ridotto e costi contenuti ma con una spettacolarità sempre molto elevata.

La gara organizzata dalla Scuderia New Turbomark verrà presentata martedì 29 marzo alle ore 21 presso il ristorante Re Nero di Domodossola cittadina che sarà protagonista con il weekend corsaiolo tra il 10 e il 11 aprile prossimo; presenti gli amministratori dei comuni interessati alla gara e molti dei piloti già iscritti.

Siamo soddisfatti per quanto riguarda le iscrizioni - racconta Giuseppe Zagami, presidente del comitato organizzatore- perché il livello qualitativo dei concorrenti è davvero elevato: ci sono piloti del calibro di Caffoni, Giudici, Tosini, Gianesini, Margaroli, Lozza, Peruccio, Nicolini e Pinzano, tutta gente in grado di competere per il successo assoluto: questo è un altro motivo per seguire il nostro rally

Ovviamente Zagami fa riferimento alle molteplici modalità per gli spettatori di partecipare attivamente alla gara perché vi sarà una diretta televisiva su VCO Azzurra Tv per la prova speciale Lusentino ed un’altra diretta radio delle fasi salienti della corsa.

Il prossimo appuntamento da mettere nei taccuini è quello di martedì 29 marzo alle ore 21:00 presso il ristorante nero di Domodossola. Ancora Zagami: “lì sveleremo tutti i dettagli particolarie ai media, ai piloti e agli appassionati che ci stanno seguendo numerosi attraverso il nostro sito ed i Social Network.”

Attualmente iscritti hanno superato le 60 unità per poter aderire c’è tempo ancora fino a lunedì 4 aprile quando alle ore 18:00 verranno chiuse le iscrizioni. La gara dà la possibilità di partecipare anche alle auto storiche e alla parata di vetture di serie sportive.

Per informazioni: info@newturbomark.comwww.newturbomark.com

 



24/03/2016

                                  


 

PASOTTI VINCE A MILANO AUTOCLASSICA E LANCIA LA SFIDA PER LA LOTUS CUP ITALIA 2016

 


Grande entusiasmo e spettacolo a Milano Autoclassica 2016 grazie alle Lotus Elise Cup PB-R che hanno dato vita ad una sfida senza esclusione di colpi tra Mauro Guastamacchia, Stefano Pasotti, Marco Fumagalli e la new entry Enrico Riccardi. Due giorni di gara con battaglie 1 contro 1 a inseguimento, ricche di colpi di scena, dove a prevalere - non senza fatica - è stato il più giovane del gruppo, Stefano Pasotti. Il bresciano, in evidenza nella Lotus Cup Italia lo scorso anno, ha battuto con estrema grinta un coriaceo Guastamacchia, anch’egli a suo agio al volante della GT inglese tra le strette inversioni del circuito ricavato all’interno della Fiera di Milano-Rho. Al terzo posto, un ottimo Enrico Riccardi che, accantonate le vesti di rallista, ha debuttato al volante della Elise Cup PB-R trovandosi subito a proprio agio, soprattutto nelle fasi finali di gara; appena fuori dal podio Marco Fumagalli, vittima nelle qualifiche di un piccolo inconveniente elettrico che ha minato lo ha rallentato nella prima giornata di gara.

Proprio dalla kermesse milanese, sono arrivate ulteriori conferme a poco più di un mese dal primo evento Lotus Cup Italia 2016: dopo Filippo Manassero, Giacomo Stratta e Mario Minella, che hanno annunciato la loro partecipazione con il team Essecorse, altri quattro protagonisti della passata stagione saranno nuovamente al via anche quest’anno. Proprio in occasione della vittoria a Milano Autoclassica, Stefano Pasotti ha confermato la partecipazione al trofeo per tentare l’assalto al titolo, dopo aver ottimamente figurato nei round di Misano Adriatico, Mugello e Imola nel 2015, dove colse tre ottimi secondi posti.
Descrizione immagine
Descrizione immagine

30/03/2016

                      

                                


LA GIESSE PROMOTION VINCE LA COPPA SCUDERIE AL MOTOR RALLY SHOW CASTELLETTO CIRCUIT

 

Primo successo stagionale per la scuderia selvinese che grazie a Chiesa, Alerini e Di Stefano vince la classifica assoluta riservata alle scuderie. Ottimo il bilancio anche dei singoli; Chiesa è stupefacente: 3° assoluto. Di Stefano vince la classe S1600 ed Alerini brilla con l’R5 chiudendo 8°.

 

Selvino (Bg)- Importante successo tra le scuderie per la bergamasca Giesse Promotion che nel weekend pasquale appena terminato ha ottenuto la prima posizione nel Motors Rally Show di Castelletto di Branduzzo.

In gara con tre equipaggi, il gruppo sportivo di Selvino si è imposto grazie alle prestazioni pressoché perfette dei suoi tre alfieri in gara.

Il pavese Andrea Chiesa è stato formidabile contando anche la sua scarsa esperienza: il pilota di Dorno, affiancato da Fabio Berisonzi, ha conquistato la terza posizione assoluta al volante della Peugeot 207 S2000 dell’Erreffe Rally; autore di una gara in costante crescita, Chiesa ha addirittura mancato la seconda piazza per soli 3”2.

Ottimo anche Paul Alerini, pilota còrso sempre schierato dal team alessandrino: su Ford Fiesta R5 e navigato da Xavier Nanni, Alerini si è classificato in 8° posizione assoluta ben figurando nella categoria di appartenenza ovvero quella con il maggior numero di pretendenti.

A queste due prestazioni si è aggiunta la prova vincente di Ronny Di Stefano e Gloria Santini che su Renault Clio S1600 (sempre Erreffe Rally team) sono riusciti ad imporsi contro De Pau e Salviotti.

In attesa dei prossimi appuntamenti, la Giesse Promotion può sorridere: la sua bacheca inizia già a riempirsi nonostante la stagione sia solo agli inizi!

La Redazione.

29/03/2016

                       



Garage 59 conferma un programma GT Open con due McLaren


 

 

Garage 59, la nuova scuderia McLaren con sede nel Leicestershire, ha annunciato oggi un impegno pieno con due McLaren 650S GT3 e equipaggi pro-am  nell’International GT Open 2016. I piloti di Garage 59 sono tutti debuttanti nella serie ma grazie alla supervisione del direttore sportivo Tim Mullen e all’esperienza e alla professionalità dei membri del team, la compagine punta in alto.   

Michael Benham e Duncan Tappy saranno insieme in una delle vetture, dopo un felice debutto come equipaggio los scorso settembre nella UK GT Cup. Tappy, 31 anni, è un pilota confermato, con alle spalle une bella carriera in monoposto, GT e LMP. Ha già corso in passato con una McLaren 12C GT3 del VonRyan Racing e più recentemente, è stato pilota ufficiale della Bentley.

Sull’altra vettura, ci sarà lo svedese Alexander West, che vanta esperienza nel Ferrari Challenge Asia e nel Maserati Trofeo, dove ha corso con successo. Il suo compagno verrà annunciato prossimamente.  

Confermando la serietà del progetto, l’esperto ex-pilota di GT Tim Mullen (che in passato ha corso nel GT Open) è stato nominato direttore sportivo per il programma GT Open. Tim ha commentato: “Questo è l’inizia di una nuova eccitante esperienza per Alex, Mike, Duncan e me. Sono fiducioso che la competitività dimostrata dalla Mclaren 650S GT3 la stagione scorsa nel mondo intero è un buon viatico per la stagione che sta per iniziare.”

Garage 59 svolge questa settimana dei test pre-stagionali all’Estoril, dove il campionato inizierà i 23-24 aprile prossimi.  

Tratto da: www.gtopen.net